Eventi
Appuntamenti

Cosa fare a Vercelli: eventi nel fine settimana dal 18 al 20 novembre

Dalla danza contemporanea a mostre e concerti sul territorio

Cosa fare a Vercelli: eventi nel fine settimana dal 18 al 20 novembre
Eventi Vercellese, 17 Novembre 2022 ore 09:47

Nella foto gli Eifell65 attesi al Globo di Borgo Vercelli venerdì 18.

Due miti a "Il Globo"

Imperdibile doppio appuntamento alla maxi discoteca "Il Globo" per il popolo della notte con "Eiffel65" e Georgia Mos venerdì 18 e sabato 19 novembre. Leggi l'articolo

Controlli diabetologici sabato 19

Sabato 19 novembre, dalle 8.30 alle 15 sarà possibile effettuare a scopo di prevenzione controlli diabetologici, cardiaci e oculistici gratuiti presso la Piastra Ambulatoriale di largo Giusti 13. L’appuntamento è riservato a persone che non siano già in carico al Centro Diabetico dell’Asl. Leggi orari e dettagli

Incontro sul Borgo di Leri

Il Borgo di Leri, un tesoro da salvare è il titolo dell'incontro promosso da Italia Nostra in Seminario per presentare il volume di atti dello storico convegno sul Borgo e anche fare il punto sulle prospettive per un recupero completo del bene. Leggi l'articolo

La mostra Body and Soul

Al via “Body and Soul”, una mostra che nasce con l’obiettivo di mostrare il vero volto dei disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, binge); il progetto, curato dal fotografo Stefano Scherma, tratta in particolar modo il tema della malattia su soggetti maschili, un mondo ancora poco conosciuto e stigmatizzato.
La mostra sarà inaugurata il 19 novembre, alle 17:30, all’interno di Spazio Gioin di via Laviny 67, dove rimarrà fino al 26 novembre.
«Uno dei miei obiettivi, come fotografo, è quello della restituzione al territorio: con questa mostra ho voluto, innanzitutto, restituire alla città di Vercelli il lavoro che ho potuto svolgere, vista l’ospitalità che questo posto mi ha dato – spiega Stefano Scherma –. Obiettivo della mostra, è invece, cercare di dare linfa a una nuova divulgazione del tema. Quello che noto, da sempre, è che il modo in cui viene veicolata la comunicazione di queste malattie è sempre rivolto al corpo fisico: quando si parla di disturbi alimentari siamo abituati a pensare subito a corpi magri, emaciati. Ma la malattia è molto di più: il corpo è solo il contenitore di un dolore interno. Attraverso questa mostra desidero, soprattutto, tentare di mostrare che il dolore derivato da una malattia del comportamento alimentare è soprattutto un dolore di relazione. Con sé stessi, con l’altro. È la relazione la vera protagonista di questo progetto».
L’iniziativa è stata creata con il patrocinio di Mi Nutro di Vita, l’associazione no profit che da più di dieci anni si batte in un’opera di informazione, supporto e sensibilizzazione sulle Malattie del Comportamento Alimentare in tutto il territorio nazionale e che dal 2021, grazie all’impegno del Comune di Vercelli e in sinergia con l’Asl, ha attivato uno sportello gratuito nella città. La mostra, inoltre, è stata finanziata dalla cooperativa sociale educativa Start e creata in collaborazione con VercelliGiovani del Servizio Civile locale, con grande impegno di Sebastiano Ruzza.
L’inaugurazione della mostra sarà moderata dalla giornalista e scrittrice Sabrina Falanga e sarà presente l’assessore alle Politiche giovanili e Emanuele Pozzolo. L’appuntamento è ad accesso libero, ma essendo ad esaurimento posti è consigliabile la prenotazione sul sito www.vercelligiovani.it
«Cosa mi aspetto da questa mostra? Vorrei che anche solo una persona, malata di un disturbo alimentare o vicino a qualcuno che ne soffre, decidesse di farsi aiutare dalle strutture apposite o dai professionisti esperti in tale materia – conclude Scherma –. È necessario far capire che guarire si può, si deve».

Le orchestre attese a "Le Acacie"

Al ristorante dancing «Le Acacie» l’autunno continua con grandi orchestre da ballo. Sabato19 novembre è atteso «Anna Ar Group», domenica 20 novembre, dopo il pranzo si ballerà, invece, con l’orchestra di Mary Maffeis, infine sabato 26 novembre in arrivo la band di Samantha e Alex Tosi. Per ogni appuntamento costo complessivo di 25 euro. Per informazione e prenotazione tavoli rivolgersi allo 0161-213824.

Week-end culturale in Biblioteca a Bianzè

Un weekend dedicato alla cultura, quello del 18, 19 e 20 novembre: Comune, biblioteca civica e Consulta giovani propongono giornate di letture, storia e giochi. Un’iniziativa nata per avvicinare le persone alla biblioteca e valorizzarla come luogo di incontro e cultura.
Si parte venerdì 18 alle 20,30 con l’incontro con l’autrice Alessia Figini che presenterà il romanzo “La luce all’improvviso.
Due gli appuntamenti di sabato 20: alle 15, in piazza Libertà, l’inaugurazione della “panchina rossa” per la prevenzione contro la violenza sulle donne e della “panchina gialla” per la sensibilizzazione sull’endometriosi, realizzate grazie all’impegno della Consulta giovani
Alle 16 con passeggiata per le vie del paese, alla scoperta dei luoghi della storia bianzinese con partenza dal palazzo comunale: guide d’eccezione il maestro Balzaretti, la professoressa Salto e il sindaco Carlo Bailo. A seguire sarà un rinfresco per tutti i partecipanti.
Contestualmente alla camminata, in biblioteca, i ragazzi della Consulta giovani intratterranno i bambini con un laboratorio dedicato al tema “decoriamo il paese per Natale”, la merenda e i giochi di una volta. Laboratori per avvicinare i bambini alla biblioteca e per realizzare simpatiche decorazioni natalizie per abbellire il paese per il Natale. Bianzé, per fronteggiare gli elevati costi dell’energia elettrica, ha infatti scelto di non allestire le luminarie che solitamente rallegravano il centro del paese nei giorni di festa.
L’intenso weekend culturale terminerà domenica alle 21,30 con il “quizzettone”, e con una serata dedicata a indovinelli e quiz per ragazzi, sullo stile di quelli organizzati in occasione del palio dei rioni di quest’estate che avevano riscosso grande apprezzamento.

Concerto per Santa Cecilia a Santhià

Sabato 19 novembre alle 21 al palazzetto dello sport di via Nobel a Santhià l'associazione musicale Banda cittadina di Santhià propone un concerto per la Festa di Santa Cecilia. Dirige il maestro Domenico Mensa, voce solista Maria Giulia Ragliani, violino solista Annalisa Signora e ad arricchire la serata vi saranno il Gruppo Tamburi e il corpo Majorettes. La Banda Musicale Cittadina è nata il 6 settembre 1793. Con il ritrovamento dell’Atto di Fondazione, si è potuto affermare con certezza la data di nascita della Banda Musicale Cittadina di Santhià. Gli ampi successi ottenuti nel corso della sua esistenza l’hanno portata a raggiungere una indiscussa qualità musicale, riuscendo a proporsi sia come gruppo folkloristico sia inserendosi nel grande e poliedrico filone delle “Bande Spettacolo”. La Banda è stata protagonista nelle sfilate dei più prestigiosi carnevali italiani ed esteri e presenza fissa e anima del Carnevale di Santhià. È stata inoltre presente in varie regioni italiane, con le esibizioni più disparate, che spaziano dai concerti alle sfilate, dalle processioni ai concertini d'intrattenimento, dalle sinfonie alle “monferrine”: un repertorio vastissimo, che riempie gli armadi e la storia. I colori sociali sono nero, bianco e arancione, come quelli della contrada “La Quercia” di Querceta (frazione di Seravezza, in provincia di Lucca), che per tanti anni ha ospitato il gruppo bandistico in occasione dello storico “Palio dei Micci”. La Banda Musicale Cittadina è gemellata dal 1994 con la Banda Cardinal Cagliero di Varazze. Ogni anno, infatti, le due compagini musicali si ritrovano durante i festeggiamenti di Santa Caterina, il 30 aprile: si pensi che la prima trasferta in terra ligure per la Banda Cittadina, in onore della Santa patrona, risale al 196. Durante tutti questi anni la Banda Musicale Cittadina non ha mai smesso di pensare al futuro: numerosi sono infatti i bambini e i ragazzi che partecipano ai corsi ad indirizzo musicale propedeutici all’inserimento in banda, necessari a garantire un inevitabile ricambio generazionale.

Mostra di Paracchini da Nelson Cornici

Oltre venti opere dell'artista vercellese Massimo Paracchini saranno esposte a partire da martedì 15 novembre fino al 15 dicembre prossimo, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19, dal martedì al sabato, alla Galleria Nelson Cornici, in via W. Manzone 55 a Vercelli; la mostra dal titolo “Tridimensional R-Evolution”, è un viaggio che riassumere il percorso artistico ed evolutivo, partendo dagli albori del figurativo, passando attraverso al transfuturismo eidetico e visionario, fino ad arrivare alla pittoscultura, ovvero l'informale puro, dove oltre alla cromia, vengono messi in risalto le forme ed i volumi della tela. Nelle sue opere non si è soffermato alla pura rappresentazione arcadica, cioè a riprodurre la realtà così come la vediamo, ma arrivando ad una percezione completamente nuova atemporale ed infinita; si è fatto visionario per poter cogliere l'aspetto più profondo, quella parte dell'inconscio da dove hanno origine tutte le emozioni, le sensazioni e i pensieri che prederanno forma e si materializzeranno all'infinito.

Seguici sui nostri canali