Eventi
Appuntamenti

Cosa fare a Vercelli: eventi dal 23 al 25 settembre

In primo piano Raccolti Festival e Viotti Day & Night, ma si sono anche altre valide iniziative.

Cosa fare a Vercelli: eventi dal 23 al 25 settembre
Eventi Vercelli e dintorni, 22 Settembre 2022 ore 14:05

Nella foto una precedente edizione del Festival Raccolti.

Raccolti Festival e il Viotti Day & Night

Ben due rassegne di notevole livello in programma in questi giorni.

Domani, venerdì 23 settembre, si apre nel cortile di San Pietro Martire il "Raccolti Festival" 2022, quarta edizione della kermesse dell'associazione "Bottega Miller", con l'arrivo di grandissimi ospiti in città. Leggi l'articolo con il programma.

Sabato 24 e domenica 25 si aggiungeranno anche le due maratone musicali, il 24 a Vercelli e il 25 a Fontanetto Po, del "Viotti Day & Night", promosso dalla Camerata Ducale, sesta edizione. Previsti 150 concerti "Face to Face", per un solo spettatore, in location fantastiche e diversi altri appuntamenti. A Vercelli la giornata viottiana prevede una stretta collaborazione con "Raccolti Festival". Per saperne di più leggi l'articolo relativo.

Ma le iniziative sono tante al di là di questi due eventi, ecco i principali appuntamenti.

Il Te Deum di Charpentier al teatro Civico

Pagine solenni di musica sacra, il «Te Deum» e il «Magnificat» di M. A. Charpentier, attendono gli appassionati di musica al teatro Civico sabato 24 settembre (ore 21) per la Stagione della Società del Quartetto, rassegna «Antiqua Vercelli».

Sarà un grande concerto sinfonico-corale, con l’«Accademia del Ricercare» e della «Corale Universitaria di Torino», dirette rispettivamente da Pietro Busca e Paolo Zaltron, e dei solisti: Karin Selva, e Arianna Stornello, soprani, Gianluigi Ghiringhelli, contralto, Alessandro Baudini, tenore, Mauro Borgioni, basso. Il concerto entra nel cuore del Barocco francese con due delle opere più conosciute di Marc Antoine Charpentier. Il Te Deum H.146, che molti hanno sentito in passato come sigla dell’Eurovisione, venne composto da Charpentier per la Sainte-Chapelle, unica istituzione musicale parigina in possesso dell’organico strumentale prescritto dall’autore, che oltre agli archi comprende flauti dolci, oboi, fagotti, trombe e timpani. Il compositore è oggi riconosciuto come una delle grandi figure dell’era barocca, di grande originalità e profondità emotiva. Il «Te Deum», senza dubbio è la sua opera più conosciuta e popolare. Potrebbe essere stato scritto per celebrare la vittoria di Luigi XIV sugli alleati a Steenkerque nelle Fiandre (1692).

Il Preludio crea fin dalla prima battuta un’atmosfera trionfale ed esultante, proponendo una geniale alternanza tra le trombe e gli archi. A questa gioia universale fa da contrasto l’atmosfera più soffusa del Magnificat, il canto di Maria che il compositore francese intonò con una carezzevole dolcezza
I biglietti (3/7/10/12 euro) sono disponibili presso la Società del Quartetto, via Monte di Pietà 39 a Vercelli, ore 15,30-18,00 oppure si possono prenotare telefonicamente al n. 0161255575 o con email: biglietti@quartettovercelli.it.

Il programma danzante de "Le Acacie"

Un autunno davvero ricco al ristorante-dancing «Le Acacie». Le serate danzanti riprenderanno sabato 24 settembre con l’orchestra Paolo Bagnasco, poi si raddoppia la domenica, con pranzo e ballo, il 25 settembre orchestra Maurizio Medeo, sabato 1° ottobre sarà di scena Nunzia Tulipano, domenica 9 ottobre l’orchestra di Tonya Todisco.
Come al solito si abbineranno cena (o pranzo) alla serata/pomeriggio danzante. Il costo è indicativamente di 25 euro tutto compreso.
Ma per avere informazioni complete, oltre che per la prenotazione di tavoli, si può contattare il locale allo 0161-213824.
Inoltre la pagina Facebook è solitamente sempre aggiornata.

Il porto e Giovannino Guareschi al Museo Leone

Giovannino Guareschi sarà il protagonista del nuovo spettacolo de «Il Porto», previsto al Museo Leone per domenica 25 settembre alle ore 17, un’ora piacevole con «Giovannino Oliviero Giuseppe Guareschi... in famiglia...». Leggi l'articolo.

Le Giornate Europee del Patrimonio

In occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio 2022”, dedicate al tema «Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro», una selezione di documenti, tratti dai fondi custoditi nell’Archivio di Stato di Vercelli e nella sezione di Archivio di Stato di Varallo, offre un nuovo sguardo su documenti che sono stati impiegati come copertine per racchiuderne altri. Questi atti “riciclati” diventano per un giorno protagonisti. L’appuntamento è per domenica 25 settembre dalle ore 15 alle ore 19 nel chiostro del Convento di Santa Maria delle Grazie, in via Manzoni 11. L’ingresso è libero e gratuito. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Archivio Storico della città di Vercelli, che svilupperà il medesimo tema con una iniziativa dal titolo “Ri-cycli: antiche pergamene riciclate”, che si svolgerà domenica 25 settembre presso il palazzo della Biblioteca Civica in via A.G. Cagna, 8 dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 15 alle ore 19, sempre ad ingresso libero e gratuito. Altre iniziative della Giornata.

Il Fuori Festival di Ogni luogo è un teatro

Il festival #ogniluogoèunteatro ha portato gli attori nelle case private, sui pullman, in angoli particolari. E’ stata una vera invasione che continua ancora per qualche giorno e che si concluderà venerdì 23 settembre, ma con una “coda” l’extrafestival, con uno spettacolo che debutterà domenica 25 settembre.

Verrà posta l’attenzione su temi che sembrano superati, come molti pensano, dicono e credono, ma in realtà tutto ciò non è vero. Argomenti sempre di forte attualità: il razzismo, l’integrazione, la lotta all’omofobia.

Sarà ricordato che il disprezzo del ‘diverso’ è ancora radicato nella mente di molte persone. Alla fine nello spettacolo viene utilizzato il vecchio adagio «chi disprezza ama», per far saltare come birilli tutti i preconcetti.
L’ideatore del progetto, Gian Marco Sabato, spiega come è nato e come verrà rappresentato.
«L’idea mi è venuta - racconta l’ideatore - dopo aver visto il film “The Brotherhood la fratellanza”, del regista Nicolo Donato italo/danese vincitore del “Marco Aurelio” d’oro al festival internazionale del cinema di Roma.
Ho contattato il regista, il quale entusiasta del mio progetto di renderlo una pièce teatrale, mi ha dato il completo benestare sull’utilizzo della storia. Grazie all’amicizia di Cuocolo e Bosetti ho conosciuto Saverio Minutolo, sceneggiatore teatrale che colpito dalla storia ha deciso di scrivere un copione teatrale liberamente tratto dal film e dopo tre stesure siamo arrivati a quella definitiva. Con il copione in mano avevo chiesto il mio amico Gianluca Mischiatti, nonché socio anche lui della mia compagnia, “Skenè Teatro Team”, se voleva aiutarmi nella regia. Poi, però, è arrivata la pandemia e il progetto è rimasto lì. Nel settembre 2021 per la seconda edizione del festival #ogniluogoèunteatro ho conosciuto tutta l’organizzazione che stava dietro a questo festival, gli stessi Cuocolo Bosetti, Anna Russo, Livio Ghisio Annalisa Canetto e Anna Crichiutti, i quali forse visto il mio entusiasmo e il fervore, mi hanno spronato a metterlo in scena a tutti i costi. E da lì è nata l’avventura de “La fratellanza”. Poi, grazie alla collaborazione di Diego Pasqualin di Studio 10 City Art Gallery di Vercelli, realizzeremo lo spettacolo all’interno della galleria. Questo luogo ha permesso di proporre lo spettacolo all’organizzazione del Festival e al 25 settembre andrà in scena il primo spettacolo alle 21,30». Si replicherà poi da lunedì 26 a giovedì 29, sempre alle ore 21,30. Costo d’ingresso 15 euro. Per informazioni e prenotazioni: 328-4592121.

Pagliacci nel cuore: torna la camminata senza barriere

Torna la “Camminata senza barriere #2”, domenica 25 settembre, seconda edizione della manifestazione ideata e realizzata dall'Associazione di clownterapia “Pagliacci nel cuore”, con il patrocinio del Comune.
Si tratta di una camminata aperta a tutti, organizzata per raccogliere fondi a favore dei progetti solidali dell’Associazione e per promuovere l’inclusione sociale. Un bel momento di socializzazione, movimento, promozione di stili di vita attenti alla salute, oltre che un’occasione per conoscere l’associazione, guidata da Simona Bernardini, che tanto si impegna a favore dei piccoli malati.

Il ritrovo è dalle ore 9 in piazza Cavour, per raccogliere le ultime iscrizioni e accogliere i partecipanti; mentre la partenza è prevista per le ore 10,30.
Il percorso della camminata non competitiva sarà di circa quattro chilometri e si snoderà lungo le vie cittadine, fino al rientro previsto, nuovamente, in piazza Cavour.

Le pre-iscrizioni sono aperte ed è possibile rivolgersi alla Boutique Vellano in via Dante 6, a Vercelli.

Ai primi 200 iscritti sarà regalata la maglietta dell'evento e offerto un piccolo ristoro a fine camminata, per poter degustare un piatto di panissa.

«Dopo il difficile periodo vissuto a causa dell’emergenza Covid-19, potersi ritrovare e trascorrere del tempo insieme diventa ancora più significativo, a dimostrazione di come sia importante divertirsi, socializzare, condividere una bella esperienza e, allo stesso tempo, poter fare del bene», commentano dall’associazione che, in pas

Personale di Pasqualin a Studio Dieci

A Studio Dieci, piazzetta Pugliese Levi, è allestita una personale di Diego Pasqualin. Mostra a ingresso libero che si può visitare dal venerdì alla domenica. Leggi l'articolo per saperne di più.

Una mostra della "Banca del Tempo"

La Banca del Tempo di Vercelli, che ha come finalità il valore della solidarietà nella forma della reciprocità basandosi unicamente sullo scambio del tempo, ha il piacere di presentare la mostra fotografica “Una vita, cento vite” Ritratti e visioni in mostra nella Sala delle Unghie del socio e fotografo amatoriale Fabrizio Carrubba.

Un progetto di ritrattistica che vede come protagonista gente comune che si è offerta, per i pochi minuti necessari alla realizzazione degli scatti, all’autore. Cento volti in espressioni scelte direttamente dai soggetti immortalati, in modo da essere rappresentati nelle loro vere emozioni e nel loro carattere unico. Un progetto che accomuna tutti i partecipanti, sia per la scelta dell’illuminazione, sia per la volontà di mettersi parzialmente a nudo di fronte alla fotocamera. Uno spaccato dell’umanità che ha visto concludere la fase di scatto del progetto con solo due giorni di anticipo al primo lockdown per la pandemia da Covid 19. Un lavoro che pertanto assume una rilevanza maggiore, dando la possibilità, non solo ai soggetti fotografati, di scorgere eventuali cambiamenti del nostro essere dovuti al periodo storico che abbiamo vissuto, a distanza di ormai due anni.
Una visione unica dell’autore per unire questi intensi cento frammenti di vita, che potranno essere visti nella splendida cornice messa a disposizione da Banca del Tempo APS di Vercelli, ovvero la prestigiosa Sala delle Unghie, con i suoi meravigliosi affreschi. L’ingresso è possibile tutti i giorni da sabato 17 a domenica 25 settembre dalle ore 17 alle ore 19, con accesso presso il complesso del Chiostro di San Pietro Martire, area PISU.

La mostra rimarrà aperta dalle ore 17,00 alle ore 19,00 dal giorno 17 a domenica 25 nella sala delle unghie presso area Pisu – ingresso lato parcheggione.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter