Cultura
Appuntamenti

Cosa fare a Vercelli e dintorni: gli eventi dal 17 al 19 giugno 2022

Fra le tante iniziative lo spettacolo de "Il Porto" domenica al Museo Leone e il Carnevale estivo a Santhià.

Cosa fare a Vercelli e dintorni: gli eventi dal 17 al 19 giugno 2022
Cultura Vercelli e dintorni, 16 Giugno 2022 ore 13:03

Nella foto Roberto Sbaratto con Cinzia Ordine e il presidente del Museo Leone Gianni Mentigazzi alla presentazione dello spettacolo de "Il porto" che si terrà domenica in museo.

Giornate dell'Archeologia al Mac

Il Mac, Museo Archeologico della Città di Vercelli partecipa alle «Giornate Europee dell’Archeologia». Primo evento venerdì 17 giugno alle ore 17.30 con la conferenza di Francesca Garanzini e Lucia Mordeglia, Funzionarie Archeologhe della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli che tratteranno del tema «Un nuovo quartiere residenziale di età romana: gli scavi presso l'ex Ospedale di S. Andrea». un’anticipazione delle indagini archeologiche – ancora in corso - presso il cantiere della nuova “torre libraria” per la futura sede della Biblioteca civica: una nuova tessera del mosaico che va configurando il quadro urbanistico della città in epoca imperiale. L’ingresso è gratuito previa prenotazione allo 0161 649306 o all’indirizzo mail: macvercelli@gmail.com.
Domenica 19 giugno alle ore 16.30 seguirà una proposta di aggiornamento della topografia e delle caratteristiche degli insediamenti preromani di Vercelli, a cura del Conservatore archeologo Fabio Pistan; ingresso al museo alle condizioni consuete.

Escursione per i viali con Atlantide

Dopo i due anni di interruzione per la pandemia, quest’anno il CRA Centro Ricerche Atlantide, in collaborazione con l’associazione Monumenti Vivi, insieme all’UPO Università del Piemonte Orientale, con il Gruppo Piemontese Studi Ornitologici ed il sostegno della Fondazione del Tesoro del Duomo e del Museo Francesco Borgogna, organizza una passeggiata in Vercelli per andare a scoprire i “Monumenti Vivi” della città con i loro abitanti. A condurre la passeggiata i docenti dell’UPO, Marco Cucco e Irene Pellegrino, che racconteranno storie e comportamenti di questi splendidi uccelli. L’evento è in programma venerdì 17 giugno. La partecipazione è gratuita, con offerte libere per sostenere I progetti dell’Associazione. Il ritrovo è alle 20, la conclusione è prevista per le 22 circa. La partecipazione è a numero limitato, è obbligatoria la prenotazione: 347.2454481 o centroatlantide@yahoo.it. In caso di pioggia la passeggiata sarà annullata.

Ducale.Lab: due giovani talenti al Museo Leone

Nuovo appuntamento per Ducale.Lab, venerdì 17 giugno alle ore 18,30, al Museo Leone appuntamento con il duo di giovani talenti Davide Agamennone al violino e Lucia Avoledo al pianoforte, che hanno vinto la borsa di studio come migliore ensemble il «Premio Cerruti» messo a disposizione da Franco Vercellotti in memoria della moglie, la professoressa Maria Cerruti.
Eseguiranno di Mozart: «Sonata per violino e pianoforte n. 18 in sol maggiore, K 301», di Brahms: «Sonata n. 1 il sol maggiore per violino e pianoforte, op. 78», di Auerbach, autore contemporaneo, tre dei «14 preludi per violino e pianoforte».
Un programma varie e impegnativo per evidenziare il virtuosismo di questi due ragazzi che arrivano dal Conservatorio Cantelli di Novara ed hanno già all’attivo, singolarmente, numerosi concorsi nazionali ed internazionali.
Biglietti a 5 euro presso la biglietteria “Viotti Club” via G. Ferraris 14, Vercelli, dal mercoledì al sabato dalle 14 alle 18.50 (orario estivo, valido dal 1° giugno - al 30 settembre) o al Museo Leone un’ora prima del concerto.
Info: www.viottifestival.it – email biglietteria@viottifestival.it - cell. 329 1260732.

Danza e musica al Museo Borgogna

Dopo il Jazz, con il grande fisarmonicista Gianni Coscia, la Stagione della Società del Quartetto incontra la danza nel prossimo appuntamento di venerdì 17 giugno, Museo Borgogna, ore 21, con lo spettacolo “Movimenti” da un’idea di Sergio Sorrentino condivisa con il danzatore e coreografo Matteo Marchesi.
Strutturato in diversi episodi, il concerto spettacolo di Matteo Marchesi, Luca Sigurtà (elettronica), Sergio Sorrentino (chitarra) unisce ambientazioni sonore dolci e oniriche di matrice ambient e minimalista con i movimenti armonici del corpo.
Coreografie e composizioni costituiscono un unicum espressivo: la composizione colta si unisce all’improvvisazione estemporanea del danzatore e dei musicisti, in un continuo dialogo poetico che disegna movimenti visivi e sonori.
Matteo Marchesi, nato nel 1987, è un artista italiano impegnato come performer e coreografo. Dopo gli studi di danza e di scenografia e costume a Brera, continua il suo percorso di ricerca con artisti quali Roberta Mosca, Tillman O’Donnel, Keren Rosenberg. Ha lavorato con autori quali Riccardo Buscarini e Cora Kroese e come assistente coreografo ai lavori di comunità di Virgilio Sieni.
Attualmente lavora come performer per Silvia Gribaudi ed è artista associato di Zebra, con la direzione artistica di Silvia Gribaudi e Chiara Frigo. Sviluppa progetti multidisciplinari di cui la danza è il perno. I laboratori e i progetti con la comunità sono parte fondante del suo processo artistico.
I biglietti (12/10/7/3 euro) sono disponibili presso la Società del Quartetto, via Monte di Pietà 39 (lun-ven ore 15,30-18,00). Prenotazioni tel. 0161 255575 o con email: biglietti@quartettovercelli.it.

Concerto dell'Anffas

Gli allievi del Corso di Musicoterapia Orchestrale dell’Anffas saranno impegnati sabato 18 giugno nel concerto di fine corso. E’ dal 2002 che alla “Muni Prestinari” si fa musica, un lungo ed intenso periodo nel corso del quale i ragazzi dell’Anffas hanno imparato a suonare cimentandosi in impegnative performances, con cui superano l’ansia di affrontare gli spettatori. Lo spettacolo, ricco di brani semplici ma sicuramente emozionanti, sarà il corollario di un intenso anno di attività. Anffas ringrazia il Comune e la Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli per il sostegno e gli insegnanti Alberto Catuogno, Roberto Saccamani, Claudio Bianzino e Silvia Stecchi.
Appuntamento a «Le Acacie» in Corso Rigola 128 a Vercelli sabato 18 giugno alle ore 15,30. I vercellesi sono invitati per uno spettacolo unico ed emozionante.

La mostra "Disegnare le Parole"

"Disegnare le Parole" è il titolo di una interessante mostra collettiva, curata da Dario Gaito, con esposizione di opere originali su carta e libri d'artista. A fronte di grandi testi poetici (Campana, Merini, Pound, Neruda, Pasolini, Marinetti, Montale e solo per fare qualche nome) le opere a essi ispirati di 25 artisti italiani contemporanei, fra cui molti validi nomi vercellesi. Inaugurazione sabato 18 giugno ore 17 presso la sede dell'associazione "Printmaking Vercelli", Via Sant'Ugolina 30. Resterà poi aperta fino al 30 giugno il giovedì e venerdì (16,30-19), sabato e domenica anche dalle 10 alle 12. Ingresso libero.

Sabato 18 giugno al Museo del Tesoro del Duomo un evento particolare: “Il vescovo, il guerriero e la strega”, che è il primo gioco di ruolo al Museo del Tesoro del Duomo, organizzato in collaborazione con l’associazione "Stanza dei Sogni" di Vercelli e il Servizio Civile di Vercelli. Leggi l'articolo completo.

I borghi del Piemonte al Mulino di Fontanetto Po

Torna la rassegna «Librinvalle» che copre la Valcerrina ma non disdegna uscite nel Vercellese.
L’appuntamento è per sabato 18 giugno nella suggestiva cornice dell’Antico Mulino Riseria San Giovanni alle 17. Sarà presente lo scrittore Dante Paolo Ferraris, che presenterà il suo volume «Girovagando per il Piemonte», un percorso alla scoperta dei piccoli borghi.
Interverranno con l’autore Mauro Gardano (proprietario dell’antico mulino), Massimo Iaretti, consigliere delegato per la Cultura della Valcerrina, nonché ideatore della rassegna, che ha già visto numerosi appuntamenti nei mesi scorsi.
Dialogherà con l’autore, per scoprire le peculiarità della pubblicazione, la professoressa Beatrice Ferrari. Evento patrocinato dal Comune di Fontanetto Po, ingresso libero.

Festa del Riso a Buronzo

E’ partito il conto alla rovescia per la Festa del Riso di Buronzo. Si partirà venerdì 17 giugno e si proseguirà sino a domenica 19. Il tutto nell’area mercatale in piazza Colonnello Solano. Si comincerà con una serata dei risotti a partire dalle 20. Seguirà il ballo con Stefano Teruggi. Il giorno successivo, sabato 18 giugno, si potranno degustare una serie di specialità piemontesi dalla panissa agli agnolotti, dalle lumache alle grigliate. Michael Capuano intratterrà il pubblico con la sua orchestra. Domenica 19 infine oltre alla cena ricca di specialità si potrà ballare con “Le mondine”. I partecipanti sicuramente potranno divertirsi e trovare un momento all’insegna della spensieratezza per degustare anche tantissime prelibatezze. Dopo due anni di pandemia, l’appuntamento del prossimo fine settimana riuscirà a coinvolgere tutto il paese e non solo.

Serata danzante sabato alle Acacie

Al ristorante e dancing vercellese «Le Acacie» l’estate sarà nel segno del ballo con numerose orchestre di primo piano. Sabato 18 giugno è atteso Cristian Patarini e la sua fisarmonica. Alle ore 20,30 la cena, dalle 21,30 musica e ballo. Costo completo 25 euro, per altre informazioni e per prenotare un tavolo rivolgersi allo 0161-213824, altre info sulla pagina facebook.

Ridere, ridere!!! con Sbaratto e Il Porto domenica 19

Gli italiani ridevano durante il Ventennio? La risposta è sì... Si rideva eccome ma di un umorismo sottile, raffinato, scevro dalle allusioni e dalle volgarità di oggi e di un passato nemmeno troppo recente.

Le risate degli italiani erano cadenzate dalle uscite di due fortunatissimi periodici oggi quasi completamente dimenticati ma di grandissimo valore storico: il “Marc’Aurelio”, bisettimanale edito a Roma tra il 1931 e il 1943, amato dai ceti popolari, e “Il Bertoldo”, pubblicazione milanese uscita tra il 1936 e il 1943, più letto nella borghesia. Giornali che tiravano fino a 500mila copie (dato di vendita oggi impensabile anche per un quotidiano) e che facevano fremere i giovani fuori dalle edicole in attesa delle rispettive uscite.
“Marc’Aurelio” e “Bertoldo” saranno al centro dello spettacolo “Ridere, ridere” che si terrà domenica prossima nella magnifica cornice del cortile di Casa Alciati al Museo Leone a cura dell’Associazione Culturale “Il Porto”.

Protagonisti saranno due autentici big della nostra cultura: Roberto Sbaratto e Cinzia Ordine. Punto di partenza dello spettaolo un libro intitolato “A tutto Metz”, raccolta di brevi racconti e storielle curata da Vittorio Metz, uno dei più grandi autori umoristici della storia della cultura italiana. Metz, al pari di Marcello Marchesi, Giovanni Mosca, Achille Campanile e il più noto Giovannino Guareschi, ha fatto parte delle redazioni delle due fortunate pubblicazioni umoristiche che tennero banco tra le due guerre mondiali. Le straordinarie battute scritte da questi autori sono entrate nell’immaginario collettivo e vi sono presenti ancora oggi dal momento che i grandi del cabaret pescano in questo sterminato repertorio ancora moltissimi spunti per farci sorridere.

Cinzia Ordine e Roberto Sbaratto accompagneranno il pubblico in un viaggio immaginario attraverso cinque decenni, dagli anni trenta agli anni settanta: da Bertoldo e Marc’Aurelio alla comicità dirompente di Walter Chiari fino ai raffinati non sense di “Alto Gradimento”, trasmissione radiofonica del duo Arbore-Boncompagni che ha riscritto i codici del far ridere nel nostro paese. E poi ancora, lo straordinario ciclo di Don Camillo e gli inimitabili film di Totò per arrivare a quelli di Steno, Fellini e Scola. Tutto legato dalla diretta discendenza di quella comicità limpida ideata da Metz, Marchesi e compagnia...
La passeggiata nel tempo, sarà condotta a due voci come detto: quella di Cinzia Ordine, che impersonerà come sempre la prof che racconta la cornice, la nascita delle due celebri riviste e la loro collocazione nella società e nella cultura dell’epoca e che proporrà le coordinate biografiche e qualche aneddoto dei personaggi che animarono quella feconda stagione; e quella di Roberto Sbaratto, narrante e recitante, che porterà il pubblico nel vivo dei testi e - c’è da scommetterci - farà scoppiare non poche risate.
L’appuntamento è fissato per le ore 18 al Leone: la prenotazione è gradita anche se non obbligatoria (0161-253204 fino a venerdì ore 12,30).

L’evento è realizzato da Il Porto in collaborazione con il Museo Leone e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli e grazie alla sponsorizzazione di Costantino Immobiliare. Importantissime le collaborazioni del presidente dell’ente museale Gianni Mentigazzi e del conservatore Luca Brusotto.

Domenica da Mondadori si presenta il nuovo libro di Vera Bullano

La scrittrice vercellese Vera Bullano presenterà il suo nuovo libro "Lella Beretta: una vita da favola", 70 pagine, Edizioni Effedì, 14 euro. Una produzione tutta vercellese da scoprire domenica 19 giugno, alle ore 18 alla libreria Mondadori di Vercelli. Interverranno l’autrice, Lella Beretta, Roberta Martini (giornalista) ed Elisa Volta (autrice). Altri dettagli

Vercelli Summer Festival Pro Ucraina a Lignana

La prima edizione del ‘Vercelli Summer Festival’, organizzata dal Lago degli Amici insieme ai volontari di Pro Italia (e tante altre persone dal grande cuore), raccoglierà fondi per aiutare la costruzione di una casa famiglia a Vinnytsia: una delle principali città dell’Ucraina occidentale martoriate dalla guerra. Terrà banco tutta la giornata di domenica 19 giugno con musica e tanti eventi. Scopri il programma.

Prarolo: camminata benefica "a sei zampe"

Camminata a sei zampe tra le risaie, questo il titolo dell’evento che si svolgerà domenica 19 giugno in paese.
La Pro Loco di Prarolo ha infatti organizzato una passeggiata con gli amici a 4 zampe per aiutare l’associazione Prijedor Emergency Onlus, che è impegnata per salvare i cani dall’inferno del canile lager Kurevo Shelter a Prijedor in Bosnia Erzegovina.
Il programma prevede: alle ore 9,30 partenza dall’area polifunzionale della Pro Loco del paese per una camminata di circa un’ora e mezza tra le risaie, al rientro verrà servita una panissa, dolce, acqua e caffè per tutti. Il costo è di 12 €, gratuito fino a 12 anni. In caso di maltempo l’evento verrà spostato a domenica 26 giugno.
Si tratta di un appuntamento molto interessante per passare alcune ore di svago insieme a molti amici, a quattro e due zampe...
Per informazioni e prenotazione contattare Monica entro il 15 giugno al numero 347 7130859.

Il mega Carvè estivo a Santhià

Cinque giorni di grande festa, dal 17 al 21 giugno, stanno per arrivare a Santhià con il Carnevale estivo, quello storico, che dura da mille anni. Saranno festeggiamenti grandiosi per rendere onore a questo importante evento con una sfilata notturna il 18 giugno e una diurna il 19 giugno con maschere e carri, veglioni danzanti, bande, gruppi storici e appuntamenti enogastronomici. Dal 18 al 21 giugno saranno presenti ben otto birrifici, con 24 birre artigianali e i migliori cibi di strada italiani e piemontesi, curati dall’organizzazione “Fuori i Fusti by Bolle di Malto” e selezionati da Gusto Italia. La tradizione del “Giobia Grass” non verrà lasciata da parte, ma verrà festeggiata con un più uno, ovvero venerdì 17 giugno piazza Aldo Moro si trasformerà in un ristorante a cielo aperto con venti postazioni, allestite da altrettante compagnie carnevalesche, che offriranno alla popolazione piatti tipici dalle 19.30. Carnevale non è solo divertimento, ma anche natura, infatti Santhià è il rifugio dell’airone cinerino del cavaliere d’Italia, degli ibis, di cicogne, del tarabuso, della pittima reale e tanti altri che si potranno ammirare col binocolo oltre a vie ed edifici ricchi di storia e il castello di Vettignè.
Il Programma
Sabato 18 giugno - La tradizionale Sfilata notturna del Carnevale Storico di Santhià quest’anno si svolgerà di sabato dalle ore 20.30, con carri e maschere illuminati. Sempre nella giornata di sabato si terrà l’inaugurazione della manifestazione enogastronomica “Fuori i Fusti”; ore 23.30 spettacolo musicale just4deejays.
Domenica 19 giugno - Dalle 16.30 si svolgerà la tradizionale Sfilata diurna del Carnevale Storico di Santhià, con carri e maschere multicolore. Proseguirà inoltre la manifestazione enogastronomica “Fuori i Fusti”; ore 22.30 spettacolo musicale Explosion.
Lunedì 20 giugno - Nel pomeriggio di lunedì, fino a sera, si svolgeranno svariati giochi di intrattenimento rivolti ai bimbi. Proseguirà la manifestazione enogastronomica “Fuori i Fusti”; ore 22 spettacolo musicale The Royal Band Queen Tribute.
Martedì 21 giugno - Giochi per i bimbi - “Fuori i Fusti” By Bolle di Malto – Rogo del Babaciu, cerimonia di chiusura del Carnevale, alle 22 in piazza Maggiore. Fra il suono delle campane a lutto e le note di una marcia funebre, che si tramuta subito dopo poche note in una "monferrina" sfrenata. Nel pomeriggio di martedì, fino a sera, si svolgeranno altri giochi di intrattenimento rivolti ai bimbi. Alla sera si concluderà la manifestazione enogastronomica “Fuori i Fusti”. Alle 22 spettacolo musicale The Bowman.
Percorso sfilate e divieti
La Direzione del Carnevale Storico di Santhià ha adottato da alcuni anni il seguente sistema di chiusura del percorso delle sfilate. Le barriere (sorvegliate) sono posizionate nelle vicinanze delle sfilate e questo contribuisce a migliorare la viabilità e l’accessibilità alle zone di Santhià non interessate dai corsi mascherati. Inoltre in questo modo si possono controllare maggiormente la sicurezza e l’afflusso del pubblico pagante presso gli ingressi indicati sulla mappa con il simbolo “C” e cioè: corso Sant'Ignazio, corso Sempione, corso Nuova Italia e via Matteotti. Il sistema di chiusura sarà attivo dalle 18 alle 23 di sabato 18 giugno e dalle 12 alle 19 di domenica 19 giugno (fino al termine delle sfilate).
I Corsi Mascherati seguiranno un percorso che si svilupperà su piazza Aldo Moro, piazza Vittorio Veneto, via Dante Alighieri, via Gabriele D’Annunzio, via Raffaello Sanzio, via Cristoforo Colombo, via Giacomo Matteotti, via Carlo Collodi. La sfilata di sabato, in notturna, si svolgerà dalle 20.30 alle 23, mentre quella di domenica avrà luogo dalle 16 alle 19.
Da sabato a martedì, in piazza Aldo Moro, verrà allestito uno speciale “Beer & Street Food”, denominato “Fuori i Fusti by Bolle di Malto”, che permetterà ai visitatori di gustare birre prodotte da micro birrifici artigianali e alcune specialità della tradizione culinaria italiana.
L’accesso al percorso delle sfilate per i non residenti è a pagamento: per ciascuna sfilata il costo è di 5 euro (ma i bambini fino ai 12 anni di età hanno accesso gratuito).
Per tutti i Santhiatesi l’ingresso ai corsi mascherati è libero, passando dagli accessi abilitati all’ingresso e presentando un documento comprovante la loro residenza in Città. Sono in ogni caso gradite offerte per mantenere viva la tradizione della questua, che non è stato possibile effettuare con le consuete modalità (non avendo potuto svolgere le “pule”).
Tutte le altre strade di accesso rimarranno bloccate e chiuse per l’intera manifestazione, salvo casi di emergenza pubblica.
La Direzione del Carnevale, sicura della comprensione da parte dei cittadini, si scusa anticipatamente per gli eventuali disagi arrecati.

Seguici sui nostri canali