Eventi
Iniziative

Cosa fare a Vercelli e dintorni: gli eventi del weekend dell'11 e 12 settembre

Spiccano il debutto del Palio dei Rioni di Vercelli e la Sagra d'la Pulenta e Marluss.

Cosa fare a Vercelli e dintorni: gli eventi del weekend dell'11 e 12 settembre
Eventi Vercelli e dintorni, 09 Settembre 2021 ore 10:00

Nella foto i musei Borgogna e Leone, sede di alcuni eventi nel fine settimana.

Riparte la stagione Anacoleti

Al Teatro Civico venerdì 10 settembre alle ore 21, con uno spettacolo dedicato ad l tema dell’amore, al tabù, al pregiudizio e alla Sicilia riparte la stagione di Officina Anacoleti. In scena lo spettacolo “Io, mai niente con nessuno avevo fatto”, una produzione Teatro Bellini di Napoli. Sul palco, tre giovanissimi attori della compagnia teatrale siciliana “Vuccirìa Teatro”: Joele Anastasi, nella triplice veste di attore, drammaturgo e regista, Enrico Sortino e Federica Carruba Toscano.
Inserito nella stagione 2020/2021 “NonTemporanea” di Officina Anacoleti, “Io, mai niente con nessuno avevo fatto” è uno spettacolo molto acclamato sia in Italia che all’estero e vincitore di importati premi come, tra gli altri, il “Best Show” al San Diego International Fringe Festival, Miglior Spettacolo, Drammaturgia e Attore al Roma Fringe Festival e Premio della Critica al Festival Direction Under 30.
E’ la storia di due cugini che crescono come fratello e sorella in un piccolo paese della Sicilia di fine anni ’80 e del loro desiderio di evadere e amare liberamente.

L’appuntamento con Vuccirìa Teatro è venerdì 10 settembre alle 21, al Teatro Civico di Vercelli: i biglietti sono disponibili in prevendita online sulla piattaforma Vivaticket e acquistabili la sera stessa dello spettacolo a partire dalle ore 20 alla biglietteria del Teatro Civico: intero 15 euro e ridotto 10. Ingresso consentito con Green pass.

Nasce il Palio dei Rioni: una festa per tutti

Una due giorni di sport e giochi goliardici tra i rioni della città per divertirsi in amicizia. Per unire i vercellesi nel nome del sorriso e dello spirito di unità. Un’idea che al presidente dell’Ascom Tony Bisceglia balenava in testa ormai da una quindicina di anni. Così pure agli amici-colleghi de La Sesia, animati dagli stessi propositi. E proprio dallo storico giornale che compie 150 anni è partito lo sprint decisivo che ha coinvolto l’Ascom, la Camera di Commercio, Laura Musazzo e il Coni, Erreà di Marzio Dan e i creativi di BrokenEgg Entertainment.
E’ nato così il «Palio dei Rioni» di Vercelli che si svolgerà nelle giornate di sabato 11 e domenica 12 settembre che vedrà coinvolte dieci borgate in una due giorni di tornei sportivi e giochi goliardici.
«Grazie al Comune di Vercelli, alla Camera di Commercio e con l'aiuto di Ascom abbiamo organizzato questa manifestazione per l'anniversario del nostro giornale. La volontà è quella di giocare insieme alla città dopo più di un anno e mezzo di Covid, cercando di unire e non di dividere nella speranza che questo possa essere uno strumento per creare sinergie utili per il territorio. Un particolare ringraziamento va alla professoressa Musazzo e i suoi unici ed indispensabili collaboratori, a Marzio Dan e a tutti coloro che hanno creduto nel progetto» ha sottolineato Federico Gastaldi, direttore dei Servizi Pubblicitari de La Sesia.

A organizzare  sono stati Alex Zarino e Valeria Facelli di Broken Egg.

Per partecipare non ci sono vincoli obbligatori della residenza, per far parte di una squadra basta abitare nel raggio di 40 chilometri dal capoluogo, senza limite di età, soprattutto per i giochi della domenica che si svolgeranno a parco Kennedy. La location sarà divisa in sei aree dove si svolgeranno i giochi che saranno in parte dinamici, soprattutto i giochi di una volta, ci sarà il calciobalilla umano e alcuni gonfiabili, la maxi box dei gladiatori, la staffetta dei rioni, interamente dedicata al riso: staffetta inclusiva, si parte da soli e si finisce in cinque e prevede delle prove sulla falsa riga di conosciute trasmissioni televisive, che prevedono rapidità e gioco di squadra per terminare in minor tempo possibile, cinque tappe legate al riso e tanto altro ancora, naturalmente tutto in sicurezza per mantenere le distanze e per divertirsi.

Per accedere all’area e ai giochi bisognerà avere il Green Pass.

La domenica mattina, dalle 10 alle 12,30 circa, sarà dedicata soprattutto ai bambini con ingresso libero e niente green pass fino a 12 anni. Alle 14,30 di domenica ci sarà la vera e propria inaugurazione in collaborazione con le scuole di danza e Laura Musazzo, delegato Coni che ci ha aiutato con i tornei sportivi, con una coreografia di apertura dei giochi. Le premiazioni all'ex Area Pisu dalle 21 alle 23, sempre di domenica.

La Sesia coglie l'occasione per festeggiare due momenti simbolo che hanno caratterizzato la lunga vita del giornale, la consegna dei Premi di Bontà e la premiazione di “Vota il Campione”, organizzata dal Coni con la collaborazione de La Sesia, si svolgeranno in strutture attrezzate comunali quali parco Kennedy e all'ex Area Pisu (Antico Ospedale), nel pomeriggio di domenica 12 settembre.

«Fora Tüt» organizzato da Ascom Vercelli

I commercianti vercellesi si preparano ad allestire le proprie bancarelle in occasione dell’ormai tradizionale «Fora Tüt» organizzato da Ascom Vercelli. Sabato 11 e domenica 12 settembre, infatti, davanti alle vetrine dei negozi aderenti saranno esposte le mercanzie invendute durante la stagione estiva e non solo.
«Si tratta - spiega Andrea Barasolo, direttore di Ascom Vercelli - di un’iniziativa da sempre apprezzata, sia da parte dei commercianti locali che da parte dei consumatori… Si possono fare ottimi affari e comprare merci di qualità a prezzi enormemente ridotti. Per gli acquirenti ciò significa fare acquisti vantaggiosi, mentre per i commercianti rappresenta un’occasione per “smaltire” la mercanzia invenduta senza rinunciare a un piccolo incasso: sfortunatamente la pandemia ha ridotto drasticamente i consumi e occasioni come questa possono contribuire ad aiutare i piccoli negozi locali».
Il prossimo weekend è dunque prevista una buona affluenza, come dimostra il successo delle passate edizioni. «Da più di quindici anni, quando fu organizzata per la prima volta, - continua Barasolo - costituisce un momento importante della vita cittadina e, anche questa volta, ci aspettiamo che il centro venga densamente popolato. È ancora molta la voglia di approfittare degli ultimi giorni di estate ed essendo un evento all’aperto è garantito il rispetto di tutte le norme anti-covid».
Per chi rientra dalle ferie in questi giorni si presenta dunque un’ulteriore occasione di svago… L’unica incognita rimanente sono le condizioni atmosferiche che, tuttavia, dovrebbero rimanere (si spera!) clementi e favorevoli.

Parole d'artista ritorna con Cuocolo Bosetti

La rassegna Parole d’Artista, organizzata dal Teatro di Dioniso di Torino per oltre dieci anni tra Torino, Moncalieri e Asti, torna, per il secondo anno, a Vercelli e, per la prima volta a Stroppiana.
Grazie alla collaborazione con le compagnie CuocoloBosetti – IRAA Theatre e Arteinscacco a cui si aggiungono da quest’anno Bottega Miller per il Festival “Raccolti” e la redazione di “Lagrangia Independent” il mese di settembre offre agli appassionati di teatro un’occasione imperdibile per esplorare i linguaggi del teatro contemporaneo.
La rassegna si propone di uscire dalle sale e andare nella vita, fare teatro ovunque permettendo alla realtà di mescolarsi con la finzione.

Tutti gli spettacoli della rassegna si terranno a casacuocolobosetti ad eccezione di Far West che si terrà a Stroppiana, nel Cortile della Biblioteca Civica con ingresso da vicolo Castello

La rassegna si apre sabato 11 e domenica 12 settembre (ore 19) con “Roberta torna a casa” di Cuocolo/Bosetti con Roberta Bosetti, spettacolo cult della compagnia che racconta il ritorno di Roberta Bosetti e Renato Cuocolo nella casa nativa di Roberta dopo una lunga e fortunatissima parentesi in Australia e la trasformazione della casa stessa in luogo di teatro.

I biglietti per gli spettacolo (10 euro) sono acquistabili on line sulla piattaforma Eventbrite e le sere di spettacolo a partire da un’ora prima dell’inizio. La prenotazione è obbligatoria. Gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto delle normative anti Covid e al termine momento di convivialità in compagnia degli artisti e dei vini di BeS srl. Informazioni e prenotazioni: 340 772 0235 (da lunedì a venerdì 9 - 13 e 14 - 18) e-mail: info@teatrodidioniso.it.

Sagra d'la Pulenta e Marlüs

Torna nel fine settimana la Sagra d’la Pulenta e Marlüs di Porta Torino.
Nell'edizione dei vent'anni la Sagra di Porta Torino si svolge nella sede di “Asd Bocciofila Porta Torino” e replica la formula da asporto dello scorso anno.

L’inaugurazione di terrà venerdì 10 alle 18 e da quel momento sarà possibile effettuare l’asporto dei piatti scelti. Sabato 11 e domenica 12, sarà invece possibile portare a casa i piatti pronti anche all’ora di pranzo: nei due giorni festivi la cucina sarà aperta dalle 11,30 alle 15 e dalle 18,30 alle 21.

Leggi anche: Pulenta e Marlüs: torna la Sagra d'asporto

Dante 700 con Il Porto al Museo Leone

In due repliche al Museo Leone l’Associazione culturale Il Porto propone un inedito omaggio a Dante, andando a scandagliare l’opera dantesca, per lo più l’Inferno, alla ricerca di quelle influenze più o meno note che fanno della Commedia un’opera “pop” e che sono entrate nel nostro immaginario e nel nostro modo di parlare, di pensare e di vivere.
L’appuntamento, in programma l’11 e il 12 settembre al Museo Leone sarà guidato dalla voce narrante di Cinzia Ordine e dalla recitazione di Roberto Sbaratto, un po’ lontano dalla consueta lettura dantesca e un po’ più nelle corde dell’attualizzazione, come nello spirito dei lavori originali del Porto.
A fornire lo spunto per questo inedito omaggio al Sommo Poeta, è la constatazione che, dopo 700 anni, la Commedia dantesca, in particolare l’Inferno, è un’opera ben viva nella cultura mondiale. Senza Dante non ci sarebbe la lingua italiana. Ma forse sarebbe meglio affermare che Dante è parte integrante dell’essere italiani e non solo: è parte integrante della cultura del mondo intero. Lo è né più né meno di Giuseppe Verdi, dei Beatles e di Bob Dylan.

L’appuntamento è per sabato alle ore 17.30, nel Cortile della fontana di Palazzo Langosco, sabato 11 e, in replica, domenica 12 settembre. L’ingresso, come di consueto è da via Verdi.

Sarà un’ottima occasione per accompagnare lo spettacolo con la visita alla mostra “e poi diventò divina...”, allestita nella Sala d’Ercole del Museo Leone e dedicata alle edizioni rare della Divina Commedia tra Vercelli e il Vercellese, con l’Alto patrocinio della Presidenza della Repubblica e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’evento è realizzato anche grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli.
Il biglietto è di 10 euro con prenotazione obbligatoria e Green pass. Le prenotazioni vanno effettuate telefonando allo 0161 253204 (fino a venerdì ore 12.30) e al 379 2834818 (da venerdì pomeriggio).

Alle Acacie di scena Marco e il Clan

Sabato sera da non perdere, l’11 settembre prossimo, al ristorante Le Acacie di corso Rigola 128. Cena e musica con «Marco e il Clan». A tavola, risotto al salmone, agnolotti alla bolognese, scaloppe al marsala con patatine e poi dessert, caffè, vino e acqua. Dopo cena, danze in pista. Il tutto a 25 euro.
I posti sono limitati: occorre prenotarsi allo 0161-213824.

Benvenuti a casa Borgogna

Al Museo Borgogna, ore 15, prevista una visita guidata dal titolo: "Benvenuti a casa Borgogna! Il racconto di un filantropo vercellese", un percorso alla scoperta della casa-museo di Antonio Borgogna e ai monumenti cittadini commissionati dal collezionista.

Liberale e filantropo, Antonio Borgogna (1822-1906), oltre a finanziare a Vercelli la creazione di istituzioni socio-assistenziali e didattiche, sostenne, con i relativi lasciti testamentari, diversi monumenti pubblici.
Dopo aver attraversato le sale della casa-museo di Borgogna, visiteremo con una passeggiata in città: il busto in marmo di Giovanni Antonio Bazzi detto il Sodoma, scolpito da Francesco Porzio, che oggi occupa la nicchia del palazzo all’ingresso di Piazza Cavour, i monumenti a Umberto I (inaugurato nel 1907 di fianco all’Abbazia di Sant’Andrea) e a Carlo Alberto (dello scultore Guido Bianconi inaugurato nel 1909 in piazza Duomo) e la Fontana dell’Agricoltura (di Attilio Gartmann, inaugurato nel 1910 nei giardini di Sant’Andrea e oggi smembrato in piazza Roma).

Visita prevista per un massimo di 15 persone (richiesto green pass e uso della mascherina).
Costo: € 5 in aggiunta al passaggio della tessera Abbonamento Musei; 10 euro per tutti i non abbonati
Prenotazioni al numero 800 329329 (per i possessori Abbonamento Musei) e 389.2116858 (servizio prenotazioni Museo)

Prima Edizione della “Biennale d’Arte Vercelli” 2021/2022

Studio d’Arte 256 di Corso Libertà 256 a Vercelli. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 19 settembre 2021, dal giovedì alla domenica con orario 10,00 – 12,00 e 17,00 – 19,30 oppure su prenotazione telefonando al numero 3

49.2199321. Per tutta la durata della mostra saranno osservate le disposizioni ministeriali vigenti in materia di prevenzione Covid (capienza dei locali, igienizzazione delle mani, mascherina, distanziamento, green pass ecc.).

“Iniziative come questa meritano di essere sostenute e incoraggiate al fine di diffondere una maggiore consapevolezza di ciò che davvero è l’unica arma contro il progressivo declino della nostra società, la cultura: La bellezza salverà il mondo”. Così, parafrafrasando lo scrittore russo Fedor Dostoevskij, l'Assessore alla Cultura del Comune di Vercelli professoressa Gianna Baucero, ha dato ufficialmente il via alla prima edizione della “Biennale d’Arte Città di Vercelli” 2021/2022.
Tutto è nato dall'intuizione del pittore Ezio Balliano in piena pandemia, quasi per gioco, complici le possibilità di comunicazione che offre il WEB, per esorcizzare l’incubo sanitario dal quale, seppure a fatica, stiamo faticosamente cercando di uscire. Una formula semplice: uno spazio espositivo, una mostra collettiva che presenta ogni due settimane una selezione di opere di un gruppo di artisti sempre diverso ”inventando” una vetrina che permetta loro di farsi conoscere da un pubblico quanto più vasto possibile, offrendo una visione a 360 gradi sul fermento che anima il mondo artistico e regalando agli appassionati, agli estimatori ed ai semplici curiosi il piacere di un “evento” culturale.
I risultati hanno

superato le più rosee aspettative, suscitando un interesse che è cresciuto nei mesi e continua a crescere, come testimonia l’adesione di oltre duecento artisti, pittori, scultori, fotografi ecc., provenienti da mezza Italia per partecipare ad una staffetta artistica che via via sta diventando una maratona pianificata per buona parte del 2022 ma proiettata verso il 2023 con una ventina di mostre e almeno 6 -700 opere che saranno ospitate presso lo Studio d’Arte 256 di Corso Libertà a Vercelli con la regia del pittore vercellese Ezio Balliano.