Cronaca
Cronaca

Sciopero nazionale dei servizi ambientali per il rinnovo del contratto

Il presidio provinciale sarà dalle 10,30 alle 12 di lunedì 8 novembre, davanti alla Prefettura Vercelli in via S. Cristoforo, 3.

Sciopero nazionale dei servizi ambientali per il rinnovo del contratto
Cronaca Vercelli e dintorni, 05 Novembre 2021 ore 10:00

Indetto per la giornata di lunedì 8 novembre uno sciopero nazionale dei Servizi Ambientali per il rinnovo del contratto in tutte le imprese pubbliche e private che applicano i CCNL. Il presidio provinciale sarà dalle 10:30 alle 12, davanti alla Prefettura Vercelli in via S. Cristoforo, 3.

Questo quanto si apprende dal volantino divulgativo della manifestazione.

Cosa vogliono le associazioni datoriali a danno dei lavoratori: • Flessibilità estrema sull'organizzazione del lavoro attraverso il sistema degli orari • Ridimensionamento del sistema delle relazioni industriali per privare i lavoratori della rappresentanza e della partecipazione all'interno dell'azienda • Precarizzare i rapporti di lavoro soprattutto per lavoratori part-time • Eliminare totalmente il limite massimo dei lavoratori part-time presenti in azienda • Parte economica esclusivamente legata agli indici inflattivi e alle dinamiche del corrispettivo economico del committente all'azienda • Mancato riconoscimento delle professionalità dei lavoratori addetti agli impianti

Cosa vogliamo noi sindacato per i lavoratori: • CCNL unico e di filiera attraverso l'allargamento del campo di applicazione verso gli impianti di riciclo • Rafforzamento delle relazioni industriali attraverso un sistema maggiormente partecipativo dei lavoratori • Evoluzione delle condizioni di lavoro per tutelare la salute degli operatori • Sviluppo delle norme sul mercato del lavoro • Sviluppo dei processi di formazione continua • Miglioramento in maniera armonica della classificazione del personale • Perfezionamento degli articoli contrattuali relativi ai lavoratori degli impianti • Esigibilità contrattuale della clausola sociale • Accordo economico che non tenga conto solo delle percentuali inflattive e che sviluppi maggiormente il welfare contrattuale e le varie indennità

La sfida alla modernizzazione del settore, anche con le risorse del PNRR, è solo una: ciclo integrato dei rifiuti e crescita dimensionale delle aziende, qualità ambientale a tariffe contenute per i cittadini, sviluppo industriale e nuove tutele contrattuali per lavoratrici e lavoratori in un rinnovato contratto unico del lavoro.

LEGGI ANCHE https://primavercelli.it/attualita/scioperi-domenica-7-i-ferrovieri-orsa-lunedi-8-gli-addetti-asm-a-vercelli/