Eventi
Tante iniziative

Cosa fare a Vercelli e dintorni: gli eventi dal 26 al 28 novembre

Davvero ricca l'offerta di eventi musicali, culturali e anche solidali in città.

Cosa fare a Vercelli e dintorni: gli eventi dal 26 al 28 novembre
Eventi Vercelli e dintorni, 25 Novembre 2021 ore 14:08

Nella foto Guido Rimonda e Ramin Bahrami, protagonisti del concerto di apertura del Viotti Festival. Crediti F Communication

Exhibition: Cuocolo/Bosetti interpretano il Museo Borgogna

Sono cominciate, per la stagione «Empátheia» di Offcina Anacoleti le rappresentazioni al Museo Borgogna con la compagnia Cuocolo/Bosetti e con la collaborazione del Museo stesso, che da sempre è aperto a queste contaminazioni con il teatro. L’obiettivo è quello di di associare la creatività teatrale e l’arte museale. Le rappresentazioni avvengono infatti nel contesto de «L’arte si fa sentire», storica rassegna del Museo.
Lo spettacolo è altresì parte dei percorsi ascrivibili al progetto «Dedalo, volare sugli anni», dedicato alla promozione della salute e della cultura per il benessere della persona, promosso dalla locale Azienda Sanitaria in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale e dell’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Vercelli.
Protagonista la coppia teatrale Cuocolo/Bosetti, che accompagnerà gli spettatori nello spettacolo errante «Exhibition», per la regia di Renato Cuocolo e con la presenza scenica dell’attrice Roberta Bosetti, la cui voce guiderà 25 spettatori alla volta in un viaggio introspettivo tra le opere d’arte esposte al Borgogna. Pensato per i musei, «Exhibition» si interroga sulla natura dell’esibizione dell’arte. I visitatori/spettatori, muniti di radio guide, attraversano la galleria d’arte con le parole dell’attrice performer, che li condurrà in un’avventura fatta di immagini e parole, in cui autori, quadri e ricordi si incontrano per creare un museo interiore, in cui l’opera d’arte è l’esperienza della vita stessa. Questi gli appuntamenti: venerdì 26, sabato 27 ore 21. Domenica 28 novembre ore 17.30, giovedì 2 dicembre ore 17, venerdì 3 e sabato 4 dicembre ore 21, domenica 5 dicembre ore 17.30, Biglietto unico 16 euro. Prenotazione obbligatoria ai numeri 389.2116858 - 335.5750907 oppure inviando una mail a spettacoli@anacoleti.org indicando nominativo, quantità e data prescelta

Cinquantennale Studio 10: sabato incontro al Piccolo Studio e mostra nei locali storici

Tanti artisti che hanno fatto la storia di «Studio 10» si sono ritrovati domenica 21 novembre 2021 per festeggiare i cinquant’anni del Centro Culturale nella sede di piazzetta Pugliese Levi, dando il via a una settimana di importanti appuntamenti.
A fare gli onori di casa l’attuale presidente Carla Crosio, il direttore artistico Diego Pasqualin e uno dei protagonisti di questi decenni: Fiorenzo Rosso.
Evento dedicato alla memoria di Massimo Melotti, non è mancata un'originale torta del Cinquantennale. Rinfresco a cura del ristorante «Teatro 26». La mostra inaugurata presenta 50 interpretazioni di formato 50 x 50 cm. del logo della galleria realizzati da artisti legati alla storia del centro e resterà allestita fino al 30 novembre.
All’ipermercato Carrefour, sono anche stati allestiti uno stand con la storia dell’associazione e una parete di video che trasmettono il logo, spazi messi a disposizione dal direttore Luigi De Cicco, ringraziato da Carla Crosio all’inaugurazione così come l’amministrazione comunale e altri protagonisti della scena culturale vercellese
E' visitabile anche, alla Biblioteca Civica di Via Galileo Ferraris un'esposizione di annali e cataloghi storici relativi all’attività del centro, fino al 22 dicembre.

Il convegno di sabato 27

Il giorno 27 novembre 2021, alle ore 17 al “Piccolo Studio” di S. Andrea: «StudioDieci | storia e storie. Incontro con l’Arte Contemporanea», sempre in collaborazione con «Dedalo» una tavola rotonda a cui prenderanno parte: Cinzia Lacchia, conservatrice del Museo Borgogna: «Una storia d’Arte tra passato e presente. Un’eredità ancora viva; Lorella Giudici, storica dell’Arte, curatrice, docente  all’Accademia di Brera: «un viaggio nell'Arte. dentro e fuori StudioDieci»; Diego Pasqualin, direttore artistico di Studio 10 “back”. Introduzione a cura di Carla Crosio, modera il giornalista Gian Piero Prassi. Al termine dei lavori ci si sposterà nella sede storica di «StudioDieci», Via Galileo Ferraris, 89, ora bottega creativa n° 1, per inaugurare, alle ore 18,30 circa, la mostra: «StudioDieci . Old», mostra di manifesti storici del centro culturale, aperta fino al 5 dicembre.
Le celebrazioni proseguiranno nel 2022.
Il calendario di eventi è realizzato con la condivisione della Città di Vercelli e la collaborazione del Progetto Dedalo, con Asl Vc e del direttore dell’Ipermercato Carrefour De Cicco.

Sabato il XVI Festival di Poesia Civile premia il regista Di Costanzo

Torna il Festival di Poesia Civile. L’edizione numero 17 debutterà sabato 27 novembre alle ore 20, al Cinema Italia, con il Premio «Occhio Insonne» al regista Leonardo Di Costanzo e la visione del film «Ariaferma» da lui diretto, presentato fuori concorso al 78° Festival del Cinema di Venezia, con Toni Servillo e Silvio Orlando. Il regista dialogherà con Giorgio Simonelli.
Il resto della manifestazione si snoderà dal 1° al 5 dicembre. Nel ricco programma spiccano alcuni nomi: il poeta Maurizio Cucchi, che riceverà il Premio centrale del Festival il 1° dicembre all’auditorium della Scuola Vallotti, una location nuova, e lo scrittore svedese Björn Larsson, autore del noir letterario: «I poeti morti non scrivono gialli» che incontrerà gli studenti del Liceo Scientifico. La chiusura sarà con un omaggio a Enzo Jannacci il 5 dicembre, a cui sarà dato il Premio Brassens alla memoria, e a Ranuccio Sodi, autore del film «Lo stradone con bagliore», dedicato al cantautore. Molto altro ancora, ma se ne parlerà nel prossimo numero. La manifestazione organizzata da «Il Ponte» si intitola "A rivedere Le Stelle - La poesia per l’ambiente”.

Finissage di Letterature Urbane

Dopo la serie di eventi dello scorso fine-settimana prosegue in Santa Chiara la mostra «Letterature Urbane 6.0» con ancora due appuntamenti: il 27 novembre animazione teatrale «Centri-fuga» con gli allievi del corso teatrale di Officina Anacoleti. Il finissage sarà il 28 novembre alle ore 17,30, con la sonorizzazione di Denis Longhi, altra mente vercellese di primo piano, fondatore del «Jazz:Re:Found» e di «Noego». Ci sono due percorsi espositivi, il primo «Le serie», è quello principale con 31 fotografi da ogni parte del mondo: Martin Addison, Igor Andreev, Anneke Balverti, BcA e Joanna Colgan, Monica Benassi, Anna Boeri, Daniel Castonguay, Lisa Ci, Cesare Dagliana, Michele Di Donato, Patrizia Eichenberger, Francesco Finotto, Patrizia galia, Sergio Giannotta, Nicoletta Guerrina, Lino Intranò, Noppadol Maitreechit, Chiara e Ramon Manchovas, José R. Vicente Martinez, Chiara Mazzeri, Alxander Miroshnikov, Gigi Montali, Giovanni Paolini, Enrico Prada, Mauro Quirini, Fiorenzo Rosso, Ruggero Ruggieri, Lino Ruscano, Matteo Scarpa e Tiziana Valente. Mentre gli autori che hanno svolto il work-shop sono: Monica Abbiatico, Paola Bacchi, Monica Benassi, Mirko Bonfanti, Carlo Chiapponi, Federica Cornalba, Marco Ferreri, Federica Ghiglia, Maria Cristina La Manna, Simona Landinelli, Oscar Luparia, Massimo Magistrini e Miro Rizzi.
La rassegna è sostenuta da Comune di Vercelli, Fondazione Crv, per il sostegno economico, il Ctv, come, il Museo Borgogna e l’Officina Teatrale degli Anacoleti e ancora «Progetto Dedalo» e «Floricoltura Ciocchetti». Si ricorda che tutto è per raccogliere fondi a favore di Airc e che domenica si potrà, con un’offerta, portare a casa una delle opere esposte.

Sabato al via il Viotti Festival

Primo concerto della nuova stagione del «Viotti Festival» (edizione numero 24) sabato 27 novembre al teatro Civico (ore 21) con Guido Rimonda, violino e Ramin Bahrami, pianoforte, accompagnati dall’Orchestra Camerata Ducale. E’ il «ritorno al presente» tanto atteso, Il programma prevede: Vivaldi, «Concerto per la Solennità della S. Lingua di S. Antonio in Padova [RV 212a ]», Albinoni, «Adagio dal Concerto in do maggiore per violino» e poi il principale protagonista della serata J. S. Bach, con l’esecuzione dei seguenti concerti: in la minore per violino BWV 1041, il n. 5 in fa minore per clavicembalo BWV 1056, il n. 1 in re minore per clavicembalo BWV 1052. Un concerto parte di un progetto nato durante il lockdown, con Guido Rimonda e Ramin Bahrami a provare, uno in Italia e il secondo in Germania: suonando davanti al computer e persino al cellulare, per ore, giorni, settimane, alla fine mesi. Perché a legarli c’è un’amicizia profonda e intesa ad altissimi livelli virtuosistici. Ulteriore componente è ovviamente la musica di Bach, «Bach non è un autore, ma un mondo. Un mondo da vivere a tempo pieno, con dedizione assoluta». Da questa full immersion è nato uno splendido disco per Decca, e oggi questo concerto. I biglietti si possono reperire al «Viotti Club», telefonando al 329-1260732 dal lunedì al venerdì, oppure a biglietteria@viottifestival.it.

Il calendario delle Acacie

In arrivo appuntamenti davvero imperdibili al dancing Le Acacie di Corso Rigola.
Sabato 27 novembre di scena l’orchestra di Mauro Levrini, si replica domenica 28 all’ora di pranzo con Diego Zamboni.
Il 4 di dicembre sarà ospite Antonella Marchini.
Per il ponte dell’Immacolata due eventi di grande richiamo. Il 7 di dicembre una grande serata revival con la band «I Divina», si replica all’ora di pranzo l’8 dicembre con il ritorno di una delle orchestre di Liscio più gettonate d’Italia, quella di Maurizio Medeo.
E già sulla pagina social del ristorante-dancing si annuncia un gran veglione di Capodanno.
Classica formula che abbina alla cena/pranzo il ballo. Info e prenotazione tavoli: 0161-213824.

Domenica tornano i Ciclamini della Solidarietà

Diapsi Vercelli, come molte altre associazioni nel 2020 non ha potuto svolgere diverse raccolte di fondi, fondamentali per mantenere i servizi offerti. Il ritorno dei banchetti dell’associazione che segue persone con disagio psichico e le loro famiglie, è affidato ad un classico del sodalizio: «I Ciclamini della Solidarietà» che si potranno avere in cambio di un’offerta domenica 28 novembre presso l’entrata di alcune chiese cittadine che hanno aderito all’iniziativa: San Giuseppe (ore 9 e 11); Sant’Agnese (11); Duomo (8,30, 10,30, 12); San Paolo (10 e 11); San Bernardo (9 e 11); S. Antonio, all’Isola (10).
Le offerte andranno a sostenere i progetti di inserimento lavorativo del laboratorio Brein di Diapsi Odv, nel quale sono inseriti diversi utenti che si trovano in condizione di marginalità o con disagio psichico.

Concerto promosso dalla Comunità Ebraica

La Comunità Ebraica di Vercelli è da anni un punto di riferimento per eventi culturali sempre di grande livello. In questo scorcio di stagione continuano i concerti organizzati grazie alla raccolta di crowfunding selezionata dalla Fondazione Sviluppo e Crescita Crt nell'ambito del bando «+Risorse». L’iniziativa ha finanziato la rassegna musicale 2021 di Via Foa in concerto e il prossimo 28 novembre, alle ore 16.30, in Sala Foa a Vercelli, si terrà l’ultimo concerto del ciclo.
Protagonisti saranno i preziosi strumenti della Sala Foà: il pianoforte Blüthner del 1866 e l’armonium Mannborg del 1910. La presenza dell’armonium che per più di un secolo ha accompagnato la liturgia della Comunità Ebraica di Vercelli e il pianoforte a coda Blüthner del 1866 appartenuto ad Aurelia Josz, è l’occasione per ascoltare un repertorio poco noto, coevo degli strumenti, e comprendente anche musiche di autori vercellesi scritte per essere eseguite proprio all’armonium presente in sala.
La presidente Rossella Bottini Treves ha organizzato il concerto anche per raccontare, in musica, la preziosa Sala della Comunità che il prossimo anno sarà oggetto di restauri conservativi e valorizzazione specifica.
Presenti in sala il 28 novembre saranno Giuliano Bellorini all’armonium, Elena Rastelli e Simonetta Heger al pianoforte che eseguiranno brani di György Kurtág, Salomo Heinrich Bodenschatz, Bonajut Treves, Teo von Oberndorf (pseudonimo di Siegfried Karg-Elert), Giuseppe Romano, Johannes Brahms. Un appuntamento da non perdere.
Considerato l’andamento della situazione sanitaria la Comunità ha deciso di limitare i posti in sala. È obbligatorio il greenpass e la prenotazione, entro giovedì 25 novembre via mail: segreteria.comunitaebraicavc@gmail.com.

Domenica il Mercatino delle associazioni

Una splendida iniziativa che aprirà di fatto le porte della città al Natale. Domenica prossima 26 novembre, in piazza Cavour a partire dalle 14 si terrà il mercatino della solidarietà “La magia del dono” organizzato dal Centro Territoriale Volontariato con il patrocinio (e la collaborazione) del Comune. Saranno presenti i banchetti delle varie associazioni del Terzo Settore aderenti al Ctv che raccoglieranno fondi attraverso l’offerta di piccoli oggetti e doni solidali. Si tratterà, in particolare, di panettoni, decorazioni natalizie, calendari, adozioni a distanza, borse personalizzate, cioccolatini, magliette, fiori e altri gadget che potranno diventare regali da condividere con i propri cari nel nome della solidarietà. Nel corso del pomeriggio in piazza si terranno anche attività di animazione, creazioni con i palloncini e giocoleria. «Dopo il periodo di inattività per la pandemia sarà bello ritrovarsi tutti insieme in piazza per incontrare la cittadinanza e raccontare il volontariato» commenta il presidente di Ctiv Andrea Pistono. Il Ctv ha altresì proposto alle associazioni che parteciperanno di sposare un progetto benefico condiviso a cui donare il 10% del ricavato della giornata: si tratta di un’iniziativa a farvore dei migranti e a sostegno dell’emergenza sulla rotta balcanica e in Afghanistan. Nell’occasione, il Comune accenderà le luminarie natalizie il mercatino sarà l’occasione per un ideale taglio del nastro.

Una mostra dedicata a Francesco Leale

La «Biennale di Vercelli» fa una pausa nella sua rassegna di artisti contemporanei per ospitare la personale di uno dei più grandi artisti vercellesi del XX secolo, Francesco Leale. La mostra verrà inaugurata domenica 28 novembre alle ore 17,30 (Corso Libertà 256) e durerà fino al 12 dicembre. Visite da giovedì a domenica, 16,30 - 19,30. «Figura poliedrica delle arti e della cultura vercellese» è definito il Cecco nell’ottimo catalogo che è stato realizzato appositamente e che costituisce un importante compendio delle tappe della carriera di Leale. Il giornalista, artista, amministratore comunale ha dato un’impronta alla città. Il suo esordio fu fulminante, con la caricatura, ambito nel quale è fra i migliori maestri italiani, inventore peraltro della Biennale di Caricatura di Vercelli. Ma la sua arte è molto più vasta. Dotato di un gesto fulmineo, in molte opere tocca i regni della fiaba, del surreale, dell’onirico. La mostra sarà un’occasione per riscoprirlo, operazione in cui ha giocato un ruolo importante la figlia Serena.

Domenica per bimbi e famiglie al Museo Leone

Domenica 28 novembre alle ore 15 i Servizi Educativi del Museo Leone in collaborazione con il redattore freelance, Danilo Zagaria, propongono IL SERRAGLIO INCREDIBILE. Laboratorio di scrittura su mostri e creature fantastiche. Unicorni, pegasi, grifoni, fenici, idre e basilischi: il serraglio incredibile è ricco di creature fantastiche, mostruose e bellissime. Ma come fa un pegaso a volare? Descrivere e raccontare le storie di queste creature significa osservarle da vicino, comprendere le loro caratteristiche e i dettagli più minuziosi, interrogarsi su quali specie reali ne abbiano ispirato la creazione. Il serraglio incredibile è un breve laboratorio di scrittura fantastica, durante il quale i partecipanti non soltanto creeranno brevi racconti con protagonisti draghi marini, sirene e mandragore, ma daranno libero sfogo alla loro immaginazione. Per il laboratorio richiesta l’età minima di 10 anni e green pass a partire dai 12 anni. Prenotazione: al 348- 3272584.