Eventi
Appuntamenti

Cosa fare a Vercelli nel fine settimana dal 17 al 19 febbraio

Carnevale in tutto il territorio, ma spazio anche a un concerto, teatro e mostre

Cosa fare a Vercelli nel fine settimana dal 17 al 19 febbraio
Eventi Vercellese, 16 Febbraio 2023 ore 13:22

Nella foto in evidenza un momento della sfilata di domenica 12 febbraio a Vercelli, il Carnevale è il principale evento della settimana in tutto il territorio.

Venere e Adone, teatro tra mito e modernità

La stagione di prosa di «Officina Anacoleti» è una delle più importanti in Piemonte per quanto riguarda la drammaturgia contemporanea e una conferma ulteriore arriva dal prossimo spettacolo in programma nel teatro di Corso De Gregori per venerdì 17 febbraio alle ore 21. Si tratta di «Venere ed Adone» con Roberto Latini, attore, autore e regista tra i più acclamati dal pubblico e dalla critica in Italia, è fondatore e direttore artistico di «Fortebraccio Teatro». Tra gli altri, ha ricevuto il Premio «Sipario» nell’edizione 2011, il Premio «Ubu» 2014 e 2017 e il «Premio della Critica» 2015.
Latini torna all’Officina Anacoleti di Vercelli con l’ultimo lavoro, rappresentato per la prima volta in un teatro piemontese. Un lavoro teatrale che va a riprendere un tema che Shakespeare affrontò quando nel 1593 i teatri a Londra furono chiusi per la peste. «Siamo della stessa mancanza di cui sono fatti i sogni, recita il sottotitolo» della pièce che ha una sua colonna sonora di musiche/suoni di Gianluca Misiti, luci e direzione tecnica di Max Mugnai, e con la produzione della Compagnia Lombardi-Tiezzi di Firenze. Una produzione che si nutre di tante connessioni nel profondo della cultura europea e dei temi universali dell’esisstenza umana, come si sottilinea nella scheda del lavoro: «Tiziano, Rubens, Canova, Carracci, Ovidio, attraversando il mito nell’arte, come trattenendo il respiro. Un respiro-fotogramma, solo, fermato, definito, come a impedire che il racconto si possa compiere nel finale che già sappiamo. È forse la speranza che si possa vincere il destino, dando all’Arte il compito di sfidare il tempo e trattenerlo».
«Un teatro che non richiede solo testa, ma domanda anche cuore e sensi».E per coinvolgere gli spettatori oltre al mestiere di Latini ci saranno espedienti tecnologici e scenici, perché questo è anche un lavoro sul linguaggio del teatro.
Biglietti a costo intero 15 euro (ridotto 10).
Officina Anacoleti ricorda che per esigenze scenografiche i posti in platea saranno limitati, è dunque consigliata la prenotazione a questi conatti: https://www.anacoleti.org/prenotazione-spettacoli/ - spettacoli@anacoleti.org - Tel. 335-5750907.

Eventi al Museo Leone

Intenso programma anche per il mese di febbraio al Museo Leone. Il primo evento da segnalare è la settimana dedicata agli innamorati (dal 12 al 18 febbraio) con ingresso per le copie al prezzo di un solo biglietto.
Venerdì 17 febbraio alle ore 17,30 Alessandro Ruffino affronterà un artista unico e misterioso: Hieronymus Bosch, autore di dipinti inquietanti e ricchi di simbolismo, sarà un racconto per immagini. Prenotazione consigliata al numero 0161-253204. Martedì 21 febbraio, 15-17,30, appuntamento per i più piccoli con «E’ tempo di Carnevale». Prenotazione obbligatoria: 348-3272584.

Il programma de Le Acacie

I prossimi eventi al ristorante dancing "Le Acacie". Sabato 18 febbraio veglia carnevalesca, gradita presenza in maschera e si ballerà con l’orchestra di Antonella Marchini. Sabato 25 arriverà l’orchestra straordinaria di Alida e domenica 26 (ora di pranzo) una nuova orchestra formata da Paolino & Alessia. Per questi appuntamenti cena (pranzo) più ballo a 25 euro.
Info e prenotazione tavoli fare riferimento al numero 0161-213824 o alla e-mail: info@leacacie.it.

Tam Tam Teatro e le maschere

Celebrazioni per i trent’anni e Carnevale, un mix gioioso che Tam Tam Teatro vuole sottolineare con una prova aperta: «La commedia delle maschere», in programma per venerdì 17 febbraio alle ore 18 nella sede di San Pietro martire, entrata da piazza Antico Ospedale.
Si tratta di un gustoso “dietro le quinte” del futuro ri-allestimento della conferenza-spettacolo che Tam Tam aveva messo in scena a partire dal 1994.
Saranno in scena gli allievi dei “Cantieri Teatrali”: Andrea Armenia, Federico Calderaro, Rosario Carnovale, Paolo Cerruti, Marco Aurelio Dabbene, Giuseppe Garavana, Sara Maci, Fiorella Mazzucco, Michela Merano, Vanessa Pera, Federico Purghé, Rebecca Sassone. Il lavoro fa riferimento al grande Carlo Goldoni.
La serata prevede una breve introduzione storico letteraria su Goldoni, la sua opera, la sua riforma, con la presentazione di alcune scene tratte da “Il Teatro comico”.
Al termine, il pubblico sarà invitato a dialogare con la compagnia sull’allestimento proposto.
Ingresso libero.
Si consiglia la prenotazione inviando un’email con nominativo, recapito telefonico e numero dei partecipanti all’indirizzo: tamtamteatro.vercelli@gmail.com
Info: tamtamteatro.com - tel.: 3473591753

Domenica la seconda sfilata di Vercelli

Carnevale di Vercelli verso la seconda sfilata di domenica 19 febbraio, per chiudere in allegria la fase principale, anche se poi ci saranno altre visite, di un'edizione che sta andando molto bene.
Il programma delle visite: Carnevale Vercelli: appuntamenti verso la seconda sfilata
Il resoconto della prima sfilata: Buona la prima: grande entusiasmo per la sfilata a Vercelli

Camerata Ducale Junior con Giovanni Gnocchi

La violinista Giulia Rimonda, ammirata sabato scorso al Civico nel bellissimo concerto cameristico con il pianista Lorenzo Ngueyn, torna in scena sabato prossimo, 18 febbraio, ma al salone Dugentesco (inizio alle 21) e stavolta con altri tre musicisti della Camerata Ducale Junior (CDJ) e soprattutto con uno dei più importanti violoncellisti italiani, Giovanni Gnocchi, solista della Camerata Salzburg e della Royal Philharmonic Orchestra di Londra.
Gli altri compagni d’avventura sono Alice Tomada (violino), Lorenzo Lombardo (viola) ed Ettore Pagano (violoncello).
L’ensemble suonerà il «Quintetto per archi in do maggiore opera 163 D 956» di Schubert.
Il concerto non è inserito nel cartellone ad abbonamento del XXV Viotti Festival della Camerata Ducale, ma i primi cento abbonati - però con l’abbonamento principale a tutti i concerti del Viotti Festival - potranno entrare gratis. Per gli altri, il biglietto è di 10 euro. Visto che i posti al Dugentesco sono limitati si consiglia di prenotare in tempo al Viotti Club di via Galileo Ferraris.
I concerti della CDJ sono sostenuti dal Rotary Club e dal Lions Club di Vercelli e da alcune stagioni hanno arricchito il programma del Viotti Festival.

Presentazione del salotto letterario

L’associazione RinasciMente, presieduta dalla giornalista Michela Trada, dà vita a un “Salotto Letterario” dedicato alla lettura e all’editoria. L’iniziativa sarà presentata venerdì 17 febbraio alle 18 al Bijoux Cafè di corso Libertà e nell’occasione sarà già possibile iscriversi.
Il progetto metterà a disposizione uno spazio esclusivo in cui riunirsi periodicamente per parlare di libri e confrontarsi con i protagonisti del mondo dell’editoria, scrittori e personaggi della cultura.
L’abbonamento annuale darà la possibilità di accedere a diciotto incontri del salotto come pure di avere sconti in libreria e prodotti gratuiti o a prezzo scontato grazie alla partecipazione al progetto di realtà locali. «Appena la notizia che sarebbe nato il Salotto Letterario è uscita sui social abbiamo riscontrato altissimo interesse, segno che c’è molta voglia di incontrarsi, di conoscersi, di crescere insieme attraverso la cultura - spiega Michela Trada - d’altronde la promozione della bellezza è da sempre uno degli obiettivi di RinasciMente . E nella cultura ce n’è tanta». Per informazioni. mandare una mail all’indirizzo info.rinascimente@gmail.com

Un museo per due al Borgogna

Ancora fino a domenica 19 febbraio, entrando in due in Museo si paga un solo biglietto intero (10 euro). Spazio alle coppie di amici, genitori e figli, nonni e nipoti, innamorati o parenti...
Inoltre domenica 12 e domenica 19 febbraio alle 15 Valeria Gobbi condurrà una speciale visita guidata, compresa nel biglietto d'ingresso, ispirata all'Amore tra le opere della collezione: è possibile prenotarla al 389.2116858. Si sono pure i regali di San Valentino: dai voucher per visite guidate private su appuntamento agli abbonamenti per alcuni deli eventi del museo, dai semplici biglietti di ingresso ai gadget realizzati insieme a Diapsi Vercelli (progetto Attraverso il lavoro con Arte), ai cataloghi del Museo... e tante altre sorprese, Per informazioni chiamare il 389.2116858.

Ruggero Maggi espone a Studio Dieci

Ruggero Maggi è riconosciuto come il più importante artista di “mail-art” in Italia, ma la sua espressione artistica va ben al di là. E’ stato più volte negli anni in città e quasi sempre ospite di «Studio Dieci». Ed ora ritorna al centro culturale presieduto da Carla Crosio con la direzione artistica di Diego Pasqualin, per proporre, ancora nel contesto dei festeggiamenti del cinquantennale di fondazione della galleria, una nuova mostra «Come risuona questo Caos» presentata dal testo dello storico dell'arte Lorella Giudici, altro nome di rilevanza internazionale legato alla galleria vercellese e che è stata presente nei più importanti progetti della galleria negli ultimi vent’anni. L'esposizione si inaugurerà sabato 18 febbraio alle ore 18 nella galleria di piazzetta Pugliese Levi 1.
Alcuni frammenti del testo della Giudici danno qualche “flash” sul cosa aspettarsi dalla mostra. «La tematica del dolore, declinata in modi diversi (come tormento, ingiustizia, sopruso, imposizione…), è spesso presente nel lavoro di Ruggero Maggi […] la maggior parte delle opere sono legate tra loro anche da altri due elementi: la luce e l’ombra. La luce è quella del neon, dei led, del laser o della lampada di Wood. Bianca o colorata, essa disegna linee, invade lo spazio, modella, fa affiorare passaggi sotterranei e come un’onda si muove tra le cose per svelarne i segreti o per caricarle di nuovi significati».
Ingresso libero, resterà allestita fino al 5 marzo, dal venerdì alla domenica in orario 17-19.

Per altri dettagli: Come risuona questo caos: mostra dell'artista Ruggero Maggi

La Collezione Marazzato, che consta di oltre 200 camion storici perfettamente restaurati, aprirà le proprie porte sabato prossimo, 18 febbraio, per una giornata dedicata al leggendario “Fiat 682”, autocarro che compie quest’anno 70 anni di vita a cui sarà dedicata una mostra a tema e un convegno. L’appuntamento è fissato sulla Provinciale 31 all’altezza di Stroppiana: la sala principale dell’edificio che ospita la collezione sarà infatti nuovamente riservata all’esposizione dei migliori 682 della Collezione Marazzato, tra cui un N2 Supercortemaggiore appena uscito da un lungo restauro e qui al suo primo “bagno di folla”, affiancati da una nuova serie di mezzi giunti in prestito da altre collezioni e dalle opere in scala ridotta del modellista Niels Picciotto. Alle 11,30 nell’auditorium avrà invece luogo l’evento clou della giornata, il convegno intitolato “L’innovazione nei veicoli commerciali e industriali Fiat”, che gli interventi di Massimo Condolo, giornalista, Giulio Zanini, collezionista – “Il progetto e la sua evoluzione”, Silvano Bruno, collezionista – “Il restauro del 682”, Giorgio Cazzola, ex direttore d’esercizio ATM Torino – “La nascita del T4 carro attrezzi” e Riccardo Caporali, storico – “Il 203, motore universale”.

Le pale di San Salvatore e il Fai Giovani

Tornano a splendere i dipinti degli altari della chiesa di San Salvatore, completamente restaurati e riportati all’antico splendore.
Domenica 19 febbraio la chiesa di corso Libertà aprirà le sue porte al pubblico per un nuovo appuntamento organizzato dal Fai Giovani, nel corso del quale si presenteranno la tavola del Malnate raffigurante il martirio di Sant’Erasmo; le due tele, anch’esse di mano piemontese, con il Santissimo Salvatore e la Madonna del Suffragio e le Anime Purganti. Per concludere il ciclo sarà possibile apprezzare l’ultima pala d’altare restaurata, un dipinto su tela che raffigura l’iconica immagine del Sacro Cuore di Gesù.
Per l’inaugurazione del completamento dei restauri il Gruppo Fai Giovani di Vercelli propone un ciclo di visite volte a valorizzare l’intervento eseguito sui dipinti, con l’intento non solo di ammirarne la bellezza, ma anche di comprenderla.
Soci e simpatizzanti sono invitati all’incontro, con ritrovo nella chiesa parrocchiale di San Salvatore in corso Libertà 42, dalle ore 14 alle 17 e dalle 18.30 alle 19.30, con un contributo a partire da 3 euro per gli iscritti Fai, 5 euro per i non iscritti.
Nella medesima occasione ci sarà la possibilità di iscriversi al Fai versando la quota di benvenuto Fai Giovani di 15 euro, che viene offerta alle persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni, e di rinnovare alla stessa quota.

Mostra di Gianna Luparia, apertura nel fine settimana

Paesaggi, prevalentemente del Monferrato, e alcuni omaggi a grandi artisti con l’interpretazione di famosi dipinti e anche lavori in ceramica. Così Gianna Luparia, anima organizzativa di «Artes Liberales» ha voluto ricordare anche la sua caratura artistica, allestendo la personale «Il passato ritorna», titolo evocativo per indicare una carriera con già diversi decenni alle spalle.
Sono opere quasi sempre molto luminose, in cui le sue amate colline, ma anche paesaggi di pianura, prendono vita con una bella felicità espressiva. Particolarmente suggestivi i paesaggi in cui le nuvole, le luci della giornata, le brume danno quasi tridimensionalità alla pittura, evocando i piani e la vastità dei luoghi riprodotti sempre fedelmente ma anche con un’interpretazione del vero capace di aggiungere echi emotivi.
La personale di Gianna, inaugurata sabato scorso nella sede dell’associazione in via Fratelli Garrone 20 durerà ancora il 18 e 19 febbraio dalle 16 alle 19 ed ha aperto la “maratona espositiva” di Artes Liberales che terrà banco per tutto l’anno. Il prossimo appuntamento sarà con la personale di Piera Degrandi dal 25 febbraio.

- Il Carnevale nei paesi -

Asigliano

Ora in paese si sta attendendo l’appuntamento più importante, quello che si terrà sabato prossimo: la tradizionale fagiolata. Questo il programma: preparazione dei paioli e alle 7 accensione dei fuochi nell’area del centro polifunzionale. Alle 11,30 benedizione della fagiolata del parroco don Gianfranco Brusa e a seguire distribuzione di gale e friciò. Alle 12 inizierà la distribuzione dei fagioli, importante nota: nel caso di persone impossibilitate ad andare a ritirarli, verranno consegnati a domicilio chiamando il 3492242783. Alle 12,30, su prenotazione, sarà possibile pranzare al centro polifunzionale con affettati misti, salami, salsicce con fagiolata, gale e friciò. I festeggiamenti rappresentati dal gruppo mascherato del paese continueranno poi domenica con la seconda sfilata nel capoluogo.

Caresanablot

L’associazione Folkloristica Caresanablottese, e tutti i suoi volontari, stanno preparando gli appuntamenti per il week end di Carnevale in paese, con appuntamenti nel fine settimana.
Sabato 18 febbraio sarà organizzato il «Ballo dei bambini», con ingresso gratuito, dalle ore 15 truccabimbi, e poi dalle ore 15.30 con le simpatiche Lady Stefy e Lady Chicca animazione e giochi per tutte le età!
Poi dalle ore 17 circa sarà offerta una merenda. Il tutto alla struttura coperta delle festa di Via Moro 8b con ingresso dai giardini.
Domenica 19 febbraio si svolgerà la tradizionale distribuzione della fagiolata in piazza. Nell’occasione, saranno presenti Bacan e Bacanota, impersonati anche quest’anno dai giovanissimi e simpaticissimi Giulio Mongiano e Sofia Seco che distribuiranno caramelle ai presenti. Attese ovviamente anche le maschere di Vercelli.

Quinto, ritorna la fagiolata

A Quinto la Fagiolata è una cosa seria. La ricetta della versione quintese ha origini molto antiche. La prima fagiolata risale a subito dopo la guerra, quando un gruppo carico di entusiasmo diede vita alla consuetudine. Il rito della cottura dei fagioli trova la sua localizzazione in piazza Negri e successivamente ci si reca nei locali Arci per degustare il prodotto. Con il passare del tempo la ricetta è passata nelle mani del «Club Torino» che continua a variarla, incontrando sempre più il gusto degli amici. Nel 2002 si aggiunge l’ideazione delle maschere del paese, volute dall’allora sindaco Sandra Ticozzi, che ne costruì anche i connotati, intessendoli della storia del paese. Il Carvè di Quinto ha anche vinto premi importanti alle sfilate del capoluogo.
Nel tempo i «fasulat» di Quinto si sono rinforzati e specializzati, la ricetta segreta passa dagli uomini alle donne e ad oggi è custodita gelosamente.
Domenica 19 febbraio i fasulat quintesi saranno, dopo due anni di stop causa covid, nuovamente impegnati alla realizzazione della fagiolata tradizionale. L’appuntamento per assaggiare la fagiolata è alle ore 12 in mattinata si potranno gustare gale e fricieu di carnevale e pane e salame che è la colazione del fasulat. Nella foto una fagiolata pre covid.

Carnevale dei 50 anni a Borgo Vercelli

E’ entrato nel vivo il Carnevale numero 50 di Borgo Vercelli organizzato dalla Famiglia Burghin-a. Ieri pomeriggio il Generale, Giancarlo Siviero, la Bela Burghin-a Luisa Carenzo, con le damigelle Cristina Perucca e Giulia Besate, il loro seguito e il comitato organizzatore sono stati in municipio per la consegna delle chiavi del paese, aprendo il periodo clou della manifestazione.
Ecco il programma di questa settimana.
Giovedì 16 febbraio: alle 9,30 la visita del gruppo carnevalesco nelle scuole e alle 12,30 il pranzo riservato a maschere e organizzatori alla pizzeria «Giorgio». Venerdì 17 febbraio: Alle ore 20 la cena del Carnevale in palestra, per prenotarsi rivolgersi entro il 15 di febbraio ai numeri: 371-1626200 / 371-1764707. Alle ore 21,30 il gran galà delle maschere del Vercellese, con la musica di «80 voglia di 90». Ingresso a 10 euro con consumazione. Sabato 18 febbraio: alle 15 torna il «Ballo dei Bambini» in palestra, con animazione, truccabimbi, musica e balli per tutti, a ingresso libero. Alle ore 20 nuova Cena del Carnevale, stessa modalità di prenotazione entro il 16 febbraio. Alle ore 22 la serata danzante con l’orchestra Beppe Aliano Band. ingresso gratuito dopo cena. Premi a sorpresa per i migliori costumi, durante la serata verrà consegnato il Premio «Roberto Ranco». Domenica 19 febbraio: la giornata clou della manifestazione si aprirà alle ore 10,30 con la Messa in chiesa Parrocchiale e alle 11,15 la consueta visita al cimitero. Alle 12 il Pranzo del Carnevale al ristorante «Borgo Antico». Alle ore 14,30 la prima sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati, ritrovo e partenza in via Vigone. Alle ore 20 la Cena di Gala del Cinquantesimo Carnevale, con i personaggi carnevaleschi delle passate edizioni. Prenotazioni sempre agli stessi numeri entro il 18 febbraio.

Gli appuntamenti carnevaleschi a Villata

Il gruppo mascherato di Villata ha preso parte domenica 12 febbraio 2023, alla prima sfilata del capoluogo.
I personaggi carnevaleschi dell’edizione 2023 sono impersonati da Silvano Pela (il nuovo Fasola) e Michela Bellardone (Bela Vilatina), con le loro damigelle: Giorgia Canella, Alice e Lisa Tealdi, Lucrezia Rigolone. La loro investitura ufficiale avverrà il 17 febbraio.
Il Comitato Carnevalesco che ha come referente Secondino Gamasco.
Anche per Villata questa è l’edizione del grande ritorno alla tradizione.
«Desideriamo fortemente - sottolinea Gamasco - svolgere le consuete sfilate all’aperto. Intendiamo effettuare un giro serale per le vie del paese venerdì 17 febbraio dalla piazza del comune fino alla piazza delle scuole».
Mentre per sabato 18 febbraio si partirà alle 15, con la presenza maschere al ballo dei bambini di Borgo Vercelli, e presenza serale delle maschere e componenti del Comitato villatese alla serata con intrattenimento musicale di Borgo Vercelli.
Domenica 19 febbraio alle 10.30 la benedizione della fagiolata organizzata dalla Banda Musicale di Santa Cecilia nel cortile castello e piazza antistante Comune. Alle 11 tutti a Messa, alle 12,30 il pranzo con libero accesso a tutti alla Trattoria dell’Angelo. Alle 15, dal piazzale delle scuole partirà la grande sfilata allegorica dei carri e gruppi mascherati con la partecipazione della Banda. Al termine della sfilata apertura del ballo dei bambini nel locale Soms.
Martedì 21 Febbraio alle ore 15 seconda sfilata dei carri allegorici di Villata e Borgo Vercelli e dei gruppi mascherati, con la partecipazione delle maschere del Generale e della Bela Burghina e loro seguito. Visita serale in parrocchia per la chiusura del carnevale.
Ma ci sarà la consueta “coda”, domenica 26 Febbraio, ore 14.30 con la partecipazione alla sfilata carnevalesca di Borgo Vercelli.
Quattro i gruppi con relativi carri: I Fularmà, con «Looney tunes»; I Perad Pe: «Allegra Fattoria»; Avis-Aido-Admo: «San Patrick»; I Marugiun: «La Giungla».
Nella foto Silvano Pela, il nuovo Fasola, con Michela Bellardone (Bela Vilatina), e le loro damigelle: Giorgia Canella, Alice e Lisa Tealdi, Lucrezia Rigolone.

I Carnevali del Lungo Sesia e dintorni

Sarà un fine settimana di coriandoli, fagiolate e allegria nel Lungo Sesia. E' infatti ormai partito il conto alla rovescia per i numerosi appuntamenti organizzati nei diversi paesi.

Domenica ad Arborio torna il pomeriggio con la sfilata dei rioni. I gruppi che rappresentano le quattro zone del paese, scenderanno in strada per presentarsi alla comunità. Ogni rione sta ultimando gli ultimi dettagli per rendere unico l'appuntamento che si terrà nelle prossime settimane. Come di consueto ogni rione sceglierà un tema che sarà il filo conduttore della mascherata. E domenica il divertimento, la spensieratezza e l'allegria saranno di certo gli ingredienti dell'incontro che era stato interrotto negli anni precedenti a causa delle restrizioni dovute alla pandemia.

Sempre domenica tanti eventi a Formigliana. Alle 11.15 messa con le maschere. Seguirà il gioco "indovina il peso", la benedizione della fagiolata, e pranzo condiviso. Nel pomeriggio dalle 15.30 festa in piazza con merenda e lotteria per tutti.

Da venerdì a domenica giovani e adulti avranno la possibilità di trascorrere un momento durante il quale il divertimento sarà il protagonista nell’area mercatale, piazza Colonnello Solano a Buronzo. Si partirà con una serata in maschera. A partire dalle 21 ci sarà Manutrope Dj, seguirà la distribuzione di un piatto di pasta allo scoccare di mezzanotte. Sabato 18 febbraio invece dalle 15 giochi per i piccoli e merenda. Alle 20 apertura del ristorante. Saranno serviti: antipasti misti, panissa, arrosto con patate e bugie. Costo di 18 euro. Ad accompagnare l’evento sarà Alex. Intorno alle 22.30 verranno presentati i coscritti dell’anno. Domenica 19 febbraio alle 11 benedizione e distribuzione della fagiolata, alle 13 il gran pranzo del carnevale.

Tutto pronto anche a Greggio per il Carvè promosso dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune. Si partirà sabato quando i “mascarin” faranno il giro tra le abitazioni del paese. Il cuore della manifestazione sarà però lunedì 20 febbraio quando a partire dalle 6.30 si inizieranno ad accendere i fuochi della fagiolata. Alle 10.30, il sindaco Claudio Trada, le maschere di Greggio, lo Sposo e la Sposa, e i greggesi riceveranno le maschere vercellesi Bicciolano e Bela Majin.
Saranno consegnati doni agli ospiti. don Cristiano Formaggio benedirà la fagiolata e successivamente inizierà la distribuzione.
Alla sera tradizionale cena dal Lundas, a partire dalle 19.30. Porzioni di fagioli potranno anche essere consegnati a domicilio.
Tutta la manifestazione si svolgerà presso il salone polifunzionale del Comune di Greggio. Chi volesse prendere parte alla cena potrà contattare Daniele Pasqualini 347.4583377 oppure Gianfranco Rigolone 335.5270354.
Monsu Cozura e Madamin Moja di Albano domenica saranno protagonisti durante l'ultimo corso mascherato di Vercelli con “Pigiama Party”. Martedì invece ci sarà la fagiolata con i mascarin.

Rive

Giovedì 16 febbraio, alle 16.45, i bambini del paese avranno il loro momento di divertimento, rigorosamente mascherati. Per loro, dopo un'abbondante merenda, sfilata per le vie del paese in compagnia delle maschere locali Pasarota, Aurora Capello, insieme alle Pasarutine, Sonia Capello, Giulia Montella e la new entry, la piccola Cecilia.
Il programma dei festeggiamenti proseguirà poi domenica 19 febbraio. Dopo la messa delle 10 i bambini si divertiranno a rompere le pignatte, mentre la Polisportiva rivese, preparerà il brodo con cotechini e salamini, da distribuire dopo la benedizione, il tutto alla presenza di Bicciolano e Bela Majin, sempre con la presenza delle maschere locali di Rive che faranno naturalmente gli onori di casa.

Il programma di Santhià

A Santhià il Carnevale è ancora una cosa molto seria, che rispetta rigorosamente la tradizione. Ecco i prossimi eventi.

Sabato 18 febbraio consegna delle chiavi della Città alle 20,30; a seguire: “Proclama al popolo” di Stevulin e sfilata lungo le vie cittadine del Corpo Pifferi e Tamburi e delle Bande Cittadine. Alle 22.15 veglione in maschera, in piazza ALdo Moro, con Alex Biondi Band.
Domenica 19 febbraio si apre con la messa alla presenza delle maschere; alle 10: sfilata con le maschere, i gruppi e le bande cittadine per accogliere l’arrivo di Gianduja e alle 14.30 primo Corso Mascherato di carri e maschere a piedi. Ingresso: 7 euro; per residenti e bambini di età inferiore ai 12 anni: ingresso gratuito. Alle 21.30 veglione carnevalesco con i Divina Show in piazza Aldo Moro. Ingresso 5 euro.
Lunedì 20 febbraio è in programma il momento simbolo del Carnevale di Santhià: la Colossale Fagiuolta che si apre alle 5 del mattino con le “Sveglie” del Corpo Pifferi e Tamburi e l’accensione dei fuochi. A mezzogiorno in punto, grazie a 320 camerieri, verranno distribuiti alla popolazione 20 quintali di fagioli e 10 quintali di salami, per oltre 20mila razioni. Alle 16 Gran Ballo dei Bambini in piazza Aldo Moro e alle 20.45 Corso Mascherato in notturna seguito da Luogo Comune Band e alle 23, show di Just 4 Deejays in Ppazza Aldo Moro. Ingresso 5 euro.
Martedì 21 febbraio alle 10 i tradizionali “Giochi di Gianduja”: giochi risalenti al periodo medievale, a cui partecipano le varie Compagnie, sfidandosi tra di loro in una giornata all’insegna del divertimento. Alle 14.30 terza sfilata e proclamazione dei vincitori delle varie categorie.
La cerimonia di chiusura alle 22, con il tradizionale “Rogo del Babàciu” in piazza Maggiore.
Dalla sera di venerdì 17 febbraio fino alla sera di martedì 21 febbraio possibilità di consumare pranzo e cena al Santhià Carvè Food Village Street Food.

Le iniziative di Trino

Gli appuntamenti con il Carnevale, proseguiranno giovedì 16 e venerdì 17 febbraio con le visite benefiche all’asilo nido, alle scuole della città (Infanzia, Elementari, Medie e Alberghiero), alle sedi di Caritas, San Vincenzo, Auser e alle scuole di Palazzolo, liceo Alciati e Avgia. Sabato 18, visita alla Fidas e alle 15.30 Ballo dei bambini, al teatro civico. Domenica 19 febbraio, ci sarà la prima sfilata. Venerdì 24 febbraio alle 21 al mercato coperto, torna il “Ballo dei Tirison”. Domenica 26 febbraio, in mattinata visite all’Ipab, alla Pat e alla sede AIDO. Alle 11.30 “Gran Polenta” al rione Fusa e nel pomeriggio la seconda sfilata, che si concluderà con il saluto dal balcone del municipio, la riconsegna delle chiavi al sindaco e la festa di chiusura al mercato coperto. Sabato 4 marzo, alle 21 al teatro Orsa, torna “Trinesi alla ribalta”.

Fontanetto Po

Anche a Fontanetto Po, le associazioni del territorio si mobilitano per organizzare le iniziative per il Carnevale. Sabato prossimo 18 febbraio, è in programma la tradizionale fagiolata organizzata dalla Pro Loco del paese. La manifestazione avrà luogo in piazza Garibaldi. I volontari si alzeranno la mattina presto per cominciare ad allestire tutti i fuochi e serviranno le razioni intorno a mezzogiorno. Domenica 19 febbraio, nel pomeriggio, dopo alcuni anni difficili a causa della pandemia, ritornerà il “Ballo in maschera” dei bambini, nel salone dell'asilo infantile. «Anche questa iniziativa – commenta il sindaco di Fontanetto Po, Riccardo Vallino - è organizzata dall’attivissima Pro Loco del paese, ed è una tradizione che ritorna. Un bel momento da dedicare ai nostri bambini che avranno una bella occasione per passare un pomeriggio insieme in allegria».

Palazzolo Vercellese

È tutto pronto e c’è molta attesa in paese per la tradizionale “Fagiolata” di Carnevale, organizzata sempre con maestria, dal Comitato Festeggiamenti "Nuovo Gruppo Fagiolata", con il supporto del Comune. La scorsa settimana le maschere del paese, Mondina e Barlitè, al secolo Amanda Bordin e Claudio Deandreis sono state presentate e hanno ricevuto le chiavi del paese. La delegazione carnevalesca, è attesa venerdì 17 febbraio dai bambini e dai ragazzi delle scuole dell'Infanzia e primaria. Uno dei giorni più importanti, è sabato 18 febbraio, ricco di eventi. Alle 11, nel palazzo Municipale è in programma il ritrovo presieduto dal sindaco e dall'amministrazione comunale, con Mondina e Barlitè con corteo al seguito, i membri del Comitato Festeggiamenti "Nuovo Gruppo Fagiolata", le associazioni, i gruppi e gli Enti locali. A seguire, dalla piazza del Comune, partirà la sfilata, accompagnata dalla Banda Musicale "Fausto Nervi". Intorno alle 11.45, in piazza Giovane Italia, tradizionale "Fagiolata 2023", con la partecipazione del sindaco Maria Franca Giorcelli e del parroco don Riccardo Leone. La distribuzione proseguirà fino alle 15, coordinata dal consigliere Simone Trivellato. Saranno servite delle razioni da asporto o sarà possibile fare la consumazione sul posto, senza prenotazione, garantita dalla tensostruttura omologata e riscaldata. Nel pomeriggio, dalle 16, all’ex-asilo infantile, andrà in scena il "Ballo dei Bambini" con merenda offerta dal Comitato Festeggiamenti "Nuovo Gruppo Fagiolata".

Tricerro

Tutto pronto in paese per la tradizionale “Fagiolata” in piazza, che avrà luogo domenica prossima, 19 febbraio. Dopo la presentazione delle maschere e la consegna delle chiavi della città ai personaggi del Carnevale, Contessa e Conte dei Gerbidi, al secolo, Carlotta Caramello ed Edoardo Michelone, i festeggiamenti si spostano in piazza con le iniziative enogastronomiche. Il sindaco Carlo Borgo ha fatto gli onori di casa e ha ospitato in Comune la delegazione del Carnevale e ora spazio all’associazione “Amici del Carnevale”, che ha allestito anche quest’anno il programma degli eventi. Dopo la consegna delle Chiavi, il Carnevale tornerà domenica 19 febbraio alle 11, con la “Fagiolata” in piazza. Il sabato seguente, 25 febbraio alle 15.30, nel salone comunale, è in programma il tradizionale “Ballo dei Bambini”, che coinvolgerà grandi e piccini in un’allegra iniziativa. Ricordiamo che le Maschere in carica, Contessa e Conte dei Gerbidi, si sono insediati il 2 febbraio del 2020, proprio alla vigilia della pandemia causata dal Covid-19, hanno raccolto il testimone dalle mani di Mirosa Crosio e Franco Giordano. Questo è il primo anno che riescono a godersi appieno la festa.

Clicca qui per conoscere tutti gli eventi in Piemonte del fine settimana di sabato 18 e domenica 19 febbraio 2023.

Seguici sui nostri canali