Politica
Politica vercellese

Tascini silurato, il Pd: "Il centrodestra litiga invece di pensare ai vercellesi"

Decisione attesa, la minoranza evidenzia le contraddizioni dell'amministrazione comunale.

Tascini silurato, il Pd: "Il centrodestra litiga invece di pensare ai vercellesi"
Politica Vercelli e dintorni, 28 Ottobre 2021 ore 10:01

Con un apposito decreto, datato 27 ottobre, il Sindaco di Vercelli Andrea Corsaro ha "silurato" l'assessore leghista Maurizio Tascini, un provvedimento che era nell'aria da giorni e che preluderebbe (il condizionale è ormai quasi superfluo) ad un rimpasto che vedrebbe l'attuale Presidente del Consiglio Comunale Giancarlo Locarni, appartenente sempre alla Lega, lasciare ad altri il suo scranno consiliare per entrare come assessore nella Giunta.

Tascini aveva le deleghe per "Attuazione PRGC e strumenti urbanistici esecutivi - Sportello Unico Edilizia Privata (SUEP) - Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) - Rapporti con associazioni di categoria - Regolamenti attuativi norme edilizie - Protezione civile"

Immancabile arriva il commento del principale gruppo di minoranza, quello del Pd, a firma del capogruppo Alberto Fragapane.

La nota del Pd

"Lo avevamo detto in occasione del rinvio dell’ultimo consiglio comunale, le diatribe esistenti all’interno della maggioranza stavano rischiando di frenare l’attività amministrativa del Comune.

Ce lo ha confermato nella giornata di ieri direttamente il Sindaco all’interno del decreto con cui ha revocato le deleghe all’Assessore Tascini, della Lega, dichiarando espressamente che “tale situazione ha accentuato una instabilità politico-amministrativa con ripercussioni sulla funzionalità dell’Amministrazione comunale”.

"C'è altro sotto il tappeto"

Il verbo “accentuare” fa pensare che ci sia molto altro sotto al tappeto e che la situazione non possa essersi risolta con un giro di casacche tra i componenti della Giunta in quota Lega. Partito per il quale il Sindaco ha dovuto investire del tempo per risolverne i problemi personali e politici.

Una situazione grave, tanto più in questo momento storico, in cui grazie alle risorse garantite all’Italia dall’Unione Europea i comuni hanno un’occasione unica per poter riscrivere il presente e il futuro.

"Assenza di visione nella Giunta"

Ma occorre avere volontà, idee chiare, lungimiranza e una visione d’insieme, elementi già assenti dall’attività della Giunta Corsaro, ora anche gravata da spaccature così feroci da “minare i rapporti professionali e lavorativi all’interno della Giunta Comunale e far venir meno le basi per una futura e proficua collaborazione in merito agli indirizzi programmatici”.

Il Partito Democratico continuerà a denunciare le incongruenze della maggioranza e a proporre soluzioni concrete per il futuro dei vercellesi.

Un futuro che si decide ora e non aspetta i litigi del centrodestra".