Vercelli

Caduta di rami: la minoranza interroga il sindaco

Il gruppo consiliare vercellese "Voltiamo Pagina" chiede dei controlli sugli alberi.

Caduta di rami: la minoranza interroga il sindaco
Politica Vercelli e dintorni, 23 Agosto 2021 ore 09:41

Il gruppo consiliare vercellese "Voltiamo Pagina" chiede dei controlli sugli alberi cittadini in seguito alle cadute di rami.

Gli alberi

Dopo le notizie che riportano la caduta improvvisa di rami di dimensioni importanti in corso Abbiate, via San Cristoforo e viale Rimembranza, il gruppo "Voltiamo Pagina" ha presentato un'interrogazione al sindaco. Secondo le notizie, sottolineano, «risultano sussistere altri elementi di potenziale criticità in differenti piantumazioni cittadine, sia per il rischio di caduta di rami sia a fronte della presenza di miceti, su vari tronchi e alla base delle piante, tali da intaccare la loro stessa struttura e comprometterne la resistenza».

Pericolo per l'incolumità

Il gruppo ritiene che «tali circostanze attestino un grave pericolo per l’incolumità di chi si trovi a transitare lungo detti viali, oltre che per il traffico veicolare finitimo, senza che il periodo estivo attenui tale rischio (atteso pure l’elevato numero di cittadini che si trova a trascorrere questi giorni in Vercelli), rendendo imprescindibile una verifica generalizzata su tutti gli alberi piantumati della città». Rilevano inoltre che «il Comune è tenuto a vigilare, tramite ricorso a professionalità idonee, sullo stato di salute delle piantumazioni presenti in Vercelli, ed in particolare di quelle ad alto fusto o comunque connotate da dimensioni tali da costituire probabile fonte di eventi dannosi a carico dei cittadini, in caso di loro caduta o rovina, ed a impedire tali accadimenti con gli strumenti più opportuni per la loro messa in sicurezza».

Controlli

I consiglieri chiedono quindi «se e come l’Amministrazione intenda procedere in merito alla ripetuta caduta di elementi di essenze arboree collocate lungo i principali viali di Vercelli, a tutela dell’incolumità dei cittadini, oltre che del decoro stesso del Comune» e «se l’attività di controllo di dette piante, e più in generale, di tutto il patrimonio arboreo cittadino, nonché i consequenziali interventi di messa in sicurezza siano già stati disposti nell’immediato quale priorità dell’Amministrazione, al fine di prevenire ulteriori cadute e gravi rischi per i pedoni ed il traffico veicolare finitimo».