Comitato Manifestazioni Vercellesi

Carnevale Vercelli: premiazioni dell’edizione 2020

La cerimonia era saltata a causa del lockdown.

Carnevale Vercelli: premiazioni dell’edizione 2020
Vercelli e dintorni, 16 Luglio 2020 ore 09:51

Nelle foto, in ordine, la consegna del trofeo a Porta Torino, la premiazione dei Cappuccini e la consegna della targa “Pino De Maria” al rione Bellaria.

Il Carnevale di Vercelli aveva fatto in tempo a chiudersi prima del lockdown, tuttavia l’emergenza sanitaria aveva poi impedito la tradizionale serata di gala conclusiva. Ieri, mercoledì 15 luglio 2020, con la premiazione dei vincitori dei corsi mascherati, si è ufficialmente concluso.

La consegna dei premi è avvenuta in forma privata nella sede del Comitato Manifestazioni Vercellesi, alla presenza dei rappresentanti dei rioni e dei paesi che ne fanno parte, riuniti in assemblea nel rispetto dei protocolli di sicurezza sanitaria.

La consegna dei trofei

Leggi anche: Carnevale Vercelli 2020: la prima sfilata – VIDEO Gallery

Il presidente del Comitato Stefano Roncaglia e gli altri componenti del direttivo hanno dunque consegnato i due trofei “Città di Vercelli” ai vincitori delle sfilate: Porta Torino per la sezione riservata ai carri e Cappuccini per quella invece riservata ai gruppi in maschera, insieme con i gagliardetti e con il premio speciale “Pino de Maria”, quest’ultimo assegnato al gruppo mascherato del rione Bellaria, che il figlio del noto poeta dialettale vercellese, Enrico, da quest’anno e per il futuro ha deciso di istituire per ricordare il legame del padre con il carnevale della sua città.

I due trofei “Città di Vercelli” sono invece stati offerti dalla sezione comunale dell’Avis di Vercelli, presente ieri sera con il suo presidente Fulvio Cavanna, a ricordo dell’80° della sua fondazione.

Annullato il Corteo storico di ottobre

Conclusa la premiazione, il presidente Roncaglia ha anticipato all’assemblea alcuni progetti allo studio per chiudere il programma delle manifestazioni del 2020. Intanto, è stato ufficializzato l’annullamento del Corteo Storico, tradizionale manifestazione ottobrina che richiamava in città centinaia di personaggi e figuranti da tutto il Nord Italia: il motivo è riconducibile alle difficoltà organizzative legate all’emergenza sanitaria tuttora in corso.

“Ci sarà un evento statico”

«Al suo posto e sempre nel rispetto dei protocolli sanitari – ha detto Roncaglia – con un gruppo di Alessandria stiamo verificando la possibilità di organizzare una manifestazione “storica” rievocativa, non più itinerante, ma stanziale in alcuni punti della città. Anche questa dovrebbe svolgersi in ottobre con “quadri” dedicati non soltanto al periodo post-risorgimentale, come per il Corteo Storico, ma anche ad epoche storiche precedenti».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità