Economia
Economia

Da Confindustria sostegno psicologico e sociale per i dipendenti

Partirà da gennaio 2023, fase sperimentale fino ad aprile e poi la valutazione.

Da Confindustria sostegno psicologico e sociale per i dipendenti
Economia Vercellese, 29 Novembre 2022 ore 17:22

Nella foto il direttore di Confindustria Novara Vercelli Valsesia Carlo Mezzano e il presidente Gianni Filippa.-

Aumentare la serenità dei lavoratori sul fronte psicologico e sociale va tutto a vantaggio delle aziende per cui lavorano e, più in generale, del sistema produttivo. Per questo, a partire dal 2023, Confindustria Novara Vercelli Valsesia (Cnvv) offrirà alle aziende associate un servizio di sostegno psicologico e sociale orientato al benessere individuale e organizzativo.

Ne potranno usufruire, nella massima riservatezza, tutti i dipendenti, contattando telefonicamente o online uno staff di esperti che saranno a loro disposizione per due mattine ogni settimana.

Promuovere il benessere delle persone

«Per favorire un clima aziendale più possibile sereno e collaborativo – spiega il presidente di Cnvv, Gianni Filippa – è importante promuovere il benessere nelle persone e la qualità della vita sul lavoro. Abbiamo riscontrato tra le aziende l’interesse per figure di ascolto e di assistenza da mettere a disposizione dei propri collaboratori, al fine di aiutarli ad affrontare situazioni familiari o personali complesse e contenere i possibili riverberi negativi sull’attività lavorativa, e stipulato un accordo con l’associazione Issim (Istituto per il servizio sociale nell’impresa) fondata nel 1945 in collaborazione con Assolombarda, il cui gruppo professionale è composto da assistenti sociali, counselor e psicologi clinici iscritti ai rispettivi albi e specializzati nei servizi di supporto alle risorse umane».

I due servizi

I servizi di Issim a disposizione dei dipendenti delle aziende di Cnvv sono due: quello denominato “Mobile sociale” (disponibile dalle 9 alle 13 del martedì, a partire dal 10 gennaio 2023) è volto a migliorare il bilanciamento tra vita e lavoro, la qualità delle relazioni e la gestione dello stress mirando all’attivazione di risorse personali, familiari e sociali assopite dalle difficoltà che si stanno vivendo.

Il servizio “Mobile psicologico” (disponibile dalle 9 alle 13 del mercoledì, a partire dall’11 gennaio 2023) fornisce un supporto per ridurre il disagio individuale, familiare o nel gruppo di lavoro con interventi sulla gestione dei momenti difficoltà personali e sulle strategie di comportamento più funzionali per affrontare la dimensione emotiva, ripristinare il benessere psicologico e migliorare la propria qualità di vita.

Come attivare i servizi

L’attivazione dei servizi avverrà mediante invio di una mail all’indirizzo counseling@cnvv.it da parte della persona interessata, che dovrà solo indicare il tipo di consulenza richiesta (assistenza sociale o assistenza psicologica); Cnvv, nel totale rispetto della privacy, trasferirà la richiesta alla professionista incaricata da Issim, che prenderà un appuntamento, telefonico o tramite piattaforma on-line, direttamente con il/la richiedente.

Quattro mesi di sperimentazione

«Il servizio – aggiunge il direttore di Cnvv, Carlo Mezzano – sarà attivo in via sperimentale fino a tutto il mese di aprile, quando faremo una valutazione sulla sua utilità e decideremo come proseguire. Portare l’assistente sociale e lo psicologo in azienda fa parte di una strategia di sostegno all’adozione di misure di welfare che hanno dato importanti riscontri nelle imprese. Issim ha calcolato, in seguito agli interventi proposti, una diminuzione dal 34% all'8% di assenze per malattia e infortuni, con un miglioramento di autocontrollo, autostima, capacità di problem solving, resilienza e predisposizione ai cambiamenti da parte delle persone coinvolte. Impatti positivi sono stati riscontrati anche sulla soddisfazione, il rendimento e l’efficienza dei collaboratori, che hanno potuto migliorare l’equilibrio tra esigenze personali e professionali, con effetti positivi sul “clima” aziendale, che ha registrato meno conflitti, più collaborazione, un maggior senso di appartenenza e una comunicazione più fluida ed efficace».

Aiuto anti-usura

Un altro servizio, in vigore da anni, di cui Cnvv conferma la disponibilità anche per il 2023 è quello offerto dalla “Fondazione Anti Usura Crt - La scialuppa Onlus”, che si occupa di aiutare, tramite una rete di volontari diffusa in tutto il Piemonte, le persone che si trovano in difficoltà nel far fronte ai propri debiti e che sono a potenziale rischio di cadere nelle mani dell’usura. Operativa a Novara dal 2008 e a Vercelli dal 2009,

“La scialuppa” mette a disposizione, previo appuntamento telefonico allo 011-19410104, i suoi esperti: dopo una breve raccolta di informazioni da parte della segreteria, le persone interessate potranno ricevere una consulenza per individuare le migliori soluzioni per il riequilibrio della propria situazione finanziaria incontrando gli operatori, nella più totale discrezione, nelle sedi Cnvv di Novara (C.so Cavallotti 25) e di Vercelli (Via Lucca 6).

«Auspichiamo – conclude Filippa – che questi contributi al miglioramento delle situazioni di difficoltà, organizzativa, psicologica, economica e relazionale dei collaboratori delle aziende possano essere utili nella attuale fase di incertezza. È importante che anche le aziende sostengano la “rete” di supporto a chi è in difficoltà, offrendo opportunità concrete per migliorare l’equilibrio tra esigenze personali e professionali, con benefici per l’intera comunità».

Seguici sui nostri canali