Cultura
Gli eventi

Studio Dieci ripercorre i suoi 50 anni in un dibattito

Nuovo appuntamento sabato 28 novembre 2021, allestite in tutto cinque esposizioni.

Studio Dieci ripercorre i suoi 50 anni in un dibattito
Cultura Vercelli e dintorni, 26 Novembre 2021 ore 15:34

Nella foto uno scorcio della mostra dei cataloghi e libri di Studio Dieci allestita alla Biblioteca Civica.

Tanti artisti che hanno fatto la storia di «Studio 10» si sono ritrovati, domenica 21 novembre per festeggiare i cinquant’anni del Centro Culturale nella sede di piazzetta Pugliese Levi, dando il via a una settimana di importanti appuntamenti.

A fare gli onori di casa l’attuale presidente Carla Crosio, il direttore artistico Diego Pasqualin e uno dei protagonisti di questi decenni: Fiorenzo Rosso. Nell'occasione è stata inaugurata la mostra 50x50, in cui 50 artisti del centro hanno rielaborato nel formato 50 x 50 cm il logo della galleria.

Ma ecco le altre iniziative che arricchiscono la settimana clou dell'anniversario.

L'incontro di sabato 27 al piccolo studio

Sabato 27 novembre al Piccolo Studio della basilica di Sant'Andrea, a esattamente 50 anni dal 27 novembre 1971, "Studio Dieci" organizza per il suo cinquantennale un incontro con il quale verranno ricordate le fasi della storia e soprattutto i valori, che sono rimasti invariati.

L'appuntamento è per le e ore 17, l'evento si intitola: «StudioDieci | storia e storie. Incontro con l’Arte Contemporanea»,  in collaborazione con il progetto «Dedalo». Si tratta di una tavola rotonda a cui prenderanno parte: Cinzia Lacchia, conservatrice del Museo Borgogna: «Una storia d’Arte tra passato e presente. Un’eredità ancora viva; Lorella Giudici, storica dell’Arte, curatrice, docente  all’Accademia di Brera: «un viaggio nell'Arte. dentro e fuori StudioDieci»; Diego Pasqualin, direttore artistico di Studio 10 “back”. Introduzione a cura di Carla Crosio, modera il giornalista Gian Piero Prassi.

La mostra dei manifesti

Al termine dei lavori ci si sposterà nella sede storica di «StudioDieci», Via Galileo Ferraris, 89, ora bottega creativa n° 1, per inaugurare, alle ore 18,30 circa, la mostra: «StudioDieci . Old», mostra di manifesti storici del centro culturale, aperta fino al 5 dicembre.

6 foto Sfoglia la gallery

Ecco il testo di Diego Pasqualin che è al contempo un omaggio alla storia del centro culturale.

"C’è parete e parete. Non tutti i muri sono uguali. Alcuni acquisiscono un valore storico, altri religioso, altri ancora culturale. Esistono muri anonimi che delimitano i quartieri, altri vivi perché abbracciano lo stratificarsi dei passaggi di quelle persone che, su una linea sottile di demarcazione, fanno i funamboli tra artisti di strada e vandali. Poi ci sono i muri del cuore, quelli dei ricordi; quelli sui quali mi sono appoggiato, dietro i quali mi sono protetto, a volte anche nascosto e che, silenziosamente, custodiscono qualcosa di mio. Pareti di camere sulle quali ho appeso immagini, opere d’arte e oggetti strappati alla quotidianità. Di quest’ultimo tipo di muri sono quelli delle due “stanzette storiche” che hanno visto nascere e sono rimaste, come cuore pulsante, finché è stato possibile, di StudioDieci. Dal 21 novembre 1971 fino al dicembre 2015, in Via Galileo Ferraris 89 si sono susseguite mostre ed eventi che hanno avvicinato e, nel medesimo tempo, anche, contrariato la città di Vercelli. Fedele alla sua missione, promuovere la cultura contemporanea e l’arte giovane, in questo “piccolo” spazio, si è creata “una storia”. StudioDieci ha sempre guardato diritto davanti a sé perché, la Cultura, necessita di coraggio e anche di un po’ d’inconsapevolezza; perché dentro a StudioDieci tutti gli eventi si sono susseguiti per il piacere di mettere in atto pensieri, sogni e deliri di persone innamorate del proprio tempo. Ecco che questa mostra svela il suo lato più intimo. Non sarebbe bastato un comodino con un porta foto per raccogliere i ricordi accumulati in questi cinquant’anni e nessun’altra parete, se non queste, sarebbero state quelle giuste per accoglie, anzi, riaccogliere, La Storia. Queste sono le pareti giuste per rivivere un’idea, che è costata molte fatiche, corredata di incontri e di addii, di inaugurazioni e chiacchiere, avvenimenti importanti, risate e tempo perso… per il semplice piacere di esserci. Forse queste “stanzette”, grazie a questa mostra, possono tornare ad essere come “camerette” di giovani sognatori dove, sui muri, i poster ne sottolineano l’identità, il gusto e le aspirazioni che con lo stesso coraggio e inconsapevolezza che ho poc’anzi citato, osservano e commentano il mondo con scelte e azioni, non sempre capibili ai più, ma che a lungo raggio, si dimostreranno correte. Storie provenienti da tutti quei “mondi lontanissimi” che solo l’arte contemporanea è in grado di rendere visitabili, creando ponti e nuovi sentieri. Questa mostra può anche essere letta come i sassolini per ritrovare la strada; ogni manifesto, invito, locandina o scritto è un tassello per tornare a casa. Per pochi giorni, anche se solo per pochi giorni, questo luogo tornerà ad essere quel gigante, sulle cui spalle, tante persone, me compreso, si sono appoggiate per guardare verso nuovi orizzonti e concedere, ancora un’occasione, a chi non ha compreso il valore, l’importanza e l’occasione culturale di StudioDieci per la città di Vercelli".

La mostra delle pubblicazioni allestita alla Biblioteca Civica

Giovedì 25 novembre è stata inaugurata presso la sede della Biblioteca Civica di via Galileo Ferraris 95, dalle 11,30: «StudioDieci | storie di carta», esposizione di annali e cataloghi storici relativi all’attività del centro. Quaderni editati a marchio StudioDieciBooK e stampati da Litocopy Vercelli con la preziosa collaborazione di Luigi Reale di e la grafica di Elisabetta Cavagnino. Resterà allestita fino al 22 dicembre. Ad allestirla, guidati da Diego Pasqualini, sono stati gli studenti della classe della IV Arti Figurative del Liceo Artistico Ambrogio Alciati, le varie pubblicazioni, molte delle quali ormai introvabili, sono state disposte su appositi espositori e negli spazi della Biblioteca stessa.

Le altre esposizioni

Al centro Commerciale Carrefour, Tangenziale Ovest 13, un luogo di grande passaggio per incontrare tante persone sono allestite fino al 30 novembre due esposizioni: «StudioDieci | social», presentazione del logo di Studio 10 veicolato dai monitor a parete del centro commerciale.

Sempre nella stessa sede: «S 10 | noi», presentazione in uno stand messo a disposizione dal direttore Luigi De Cicco a parete la storia del centro culturale, allestita fino al 30 novembre.

Nella sede di piazzetta Pugliese Levi, in corso fino al 21 gennaio 2022, dal venerdì alla domenica ore 17-19, si può vistare «50x50 | mostra degli artisti di StudioDieci» inserito nel contesto del Progetto Dedalo.

Il calendario di eventi è realizzato con la condivisione della Città di Vercelli e la collaborazione del Progetto Dedalo, con Asl Vc e del direttore dell’Ipermercato Carrefour De Cicco.