Menu
Cerca
Musica

Rimonda pubblica tutti gli spartiti di Viotti

Una nuova collana monografica realizzata da Edizioni Curci in collaborazione con CIDIM-Comitato Nazionale Italiano Musica.

Rimonda pubblica tutti gli spartiti di Viotti
Cultura Vercelli e dintorni, 23 Marzo 2021 ore 09:12

Al grande compositore e violinista, a lungo ingiustamente dimenticato, è dedicata una nuova collana monografica realizzata da Edizioni Curci in collaborazione con CIDIM-Comitato Nazionale Italiano Musica, a cura del violinista Guido Rimonda. Il 20 marzo 2021 ha debuttato la prima edizione completa dei Concerti per violino e orchestra.

Progetto editoriale curato da Guido Rimonda

Edizioni Curci, in collaborazione con CIDIM-Comitato Nazionale Italiano Musica, presenta la “Giovanni Battista Viotti Collection” dedicata al grande compositore e violinista piemontese, a lungo ingiustamente dimenticato (Fontanetto Po, 12 maggio 1755 – Londra 3 marzo 1824). Il vasto progetto editoriale è curato dal violinista Guido Rimonda, considerato il più autorevole interprete e studioso di Viotti, a cui ha dedicato esecuzioni e registrazioni di riferimento con la Camerata Ducale e a cui ha intitolato l’omonimo prestigioso festival internazionale di cui è direttore musicale.

I concerti per violino e orchestra

La collana monografica ha debuttato il 20 marzo 2021 con la prima edizione completa dei Concerti per violino e orchestra, a cominciare dal Concerto n. 3 in La maggiore che mette già in luce le peculiarità dello stile di Viotti, considerato il padre della scuola violinista moderna. Mettendo a frutto uno studio trentennale dell’opera del maestro, Rimonda ha approntato un’accurata revisione, le cadenze e la diteggiatura e un meticoloso apparato di note utili all’interprete quanto al musicologo. La riduzione per violino e pianoforte invece, è stata curata da Cristina Canziani.

Il risultato è un’edizione con una impostazione divulgativa e didattica, rispettosa dell’originale, che permette di apprezzare le fondamentali innovazioni stilistiche introdotte da Viotti e che rende finalmente disponibile agli interpreti e al pubblico un prezioso patrimonio musicale ancora in larga parte da scoprire.

Partitura e parti staccate saranno disponibili anche in versione digitale tramite la App Curci Digital.

Info: https://www.edizionicurci.it/printed-music/minisito_autore.asp?id=4527

Note critiche

Il Concerto n. 3 in La maggiore WI:3 (G. 25). Si tratta sicuramente del primo in assoluto composto da Viotti nel 1769, all’età di 14 anni. Il concerto si presenta già innovativo per il modo in cui lo stile e l’abilità tecnica, espressiva e virtuosistica caratterizzano la composizione. Descritto da Pierre Baillot – celebre violinista allievo e amico di Viotti – come «un modèle de grace et de majestré».

Guido Rimonda

Di origine saluzzese, fin dall’età di udici anni ha cercato una vera e propria simbiosi con Giovanni Battista Viotti ripercorrendone tutte le tappe: ha ritrovato in molte città europee gli spartiti originali che hanno permesso di ricostruirne l’opera omnia, ha approfondito la sua tecnica violinistica e il suo metodo di insegnamento, e ha eseguito le sue composizioni. Da questo impegno è nata la Camerata Ducale, da oltre vent’anni formazione residente del Viotti Festival di Vercelli, di cui è Direttore Musicale. Con Decca Universal sta incidendo la prima edizione assoluta moderna dell’integrale di tutta l’opera per violino e orchestra di Viotti e molti inediti, per Curci sta curando la prima edizione completa degli spartiti viottiani. E’ docente di violino presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli