Menu
Cerca
cultura

NUR rock and stones: concerto online organizzato dal circolo “Dessì”

Claudia Aru: "Portiamo la Sardegna a chi non è potuto rientrare".

NUR rock and stones: concerto online organizzato dal circolo “Dessì”
Cultura Vercelli e dintorni, 09 Aprile 2021 ore 08:42

Il Circolo Sardo G. Dessì di Vercelli organizza un evento con Claudia Aru che sarà online sul canale youtube della cantante il 10 aprile alle 20.30 (https://youtube.com/user/missaruh) e che sarà condiviso anche sulla pagina facebook dell’associazione “Circolo Giuseppe Dessì di Vercelli”.

“Sono emozionata come una bambina, ed è bellissimo – commenta in una nota sui social l’artista –  quando la presidentessa del circolo sardo di Vercelli mi ha chiesto un concerto, ho pensato che fosse una grande opportunità, non solo per il fatto di poter fare il mio lavoro, ma perché potevo dare un messaggio forte: Non è finita, siamo ancora qui, siamo ancora vivi e portiamo la Sardegna a voi che non siete potuti rientrare. Poi è successo tutto il resto, la mia nuova famiglia Mush ha sposato il progetto con entusiasmo e a loro si sono aggiunti i ragazzi di CMP che sono andati nettamente oltre ogni mia più vertiginosa aspettativa, la regia è di Marco Camba. Hanno fatto un lavoro di qualità eccelsa.

Immagini che parlano da sole

Poi mi sono ritrovata vicino collaboratori quali Anna Lapa al trucco, Martina Pilloni a scattare e Pietro Medda ai suoni, che di meglio non potevo chiedere. E poi il luogo… Vilma mi ha aperto le porte di Genne Maria a Villanovaforru, il nuraghe che guarda da un lato il golfo di Cagliari e dall’altro il golfo di Oristano. Le immagini parlano da sole.

NUR rock and stones

E i miei musicisti: tra conferme e nuovi elementi con i nomi uguali, infatti alle mie rocce Matteo Marongiu e Simone Soro si sono aggiunti Matteo Demuro e Simone Sassu. È stata una prima volta anche per noi. È nata l’idea di NUR rock and stones, vogliamo potare la musica nei luoghi archeologici della Sardegna e vogliamo farli vedere nella loro straordinaria bellezza, per valorizzarli, per raccontarli.
Spero che questo sia il primo di una lunga serie.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli