Cultura
Evento

La Comunità Ebraica dedica il primo concerto dell'anno a Angelo Gilardino

Domenica 15 gennaio con musiche di Mario Castelnuovo Tedesco

La Comunità Ebraica dedica il primo concerto dell'anno a Angelo Gilardino
Cultura Vercelli e dintorni, 11 Gennaio 2023 ore 09:55

Nella foto il compositore Angelo Gilardino.

La Comunità Ebraica di Vercelli inizia il 2023 all’insegna del progetto Ogni Giorno è Memoria, supportato da Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione CR Vercelli, Regione Piemonte e Comune di Vercelli.

Il primo appuntamento sarà un concerto, con musiche del grande compositore Mario Castelnuovo Tedesco, appuntamento dedicato, nel primo anniversario della scomparsa ad Angelo Gilardino.

L'appuntamento è previsto per domenica 15 gennaio 2023 alle ore 16.30 alla Sala Foa a Vercelli per la rassegna musicale "Via Foa in Concerto", curata dalla presidente Rossella Bottini Treves e dal maestro Simonetta Heger.

"In memoria di un amico"

Il concerto, come detto, sarà dunque "in memoria di un amico e vedrà la partecipazione di Elisabeth Hertzberg, soprano, Alessandro Guarneri, chitarra, Simonetta Heger al prezioso pianoforte che la stessa musicista ha destinato alla Comunità Ebraica di Vercelli. Le esecuzioni comprenderanno musiche di Mario Castelnuovo Tedesco, autore di cui si è occupato proprio il professor Gilardino che nella sua vita è stato chitarrista, compositore, insegnante e critico musicale.

La sua figura è fortemente legata a Mario Castelnuovo Tedesco del quale ha revisionato e pubblicato opere. Inoltre, la cornice di via Foa è stata anche quella di una ultime apparizioni in pubblico di Gilardino, ospite nel 2019 per presentare i suoi libri sul grande compositore fiorentino costretto all’esilio nel 1938 dalle leggi antisemite.

Il programma

A distanza di un anno dalla scomparsa del maestro vercellese la Comunità presenterà dunque alcune delle composizioni di Castelnuovo-Tedesco da lui rivedute e pubblicate presso l’editore Curci nell’ambito del gigantesco progetto dedicato al compositore, ed un inedito, “La canzone di Usigliano”, su concessione di Diana Castelnuovo-Tedesco, nipote del compositore, che sarà presente al concerto. La “Canzone” è su testo di Fernando Liuzzi, scritta nel 1923 nella villa dove si riunivano le famiglie dei due compositori, e che fino all’avvento delle leggi razziste del 1938 era ritrovo estivo di artisti, musicisti, poeti.

L’ingresso al concerto è gratuito ma su prenotazione entro giovedì 12 gennaio scrivendo alla mail segreteria.comunitaebraicavc@gmail.com.

Seguici sui nostri canali