Cronaca

Il film di Wim Wenders “Papa Francesco - Un uomo di Parola” inaugura "Liberare lo sguardo" alla Casa Circondariale di Vercelli

Un percorso di formazione e di promozione della cultura cinematografica dedicato a questa realtà vercellese.

Cultura Vercelli e dintorni, 25 Giugno 2021 ore 14:20

Il prossimo 28 giugno, alle ore 11.30, verrà presentato presso la Sala Convegni della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli il progetto “Liberare lo sguardo”. Un percorso di formazione e di promozione della cultura cinematografica dedicato alla Casa Circondariale di Vercelli.

Il progetto

Il progetto nasce dalla volontà di investire in un’iniziativa di cultura, bellezza e rieducazione di una fascia considerata “debole” della società come quella dei detenuti, in totale continuità con le attività già messe in campo dal territorio e, nello specifico, dalle case circondariali molto attente alla promozione culturale e da iniziative attente alle persone detenute.
L’iniziativa “Liberare lo sguardo” promuove un percorso di formazione incentrato sulla Casa Circondariale di Vercelli, concentrando le attività a più livelli.

Percorso formativo

Punto di partenza è la visione del docu-film “Papa Francesco – Un uomo di Parola” (2018) di Wim Wenders. Seguirà un percorso formativo che costituirà occasione di approfondimento e comprensione del linguaggio cinematografico, ma che sarà soprattutto opportunità di incontro e di lavoro di team esperienziale per le persone detenute che vorranno partecipare al percorso.
La cinematografia rappresenterà un efficace strumento formativo, nello stesso modo dei percorsi educativi già attivati dall’istituto. Il modello del progetto, una volta consolidato, potrà essere facilmente applicato ad altre carceri e realtà del territorio.

I promotori del progetto

Il progetto è promosso dall’Associazione di Cultura Cinematografica “Officina Cultura e Territorio”, in collaborazione con Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, Fondazione CRC, Banca Alpi Marittime, Associazione Amicorti, Ausilia Onlus, Casa Tecnica e Stile, MG Project, Patrimonio Immobiliare Srl, La Sesia.
Saranno presenti all’incontro Mons. Dario Edoardo Viganò, Vice Cancelliere della Pontificia Accademia della Scienze e Scienze Sociali; Antonella Giordano, Direttore del carcere di Vercelli; Pierluigi Pianta, Procuratore Capo di Vercelli; Aldo Casalini, Presidente
Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli; Antonello Monti, Consigliere d’Amministrazione Fondazione CRT; Fabrizio Buratto, formatore.
Un grande lavoro di rete, unica garanzia di ricaduta attiva sul territorio. Un progetto che è segnale chiaro di una sensibilità di queste associazioni e realtà nella promozione di azioni rivolte alla tutela e salvaguardia delle fasce più bisognose della popolazione.

Associazione Officina Cultura e Territorio

L’Associazione “Officina Cultura e Territorio” da ormai quindici anni opera nel settore culturale e sociale attraverso l’utilizzo di linguaggi audiovisivi, sia nel territorio di origine, quello bergamasco, sia a livello nazionale.
Ha partecipato alla realizzazione di brevi documentari, ad esempio in occasione del Centenario, nel 2019, della fondazione di Villa Santa Maria come sede ufficiale dei Missionari Monfortani a Bergamo.
Dall’anno 2020 l’Associazione ha partecipato ad un progetto di memoria e testimonianza di ciò che è stato, e continua ad essere, il Covid-19 a Bergamo, città più colpita d’Italia. Il progetto si chiama “Dentro le Mura – Bergamo”: la stessa città si rivela tra storie di sofferenza e speranza, raccontandosi attraverso i filmati della gente, caricati sul portale dentrolemurabergamo.it. I filmati concorrono a creare un vero e proprio archivio della memoria, individuale e collettiva.
Negli anni passati l’Associazione Culutra e Territorio si è proposta di aderire e sostenere progetti sociali legati a quartieri della città di Bergamo e progetti culutrali anche a livello nazionale, come il progetto “Divina Bellezza - Alla scoperta dell’Arte Sacra in Italia”.