Cultura
Cultura

I Giovedì dell'autore al via con "12 dicembre" e Barbaglia

Doppio appuntamento alla Biblioteca Civica di via Galilei.

I Giovedì dell'autore al via con "12 dicembre" e Barbaglia
Cultura Vercelli e dintorni, 17 Novembre 2021 ore 13:42

La copertina del volume realizzato per sostenere l'associazione «12 dicembre».

In questo scorcio di fine anno sono previsti i primi cinque incontri di quello che è destinato a diventare un appuntamento ricorrente e principalmente dedicato agli autori del territorio.

Primo incontro giovedì 18 novembre, ore 11 con la presentazione di «Quinto Vercellese», volume con fotografie di Gianni Ticco Paronuzzi e ricerche di Elena Mandrino. Si tratta della “strenna natalizia” che l’associazione «12 dicembre» realizza per raccogliere fondi da destinare ad attività benefiche. Ogni anno si focalizza su un aspetto della nostra storia.

La scheda del libro "Quinto"

Questa pubblicazione, presentata in veste fotografica, si propone essenzialmente questi scopi:
Ricordare i valori storici e artistici di cui è ricca questa terra e non si può pensare al futuro senza imparare dal proprio passato.
Offrire ai lettori, che ammirano i nostri capolavori d’arte, un aiuto per una migliore conoscenza dei nostri beni culturali e artistici.
Non è ambizione di questo volume ripercorrere nei dettagli la millenaria storia di Quinto Vercellese, né condurre un’indagine approfondita sulle numerose testimonianze artistiche che si concentrano nei suoi monumenti principali, il castello degli Avogadro di Quinto e la chiesa parrocchiale dei Santi Nazario e Celso.

L’intenzione di queste pagine è quella di proporre una selezione di fotografie, scattate tra il 2020 e il 2021 e accompagnate da un commento agile, per dare un’idea della sorprendente ricchezza del patrimonio storico e artistico
localizzato in questo piccolo centro abitato nella campagna alle porte di Vercelli, documentandone lo stato di conservazione e mettendo a fuoco i particolari più affascinanti, non solo per incuriosire chi non ha mai frequentato questi luoghi, ma anche per riaccendere l’attenzione di coloro che li hanno già visitati.
Tanto nel castello, quanto nella parrocchiale le fotografie permettono di soffermarsi a “leggere” le antiche murature, con i materiali di costruzione e gli interventi di modifica, ma anche di cogliere i dettagli decorativi dei dipinti, che
raffigurano i capisaldi della fede cristiana e numerosi santi di devozione popolare.

Sempre il 18 novembre, ma alle ore 17, lo scrittore Alessandro Barbaglia presenta «Il piccolo principio», libro arricchito da illustrazioni degli allievi del corso di design e grafica Enaip.

Le altre date

Giovedì 25 novembre toccherà ad un volume fotografico e di testi di grande impatto: «Villata:paese sospeso», di Cele Bellardone e Dino Boffa.

Il 2 di dicembre: «Sette vite. Storie di gatti, storie di persone» di Maria Elena Michelone, suggestivo libro anch’esso pensato per una giusta causa, il sostegno a «Baffi & Code».

Infine il 16 dicembre: «Corri corvo, corri» di Sebastiano Ruzza, volume realizzato nel contesto del «Progetto Dedalo» e con l’associazione «Mi nutro di vita», per la sensibilizzazione e lotta ai disturbi alimentari.

L’accesso agli eventi è solo con green pass e rispetto norme anti-covid. Obbligatorio prenotare via mail all’indirizzo: bibliotecacivica@comune.vercelli.it indicando i nominativi degli interessati. Ingresso libero.