Cultura
Storica firma

Festival Poesia Civile: accordo tra Il Ponte e l'Università per potenziarlo

Il primo passo sarà far crescere il Premio di traduzione.

Festival Poesia Civile: accordo tra Il Ponte e l'Università per potenziarlo
Cultura Vercelli e dintorni, 28 Giugno 2022 ore 09:27

Il Festival di Poesia Civile Città di Vercelli è stata una brillante intuizione de "Il Ponte", associazione culturale che è presente da diverso tempo ed ha lanciato negli anni importanti progetti ed eventi, ma certamente ha nel Festival la sua idea di maggior successo. In oltre 15 anni sono passati da Vercelli alcuni dei più grandi poeti contemporanei. L'Università del Piemonte Orientale è stata sin da subito partner del Festival, che ha sempre coinvolto nell'organizzazione importanti docenti dell'ateneo vercellese.

Ora però c'è stato un salto di qualità, con la firma di un'intesa più ampia, per far crescere ancora la manifestazione.

Ecco quanto comunicato congiuntamente da Upo e Il Ponte.

Una firma per crescere ancora

Con la firma di questo documento il presidente dell’associazione “Il Ponte”, Luigi di Meglio, e il rettore dell’UPO, Gian Carlo Avanzi, hanno inteso rafforzare e ampliare il patto di collaborazione già in essere tra le due istituzioni al fine di sviluppare insieme nuove sinergie organizzative per la diffusione del Festival di poesia civile, mettendo a fattor comune le competenze e le relazioni esistenti.

L'unico festival italiano sul tema

Il Festival Internazionale di Poesia Civile Città di Vercelli è l’unico festival italiano che riunisce le voci più significative di un tema importante della poesia contemporanea; è stato ammesso alla UNESCO’s World Poetry Directory e nel tempo ha acquisito un riconosciuto prestigio internazionale. Il Festival ha premiato per la carriera i massimi poeti del settore e ha attirato ospiti di fama internazionale per conferenze e reading. L’Università ha patrocinato il Festival fin dalla sua istituzione e il Dipartimento di Studi Umanistici, in tale ambito, ha collaborato all’organizzazione del “Premio di Traduzione di Poesia Civile inedita in Italia” dal 2011, attraverso i corsi di studio di Lingue Straniere Moderne e di Lingue Culture Turismo, mantenendolo riservato ai propri studenti. Il “Premio di Traduzione” ha sempre costituito parte integrante del Festival stesso.

Si comincia potenziando il premio di traduzione

Grazie a questa nuova collaborazione l’intento comune è quello di potenziare lo sviluppo qualitativo sia del “Premio di Traduzione” - ampliandolo a una dimensione interuniversitaria più ampia già a partire dal bando dell’edizione 2022 - sia, in prospettiva futura, dell’intero Festival, del suo apparato organizzativo e della sua portata legata sia alla ricerca scientifica sia all’impegno sociale, ricercando anche ulteriori sinergie.

I referenti dell’accordo saranno, per l’Università, Andrea Baldissera, quale referente scientifico, e Paolo Pomati, quale referente per l’attuazione dell’accordo e la divulgazione delle informazioni. Per l’associazione Il Ponte le attività di raccordo, sia per il premio di traduzione sia per le altre attività del Festival, saranno svolte da Renato Bianco.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter