Menu
Cerca
Vercelli

Festival di Poesia civile: le iniziative

Tanti gli eventi in programma, soprattutto online.

Festival di Poesia civile: le iniziative
Cultura Vercelli e dintorni, 18 Maggio 2021 ore 11:27

Al via una delle più importanti rassegne culturale vercellesi: torna il Festival di Poesia civile.

Il Festival

Torna il «Festival internazionale della Poesia Civile» de «Il Porto». Organizzato fin dal 2005 offre un contributo significativo per lo sviluppo e la promozione della città di Vercelli nel panorama culturale internazionale.
La sedicesima edizione ha visto svolgersi già tre eventi. Due nel 2020, la serata del 25 ottobre quando, in occasione del centenario dalla nascita di Federico Fellini, al Teatro di Officina Anacoleti venne messo in scena lo spettacolo «Felliniland», scritto e diretto da Federico de Manachino, mentre venerdì 4 dicembre, al Civico di Vercelli, fu inscenato lo spettacolo «Disco Inferno», di Lucilla Giagnoni e Alessio Bertallot. Ma in streaming. E ancora, qualche settimana fa, sempre on-line l’intervista di Giorgio Simonelli ad Alessandro Barbero che ha parlato del suo libro dedicato a Dante.

Online

La modalità on-line, per ovvie ragioni, sarà prevalente anche in questo programma di maggio, dal 19 al 22, che avrà la chiusura col botto nel secondo evento previsto nell’area dell’ex ospedale.
Il presidente dell’associazione «Il Ponte» Luigi Di Meglio sottolinea: «E’ stata un’edizione faticosa, per ovvi motivi, abbiamo lavorato tanto e in condizioni che non ci saremmo mai aspettati. Ma siamo orgogliosi dei risultati ottenuti. Il programma mette insieme tanti aspetti, ovviamente l’anniversario dantesco, ma anche Ferlinghetti, Fellini, un grande personaggio dello spettacolo come Peppe Servillo. Anche quest’anno premiamo un immenso poeta, lo svedese Jesper Svenbro, che fa parte dell’Accademia di Svezia, l’Ente che assegna i Premi Nobel. Grande attenzione abbiamo messo, come da tradizione, riguardo ai giovani, alla scuola, per portare i ragazzi a riflettere sul mondo e sul valore della cultura. Direi che la Poesia ha vinto la sua sfida con la pandemia e si erge anche come segno di speranza per tutti. Un motivo in più per essere vicini alla nostra manifestazione in questa fase complicata».

Jasper Svenbro

A inaugurare la fase conclusiva, mercoledì 19 maggio alle 21, ci sarà la diretta dal Seminario di Vercelli, sul canale YouTube e la pagina Facebook «@PoesiaCivile», durante le quali verrà premiato il poeta svedese Jesper Svenbro, collegato in diretta da Stoccolma, vincitore della sedicesima edizione del Festival internazionale di Poesia Civile Città di Vercelli de «Il Ponte». Come da tradizione del Festival, viene realizzata, da «Interlinea», una plaquette inedita del poeta, Per Svenbro è stata pubblicata la silloge «Apollo blu». Durante la serata ci saranno letture da questo libro a cura di Maria Cristina Lombardi, dell’Università Orientale di Napoli e intermezzi musicali a cura di Nicolò Manachino.

Dante raccontato dal prof Barbero

Alle ore 16, sempre sulle piattaforme web già riportate, si potrà assistere alla presentazione del libro «Dante», scritto da Alessandro Barbero, docente di storia medievale all’Università del Piemonte orientale, in occasione del settecentesimo anniversario dalla morte del sommo poeta. Il professore dialogherà con Giorgio Simonelli. Alle ore 18, sempre online, in collegamento dalla Biblioteca Civica di Novara: «La bottega di poesia» di Gian Luca Favetto, curatore della rubrica con il medesimo titolo nel quotidiano nazionale «La Repubblica» e autore del volume «Attraverso persone e cose. Il racconto della poesia», per i tipi di «Add Editore», a colloquio con Roberto Cicala. Presen- terà Giacomo Piacentino, nel contesto del Progetto Dedalo Vola dell’Asl di Vercelli.

L’eredità delle parole

Dalle ore 21, la diretta streaming «L’eredità delle parole» omaggerà due grandi poeti, prima Lawrence Ferlinghetti con «I colori dell’anarchia», a cura di Matteo Bellinelli, Radiotelevisione della Svizzera Italiana. Dalle 22 spazio a Franco Loi, con «Una città in versi», a cura di Egidio Bertazzoni, Provincia di Milano. Una serata che riallaccia anche i tanti fili intessuti con i territori in questi anni.

In presenza

Il primo dei due eventi in presenza, intitolato «I mostri dell’Inferno di Dante in rima», si terrà alle ore 11, presso nell’Istituto comprensivo Rosa Stampa di Vercelli. Partendo dal libro «I mostri dell’Inferno di Dante in rima». Un laboratorio per gli alunni condotto da Anna Lavatelli ed Enrico Macchiavello. Partendo dal libro «I mostri dell’Inferno» (Le Rane - Interlinea) daranno ai ragazzi gli strumenti per vincere le loro paure.

Premio di traduzione

Nel pomeriggio si ritorna in remoto, dalle 16, diretta dalla sala del Rettorato Upo la premiazione del «Premio di traduzione poetica civile inedita in Italia», in collaborazione con l’università di Chambery, presenterà Andrea Baldissera.
Alle 18, diretta dalla Libreria Mondadori, Anna Maria Carpi leggerà dei passi significativi del testo da lei tradotto dal tedesco, «Schiuma di Quanti» di Durs Grünbein, mentre alle 21.00 la diretta, questa volta dalla Biblioteca Civica di Vercelli, verterà sull’omaggio ad Adam Zagajiewski, a cura di Giusi Baldissone. con letture di Andrea Baldissera, Giusi Baldissone, Cristina Juli, Giacomo Piacentino e Stefania Siri da «Prova a cantare il mondo storpiato».

Ultimo giorno

L’ultimo giorno, sabato 22 maggio alle ore 16.00, si terrà, in diretta dalla Fondazione Marazza di Borgomanero, la lectio magistralis di Franco Buffoni, premio Marazza alla carriera per la traduzione poetica. Introduzione di Giovanni Cerutti e consegna della targa da parte di Giovanni Tinivella, direttore e presidente della Fondazione.
Alle 18 verrà consegnata invece telematicamente la targa «Lyra giovani» all’autore di «I corpi a mezzanotte», Angelo Nestore, con collegamento da Malaga (Spagna) e un intervento di Franco Buffoni.
Il Festival si concluderà in presenza in Piazza Antico Ospedale a Vercelli (al Teatro Civico in caso di pioggia) con l’evento delle 18: nell’ambito della rassegna cinematografica «Metti una sera... a Vercelli», verrà consegnato il premio Brassens a Peppe Servillo. Seguirà lo spettacolo «Amore non Amore», che è sempre una produzione del Festival.
Per le dirette streaming: canale YouTube @PoesiaCivile - pagina Facebook @PoesiaCivile.
Per informazioni: www.poesiacivile.com