Cultura
Appuntamenti

Cosa fare a Vercelli e dintorni: gli eventi dal 20 al 22 maggio 2022

Il Carnevale con le sue sfilate sarà l'attrazione a Vercelli, ma ci sono anche tante altre iniziative.

Cosa fare a Vercelli e dintorni: gli eventi dal 20 al 22 maggio 2022
Cultura Vercelli e dintorni, 19 Maggio 2022 ore 11:18

Nella foto un momento dell'ultima sfilata carnevalesca prima del Covid nel febbraio 2020.

Tappa vercellese della Torch Run

Tappa vercellese per la “Torch Run for Special Olympics”: venerdì 20 maggio la fiaccola che accompagnerà i giochi nazionali estivi Special Olympics di Torino arriverà in città e la sua presenza sarà l’occasione per diffondere un messaggio di inclusione, sportività e uguaglianza. L’accoglienza della Torch Run è prevista per le 16,30 davanti alla Basilica di Sant’Andrea: da qui, percorrendo viale Garibaldi, corso Libertà e via Cavour, arriverà in piazza Cavour dove, intorno alle 18, sono previste l’accensione del braciere olimpico e il saluto alla città. Partita da Udine e diretta a Torino, la Torch Run, così come gli Special Olympics portano avanti il messaggio dell’inclusione: per i ragazzi diversamente abili che prenderanno parte alla competizione sportiva sarà una bellissima occasione di mettersi alla prova e superare i propri limiti, esattamente come avviene per i grandi campioni dello sport. La Città di Vercelli appoggerà la manifestazione, organizzata da Special Olympics Team Vercelli, offrendo il proprio patrocinio, mettendo a disposizione spazi dei portici di piazza Cavoour per l’esposizione dei lavori prodotti dai bambini delle scuole e, ovviamente, garantendo che il percorso della fiaccola all’interno della città possa svolgersi in piena sicurezza. Nel mese di giugno, inoltre, a completamente del progetto, verrà anche organizzata, al cinema Nuovo Italia, la proiezione del film “Sul sentiero blu” di Gabriele Vacis.

Carnevale d'estate: due sfilate sabato in serale e domenica

Carnevale fuori stagione ma quanto mai atteso nel fine settimana. Il Comitato Manifestazioni Vercellesi a oltre due anni dall'ultimo "corso mascherato" (febbraio 2020 poco prima del lockdown), ritorna a riempire di colori, musica e allegria il "sambodromo" di viale Garibaldi.

Sfilate previste il 21 e 22 maggio. La prima delle due, quella del 21, sarà serale, con partenza alle 17,30 e conclusione alle 21 circa per lasciare poi spazio all’animazione in piazza Paietta con la presenza di un DJ fino alle 23.

La seconda sfilata, domenica 22, sarà invece pomeridiana, con partenza alle 14,30 e Festa di chiusura. Gruppi in maschera e carri d’appoggio seguiranno il consueto percorso lungo le due direttrici del viale Garibaldi, con partenza e conclusione in piazza Paietta.

Come sempre, la chiusura ufficiale delle manifestazioni carnevalesche è affidata alla cena benefica, in programma venerdì 27 maggio alle 20,30 presso il ristorante “Nuova Capri” di via Gioberti. Nel corso della serata verrà anche consegnato a Federica Isola il premio “Majin per sempre”.

«Il ricavato della serata - annuncia Stefano Roncaglia, presidente del Comitato manifestazioni vercellesi - servirà a contribuire all’acquisto di un pullmino per i ragazzi dell’Associazione sportiva “La Rosa Blu – ASD” di Vercelli». Le prenotazioni per la cene si ricevono fino al 18 maggio (3389042066).

I capricci di Paganini con Mongiano e la Ducale

Una pirotecnica chiusura per il XXIV Viotti Festival. E’ proprio il caso di dirlo quando entra in gioco Giovanni Mongiano. L’attore e regista è ideatore e principale protagonista di un testo teatrale su Niccolò Paganini, che ovviamente comprenderà passaggi musicali con Guido Rimonda e la Camerata Ducale. L’appuntamento è per sabato 21 maggio (ore 21), con un’anticipazione per le scuole venerdì 20 maggio alle ore 10.

Giovanni Mongiano sarà Niccolò (affiancato da brave attrici), «Niccolò, quanti capricci!» è il nuovo capitolo della fortunata collaborazione tra la Camerata Ducale e il «TeatroLieve» di Fontanetto Po. Il risultato questa volta è una serata intensa e divertente, nella quale il vulcanico Mongiano prenderà per mano lo spettatore e lo accompagna alla scoperta (semiseria) della vita avventurosa e non certo irreprensibile del violinista “maledetto” per eccellenza.

Per non mancare alla serata che chiude il cartellone principale del Festival, si può scrivere a biglietteria@viottifestival.it, telefonare al 329 1260732 o recarsi di persona al Viotti Club - via G. Ferraris 14, Vercelli dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 18.50. Per le scuole l'ingresso è gratuito per insegnanti e accompagnatori (invece che a 5 euro), inoltre la Camerata Ducale prevede altri ingressi gratuiti a favore di studenti in situazioni di disagio, secondo la valutazione della scuola di provenienza. È però importante prenotare entro lunedì 16 maggio chiamando l'ufficio stampa al 366 3054181 o scrivendo a ufficio.stampa@camerataducale.it. Lo spettacolo è indicato per gli allievi delle scuole medie e superiori.

Arte, sostenibilità e musica al Museo Borgogna

Due appuntamenti al Museo Borgogna domenica 22 maggio.
Alle 15, legato al percorso, "Riflessi di biodiversità" che espone gli acquerelli naturalistici di Lorenzo Dotti, Roberta Musso e Sara Ghirardi, del Centro Ricerche Atlantide, accompagneranno i visitatori in una riflessione sul tema. Prendendo spunto dalle opere esposte e da recenti studi svolti a livello locale, Sara supporterà il pubblico nella lettura dei messaggi che arrivano dall'ambiente naturale. I cambiamenti climatici e le azioni per contrastarli devono essere condivisi fra tutti i cittadini e non possono essere solo di interesse per il mondo scientifico. L'appuntamento è nel Progetto "Dedalo vola". Prenotazioni al numero 389.2116858. Biglietto 10 euro.
Alle 17, invece, «l Suoni Possibili Electric Guitar Ensemble», costituito da giovani chitarristi del territorio e diretto da Sergio Sorrentino, incontra John King, chitarrista-compositore di riferimento nel panorama internazionale.
La forza espressiva dell’ensemble di chitarre elettriche scaturisce da un repertorio originale e inconsueto, che unisce la musica colta di ricerca con il rock, il blues, il jazz e l’elettronica. I biglietti sono disponibili presso la Società del Quartetto, via Monte di Pietà 39 a Vercelli, ore 15,30-18,00 oppure si possono prenotare telefonicamente al n. 0161255575 o con email: biglietti@quartettovercelli.it.

Comunità scomparse al Museo del Duomo

In occasione delle Giornate di Valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico 2022, l’Ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi di Vercelli e la Fondazione Museo del Tesoro del Duomo propongono l’iniziativa #visionidicomunità scomparse dalla Vercelli di oggi. L’obiettivo è la riappropriazione delle radici ecumeniche vercellesi e la valorizzazione del patrimonio culturale religioso, anche attraverso la riscoperta della genesi delle collezioni, come degli ecclesiasti fautori della loro nascita.
In occasione delle Giornate 2022 alcune di queste storie saranno raccontate al pubblico dal 16 al 22 maggio attraverso i canali social (Facebook e Instagram) dell’Ufficio Beni Culturali e della Fondazione MTD, ma saranno anche approfondite con visite tematiche guidate tra il Seminario e il Palazzo Arcivescovile nei pomeriggi di sabato 21 e domenica 22 maggio. Le visite inizieranno alle ore 16.00 da Piazza Alessandro D’Angennes 5 e avranno un costo di € 8, ridotto a € 5 per titolari di Abbonamento Musei Piemonte. L’iniziativa è realizzata grazie al sostegno 8x1000 alla Chiesa Cattolica. Informazioni e prenotazioni: 016151650 – info@tesorodelduomovc.it

Torna Ruggine a Santhià

Domenica 22 maggio torna la mostra scambio “Ruggine” in piazza Aldo Moro a Santhià. Appuntamento dedicato a tutti gli appassionati del patrimonio meccanico e tecnologico che si è mosso su ruote dall’inizio del XX secolo con cicli, moto, auto, ricambi e tanti articoli vintage: libri, dischi, poster, arredamento, abbigliamento, modellismo, curiosità, oggettistica ed altro, esposto dai migliori hobbysti in circolazione. L’esposizione è a ingresso gratuito dalle 8 del mattino alle 3 del pomeriggio circa, il tutto nel rispetto delle disposizioni di legge per la salvaguardia della salute ed il divieto di assembramento. In caso di brutto tempo la manifestazione potrà subire annullamenti o modifiche. Per informazioni contattare il 347 2205128 oppure scrivere all'indirizzo e-mail: rugginesanthia@gmail.com.

Al mulino di Fontanetto il nuovo libro di Guido Michelone

«LibrInValle 2022» è una rassegna letteraria itinerante dell’Unione dei Comuni della Valcerrina che qualche volta fa tappa anche nel Vercellese. Ed il caso del prossimo appuntamento, fissato per sabato 21 maggio. La tappa sarà al Mulino San Giovanni di Fontanetto Po, protagonista un noto autore vercellese: Guido Michelone che presenterà la sua ultima fatica, il libro «Io sono un jazzista e altre storie». L’incontro verrà introdotto dai saluti di Mauro Gardano, proprietario dell’Antico Mulino, che è parte dell’Ecomuseo delle Terre d’Acqua, e del sindaco di Fontanetto Po, Riccardo Vallino. Poi l’autore dialogherà, seguendo lo schema di LibrInValle, con il consigliere delegato alla Cultura dell’Unione Valcerrina (e giornalista) Massimo Iaretti.

Arte e Passione, fitto fine settimana a Santhià

Si riparte con la VIII edizione di Arte e Passione. «Gli ultimi due anni sono stati difficili ed hanno visto numerose manifestazioni, tra cui anche le nostre - commenta dalla Famija Santhiateisa, organizzatori dell'evento - sospese o molto ridotte. Seppure in versione semplificata rispetto alle prime edizioni, siamo quindi felici di annunciare il ritorno di “Arte e Passione”. Abbiamo pensato di dedicare la manifestazione principalmente ai bambini che sono tra i nostri più grandi sostenitori e partecipanti attivi ai nostri eventi».
Quest’anno l’appuntamento è per sabato 21 e domenica 22 maggio: cambia la location che si sposta al parco Durandi. Sabato 21 maggio sarà dedicato al mondo delle api e alla loro salvaguardia. Saranno presenti per tutto il giorno, grazie alla collaborazione con l’Associazione Artimede di Oleggio, laboratorio ed attività nonché una mostra tematizzati. Alle 15 una biciclettata, con partenza dalle Scuole Elementari Collodi, fino al Bosco in Città per il trapianto di alcune piantine che crescendo daranno nutrimento e lavoro per le api. Al rientro, verrà offerta la merenda ai più piccoli. Nel pomeriggio sono programmati anche due momenti di intrattenimento per tutta la famiglia mentre a partire dalle 18 sarà possibile degustare un aperitivo al parco. Domenica 22 maggio il viale si riempie con il mercatino di hobbysti. Fin dal mattino, verrà allestito il “Bricksanthiateis”: evento dedicato ai bambini (e non solo) con tema i Mattoncini Lego ®. Grazie alla collaborazione con “Piemonte Bricks LUG”, saranno presenti stand espositivi e laboratorio per i più piccoli. Al parco ci saranno anche i ragazzi del Tag che proporranno attività creative e laboratori in previsione del palio dei rioni da loro organizzato. Lungo le vie del centro storico, saranno presenti artisti emergenti che. A partire dalle ore 18 sarà inoltre possibile degustare un aperitivo al parco (realizzato in collaborazione tra Tag e Famija Santhiateisa). Il programma completo della manifestazione è disponibile sul sito dell’associazione www.famijasanthiateisa.it o sulla pagina facebook @famijasanthiateisa.
«Per ora non possiamo che ringraziare tutte le associazioni, gli enti e gli artisti che collaborano con noi e darvi appuntamento al parco per tornare a vivere insieme la nostra amata Arte e Passione», dicono dalla Famija. Per informazioni: Associazione Famija Santhiateisa stampa@famijsanthiateisa.it - 351 5585517.
Leggi anche: Artattag: a Santhià una domenica tra arte e divertimento

Rice & Wine Tasting Experience: gli apountamenti

Dopo i due eventi pilota del 2021, tornano cinque occasioni di degustazioni interattive guidate da esperti, con il riso della Strada del Riso Vercellese in abbinamento ai vini della Strada del Barolo. Incontri che hanno l’obiettivo di promuovere i prodotti piemontesi d'eccellenza e aumentare le conoscenze sui migliori vini e risi tra il pubblico di wine lovers e gourmet. Saranno cinque eventi di degustazioni con abbinamenti riso e vino, guidate da due docenti esperti. Le Experience non saranno solamente presso i ristoratori vercellesi, maestri storici delle preparazioni a base di riso, ma per la prima volta si presenteranno al pubblico milanese nella prestigiosa location del Mercato Centrale, centro nevralgico dell’enogastronomia meneghina e luogo di incontro di grandi nomi della cucina italiana.
Per ogni appuntamento verranno proposti tre vini in abbinamento a tre risotti, da degustare con un metodo semplice, veloce e pratico. Gli incontri saranno occasioni di condivisione molto interattive, durante le quali i partecipanti diventeranno “giudici”. Al termine di ogni pranzo verranno analizzati i risultati di gradimento e di abbinamento insieme ai due esperti.
Il Calendario degli eventi parte il 25 maggio a Milano e coinvolgerà anche alcune località del Vercellese. Ad esempio sabato 28 maggio a Borgo Vercelli, Ristorante Borgo Antico, vnerdì 3 giugno a Trino, Ristorante Massimo, merrcoledì 8 giugno a Milano. Mercato Centrale, per chiudersi a Vercelli il 12 giugno, Ristorante Il Giardinetto.
Prezzo: 40 euro a persona, le prenotazioni online sono aperte sui rispettivi siti: www.stradadelbarolo.it e www.stradadelrisovercellese.it - Info: dario@stradadelrisovercellese.it o eventi@stradadelbarolo.it

Grande collettiva in Santa Chiara per Artes Liberales

Oltre 80 lavori esposti in Santa Chiara, con alcune opere davvero rimarchevoli. Quadri e artisti da scoprire con la mostra «Emozioni» che Artes Liberales propone in questi giorni.
E’ stata una vera festa dell’arte, dopo un’assenza del gruppo dai grandi spazi espositivi di oltre due anni.
L’eccezionalità dell’evento è stata sottolineata all’inaugurazione di sabato scorso dal presidente Pino Croce. Per il Comune era presente il vicepresidente del Consiglio Comunale Gianni Marino ed anche il Ctv con una sua rappresentante. Sono le due realtà che patrocinano l’esposizione. La prossima mostra sarà poi in autunno e sarà una vera sfida, perché proporrà opere di grande formato.
Vera gioia fra i componenti del “cenacolo” e gli amici accorsi numerosi.
La mostra si occupa di emozioni, quelle dei ricordi ma anche della poesia. Si va dal più classico figurativo fino a esempi di computer art. Una varietà notevole che è come sempre uno dei motivi d’interesse di queste collettive.
L’esposizione continuerà nei giorni 20-21- 22-27-28-29 dalle ore 16.30 alle 19.30
Nei festivi apertura anche al mattino dalle 10.30 alle 12.30.
Espongono: Laura Benazzo, Annamaria Cagna, Elisabetta Cattin, Silvano Coggiola, Pino Croce, Bruno De Marco, Piera Degrandi, Marco Di Lorenzo, Fedora Federico, Alketa Liçka, Valerame Liçka, Costantino Lucca, Gianna Luparia, Francesca Matera, Marco Mattiuzzi, Paolo Poli, Aurora Rizzo, Tiziana Saracino, Maria Teresa Serra, Maria Serrabini, Rita Spagnolo, Loredana Taddei.
Ingresso libero con mascherina.

Le marionette di Giuseppe Concordia

E’ in corso al Museo Leone Seguendo la mostra dedicata al marionettista Giuseppe Concordia curata da Bruno Niemen, che è invece il “re” dei burattini.
Titolo della mostra: «C'era un ragazzo di Asigliano che aveva un sogno» promossa da «La Rete» con la Famiglia d'arte Niemen e il museo Gianuja di Grugliasco con la collaborazione del Castello dei Burattini di Parma ed il Museo. In mostra una ventina di locandine degli spettacoli portati in scena da Concordia, alcune marionette, due delle quali giganti, un sipario, alcuni copioni e alcune fotografie sue ma anche della Vercelli che ospitava i suoi spettacoli. Tanti, dunque, i motivi per visitarla.
La mostra sarà aperta fino al 29 maggio e visitabile da martedì a venerdì dalle 15 alle 17,30; sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Biennale d'Arte di Vercelli

Continua senza sosta la «Biennale d'Arte Vercelli», è stata infatti inaugurata ieri la mostra numero 12 del progetto presso lo Studio d'Arte 256 di corso Libertà a Vercelli. E’ una mostra collettiva di pittura degli artisti Debora Alfero, Luigi Cataldi, Loredana Cagnasso, Deirdre Angela Gillies, Tiziana Gualandi, Cristina Milanesio, Sara Tricerri.
La «Biennale» è stata pensata in tempi di pandemia dal pittore vercellese Ezio Balliano per mantenere vivo e vivace il mondo dell'arte offrendo a pittori, scultori, fotografi ecc., affermati o esordienti , uno spazio per incontrarsi, confrontarsi e farsi conoscere, proponendo ogni due settimane una nuova selezione di artisti e di opere rappresentative della produzione di ciascuno.
La mostra, allestita presso lo studio d'Arte 256 di c.so Libertà a Vercelli continuerà fino al 29 maggio 2022 nei giorni da giovedì a domenica con orario 16,30-19,30. Ingresso libero nel rispetto dei protocolli anticovid vigenti.

Tutti i Carnevali in fotografia

E’ visitabile fino 22 maggio la mostra “Tutti i Carnevali”, aperta da sabato nella Galleria “Felix Lombardi” dell’Ascom. Grazie all’appassionato lavoro di ricerca di Bruno Casalino, giornalista e scrittore, profondo conoscitore del carnevale, e all’archivio di immagini del fotografo Renato Greppi, è stato possibile recuperare quasi tutte le immagini dei carri vincitori delle sfilate carnevalesche, dal dopoguerra al 2017. Un minuzioso lavoro di ricerca minuzioso, trasformato poi in 54 pannelli esplicativi grazie alla collaborazione di Gian Luca Greppi. Organizzata dagli "Amici del Cecco", “Tutti i Carnevali” rappresenta un omaggio alla tradizione, ma anche un modo per ripercorrere, attraverso le immagini, i fasti degli anni d'oro della manifestazione che sta cercando di trovare occasioni di rilancio, dopo un periodo difficile e lo stop a causa del covid. Le immagini sono corredate da alcune informazioni su maschere e giuria; presentando la manifestazione insieme a Tony Bisceglia, presidente degli “Amici del Cecco”, a Enrico De Maria e a Giulio Pretti, Casalino ha anche ricordato alcuni aneddoti curiosi e ripercorso le vicende del Carvé. «L’immagine della locandina è del primo carnevale del dopoguerra, nel 1951 - ha detto Casalino -: i carri erano solo due, quello del Bicciolano Dino Lo-Iacono e quello del Gianduja con la Giacometta. Nell’immagine, firmata da Baita, si scorgono migliaia di persone ad affollare il percorso. Un segno della voglia di tornare a vivere momenti di serenità dopo gli anni della guerra». La competizione vera e propria inizia nel 1953: «Purtroppo non siamo riusciti a trovare la foto del carro vincitore - ha rivelato Casalino -: sappiamo che si intitolava ‘Valzer Viennese dei Cieli Azzurri’ e se per caso qualcuno nel avesse traccia sarebbe un piacere per noi riprodurla e completare così il materiale». Dal 1954 (con la foto fornita da Gian Mario Vanzini) al 2017, invece, non manca alcun carro: la decisione di organizzare la mostra sui carnevali era stata presa in considerazione del ruolo che proprio Cecco Leale, all’epoca assessore alla Cultura del Comune, aveva avuto nel rilanciare la manifestazione: «Dal 1962 - ha ricordato Casalino - le sfilate incontrarono un lungo periodo di stop: in tutto quel lungo periodo vennero sempre incoronate le maschere, ma la manifestazione di svolgeva solo attraverso le visite del benefico. Fu proprio Leale a promuovere la rinascita del Carnevale, coinvolgendo i rioni nel rilancio delle sfilate».
La mostra sarà visitabile tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 9,30 alle 18; sabato e domenica dalle 9 alle 19, fino a domenica 22 maggio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter