Vercelli: cominciata la guerra alle zanzare

Vercelli: cominciata la guerra alle zanzare
Vercelli e dintorni, 26 Giugno 2020 ore 09:48

Dopo le attività di monitoraggio per individuare le aree con maggiore infestazione di zanzare, sono iniziati nella notte tra il 25 e il 26 giugno 2020 gli interventi di eliminazione nelle prime zone verdi, che proseguiranno in tutta la città.

I trattamenti sono stati condotti in: parco Camana, parco Ibal Masiq, – parco via Cantarana, area verde di via Viviani, area PISU tra viale garibaldi e via G. Ferraris, parco Kennedy, piazza Mazzini,m Viale Garibaldi, c.so Salamano, via Restano angolo c.so Ticino, c.so Italia, c.so Bormida, c.so Tanaro

Da stamane si interviene anche sulle caditoie pubbliche per eliminare le larve.

Il progetto dell’Ipla

Il progetto di lotta alle zanzare è coordinato da Ipla (Istituto per le Piante e l’Ambiente) società partecipata della Regione, a cui il Comune di Vercelli aderisce in base alla legge 75/95.

Sono previsti trattamenti insetticidi, attività di monitoraggio e informazione.

L’obiettivo principale è il contenimento delle specie di interesse sanitario presenti nelle nostre aree, possibili vettori di organismi patogeni.

Sono già stati effettuati due turni di monitoraggio delle zanzare adulte tramite cattura con trappole attrattive. Una parte dei campioni raccolti è parte integrante del monitoraggio entomologico svolto in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale regionale, per la rilevazione di arbovirus.

Alla ricerca della zanzara tigre

Parallelamente è iniziato il monitoraggio di Aedes albopictus (zanzara tigre) attraverso il posizionamento di ovitrappole. Si tratta di un piccolo contenitore di plastica scuro, con all’interno acqua e una listella di masonite su cui le zanzara depone le uova. Periodicamente vengono prelevate e sostituite, in seguito analizzate al microscopio per la conta delle uova deposte.

L’attività dei tecnici prevede lo studio e l’ispezione del territorio alla ricerca di focolai di sviluppo larvale. Una volta individuati vengono rimossi, se possibile, oppure trattati.

Gli interventi di disinfestazione larvicida saranno eseguiti su tutte le caditoie pubbliche, per un totale di quattro volte.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità