Rapporto di Legambiente

Qualità dell’aria: Vercelli nel 2020 ha peggiorato

Totalizzati 53 giorni di sforamento dei limiti giornalieri.

Qualità dell’aria: Vercelli nel 2020 ha peggiorato
Cronaca Vercellese, 29 Gennaio 2021 ore 15:34

Vercelli, con la sua centralina di Corso Gastaldi ha avuto 53 giorni si sforamento sul PM10 rispetto ai 50 microgrammi per metro cubo stabiliti dalla normativa.

Vercelli peggiorata

E’ al 27° posto nella classifica dei 35 capoluoghi di Provincia più inquinati, risultanti dal rapporto di Legambiente “Mal d’aria 2021”, riferito ai dati del 2020. E’ invece al 23° posto per la media annuale con 29 microgrammi su un limite di 20.

E’ peggiorata rispetto al 2019. quando i giorni di sforamento furono 41 (ma comprensivi anche di sforamenti dell’ozono). Del resto solo nel mese di gennaio 2020 si registrarono ben 19 giorni di sforamento.

Piemonte mal messo

Torino si conferma la città più gravata dal peso delle polveri sottili: anche la centralina “migliore” (Rubino) fa
registrare 66 giorni di sforamenti.
A livello regionale sono solo 4 le centraline delle città capoluogo piemontesi che fanno registrare un numero di superamenti inferiore al limite dei 35: le due presenti a Biella (Lamarmora e Sturzo), l’unica di Cuneo (Alpini) e quella di Verbania (Gabardi), che fanno dei tre capoluoghi gli unici piemontesi nei limiti di legge.

La realtà italiana

L’Italia si conferma in cronica emergenza da inquinamento atmosferico e i dati dei superamenti giornalieri dei limiti di legge per il Pm10 del 2020 lo evidenziano: sono 35, su 96 di cui si hanno i dati disponibili, le città capoluogo
che vanno in almeno una centralina di monitoraggio oltre il limite giornaliero previsto per le polveri sottili (stabilito in 35 giorni in un anno solare con una media giornaliera superiore ai 50 microgrammi per metro cubo).

Undici città al doppio di legge

Undici le città nelle quali si sono avuti più del doppio dei giorni di superamento dei limiti.
A Torino la centralina (Grassi) con il valore peggiore in assoluto con 98 giorni di superamenti, quasi tre volte sopra il limite dei 35 giorni. Quindi Venezia con 88 giorni (Tagliamento), Padova (Arcella) 84, Rovigo (Largo Martiri) 83, Treviso (Via Lancieri) 80, Milano3 (Marche) 79, Avellino (scuola Alighieri) e Cremona (Via Fatebenefratelli) 78, Frosinone (scalo) 77, poi Modena (Giardini) e Vicenza (San Felice) che con 75 giorni di superamento dei limiti,
chiudono le 10 peggiori città.

I danni alla salute dello smog

Un efficace schema dalla relazione di Legambiente.

Leggi il rapporto completo

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli