Cronaca
Cronaca

Nuova vita alle palazzine Atc di via Palli: a bilancio 4 milioni

I lavori partiranno nella primavera del prossimo anno.

Nuova vita alle palazzine Atc di via Palli: a bilancio 4 milioni
Cronaca Vercelli e dintorni, 16 Novembre 2021 ore 11:39

Ieri, lunedì 15 novembre 2021, c'è stato un incontro tra Amministrazione e circa quaranta residenti delle sei palazzine di via Palli all'Aravecchia: “Per queste abitazioni abbiamo a bilancio 4 milioni di euro di cui 2 di un trasferimento statale e 2 di risorse proprie del Comune e ci consentono di mettere in sicurezza le palazzine da diversi punti di vita partendo dall'accessibilità a tutte le persone - commenta Massimo Simion - saranno dotate di ascensore, verranno ristrutturati i tetti con pannelli fotovoltaici e i balconi ancorati a terra per maggiore stabilità e uso di materiali per avere edifici più performanti dal punto di vista energetico per avere bollette inferiori, inoltre verranno cambiati tutti i serramenti".

Ancora increduli i condomini: "Volevamo ringraziare tutti coloro che si sono interessati a noi, vediamo uno spiraglio di luce".

Il cronoprogramma parte dagli uffici con il perfezioneranno dei documenti per la gara di appalto, quindi i tempi tecnici di individuare l'aggiudicatario dei lavori: "I lavori potrebbero iniziare a maggio e giugno, per le verifiche burocratiche del caso - prosegue Simion - per un durata stimabile in 12, 14 mesi. Mediamente i tecnici ritengono che ogni palazzina abbia necessità di 4 mesi di lavoro e verranno anche sostenute le famiglie che durante i lavori avranno particolari disagi, infatti per gli ascensori verranno ridotti alcuni alloggi, l'amministrazione provvederà. Dopo anni di promesse non mantenute ci sarà un ritorno a una vita più dignitosa per queste persone, grazie alla capacità di questa Amministrazione di aver rivisto il contratto con i francesi che bloccava le alienazioni dall'area Pip, liberandoci da quel contratto con APRC ci ha consentito di fare vendite significative e poter quindi avere i fondi necessari".