Inail Vercelli

Mesoteliomi non professionali indenizzo portato a 10.000 euro

Le domande di integrazione possono essere depositate entro settembre.

Mesoteliomi non professionali indenizzo portato a 10.000 euro
Vercelli e dintorni, 19 Giugno 2020 ore 13:23

La sede Inail di Vercelli comunica che l’indenizzo una tantum per i mesoteliomi non professionali sale da 5.600 a 10.000 euro a favore dei malati o dei loro eredi.

Che ne abbia beneficiato  tra il 2015 e il 2019 può richiedere l’integrazione di 4.400 euro.

Lo chiarisce la circolare Inail n. 20 del 13 maggio 2020, nella quale l’Istituto indica anche modalità e scadenze per presentare l’istanza, tenuto conto che il decorso
dei termini di decadenza relativi alle richieste di prestazioni dell’Istituto è stato sospeso dal 23 febbraio fino al primo giugno 2020 dal decreto legge Cura Italia.

Come fare per avere i 4.400 euro

Per ottenere la prestazione occorre rivolgersi alla sede territoriale Inail competente per domicilio, facendo particolare attenzione ai termini per la presentazione della
richiesta.

In caso di

Presentazione delle istanze da parte dei malati: il termine è di 120 giorni (termine ordinatorio) dalla data di accertamento della patologia

Presentazione delle istanze da parte degli eredi: il termine, a pena di decadenza, è di 120 giorni dalla data di entrata in vigore della legge (1° marzo
2020). Per i decessi avvenuti dopo tale data, le domande devono essere presentate entro 120 giorni dalla data della morte. Tuttavia, per effetto della
sospensione dei termini di decadenza disposta dal decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27 (decreto
Cura Italia), questi termini sono da intendersi sospesi fino al 1° giugno.

Scadenze rinviate al 29 settembre

Conseguentemente, il termine ultimo di scadenza per la presentazione delle istanze di accesso alle prestazioni da parte degli eredi, per i decessi avvenuti entro il 1° giugno, è il 29 settembre 2020, mentre per i decessi intervenuti dopo tale data, il termine di presentazione dell’istanza da parte degli eredi rimane quello dei 120 giorni dalla data della morte.

Anche per ottenere l’integrazione, i malati di mesotelioma non professionale, o i loro eredi, che hanno beneficiato della prestazione di 5.600 euro tra il 2015 e il 2019, hanno 120 giorni di tempo, a partire dalla data di entrata in vigore della legge (1° marzo 2020), a pena di decadenza, per presentare la richiesta. Lo stesso termine si applica anche alle istanze di integrazione relative a prestazioni ottenute nel periodo successivo al 31 dicembre 2019. Tuttavia, anche per le richieste di integrazione, per effetto della sospensione dei termini di decadenza disposta dal decreto-legge Cura Italia, detti termini sono da intendersi sospesi fino al 1° giugno ed il termine ultimo di scadenza è il 29 settembre 2020.

Il Link utile

Nei casi in cui il termine è stabilito a pena di decadenza la ritardata presentazione della richiesta comporterà la perdita definitiva del diritto a ottenere la prestazione.
Dal sito Inail www.inail.it, sezione Comunicazione / Avvisi e scadenze, alla pagina https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/avvisi-e-
scadenze/avvisocoronavirus-direzioni-sedi-no-tab.html, sono reperibili i numeri telefonici delle sedi piemontesi che, nella fascia oraria 9-12 sono a disposizione per
qualsiasi informazione o chiarimento.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità