Menu
Cerca
Asl Vercelli

“Le ferite della cura”: Il disagio emotivo causato dal Covid raccontato in un libro

Ripercorre le esperienze nel supporto di pazienti, familiari e persone in difficoltà per il lockdown.

“Le ferite della cura”: Il disagio emotivo causato dal Covid raccontato in un libro
Cronaca Vercelli e dintorni, 16 Aprile 2021 ore 10:55

“Le ferite della cura” è il titolo del libro nato dalla necessità di portare all’esterno la testimonianza di quanto è successo nella realtà ospedaliera durante la prima fase della pandemia Covid: un periodo di forte disordine sociale ed emotivo, che ancora oggi alimenta le sue ferite, in cui hanno prevalso il disorientamento e la necessità di cura. In quel tempo sospeso, ma in fondo sempre così vicino al nostro attuale sentire, non sempre si è avuta la reale percezione di quanto stesse accadendo.

Uno scrigno di emozioni

«Per questo motivo – spiega Patrizia Colombari, Direttore della Psicologia dell’Asl Vercelli e responsabile del progetto editoriale – “Le ferite della cura” non rappresenta solo un diario che archivia un’esperienza, ma è uno scrigno che raccoglie le sensazioni e le riflessioni, gli smarrimenti e le angosce che gli psicologi dell’Asl di Vercelli hanno elaborato durante l’emergenza, dal momento della crisi più acuta fino alla sua drammatica dilatazione che minaccia ancora tragicamente la nostra quotidianità. In quella tempesta che ha travolto tutti, si sono cercati spazi per ascoltare, parole per offrire una vicinanza anche quando l’angoscia era così forte che generava solo rabbia. Gli operatori sono stati “connessioni” per riallacciare i legami tra i familiari e i loro parenti ricoverati in isolamento, in un contesto in cui il personale sanitario e i pazienti erano confinati nella stessa disperazione».

I ringraziamenti

Questo libro ha reso maggiormente visibile il lavoro prezioso che il Servizio di Psicologia dell’Asl di Vercelli ha svolto e tuttora svolge in riferimento alla grave situazione di disagio emotivo per pazienti, familiari e persone in difficoltà a causa del Covid.
Un rinnovato ringraziamento da parte della Direzione dell’Asl Vercelli e degli operatori della Psicologia va alla Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli e l’Associazione Biud10 che hanno reso possibile questo progetto di testimonianza.
I proventi della vendita del volume andranno all’Ambulatorio per i bambini affetti da autismo e all’Ambulatorio per i ragazzi con disturbo della condotta alimentare gestiti dall’Asl. Il libro (edito da Effedì edizioni) è disponibile nelle librerie Mondadori e Sant’Andrea di Vercelli; Colibrì di Borgosesia; e sui principali bookstore ondine.

Una citazione da “Le ferite della cura” (Effedì edizioni)
“Noi abbiamo ascoltato da vicino quelle persone: con la mente, con gli occhi, con il cuore, per raccogliere il loro vissuto, le loro angosce, le ferite e la cura”.