Cronaca
Allerta

La cimice dell'olmo infesta Viale Garibaldi, le raccomandazioni del Comune

Una situazione fastidiosa ma senza pericoli, gli esperti stanno monitorando e valutando i trattamenti.

La cimice dell'olmo infesta Viale Garibaldi, le raccomandazioni del Comune
Cronaca Vercelli e dintorni, 08 Giugno 2022 ore 15:51

Non bastavano la Popillia Japonica, l'Ifantria & C., ora anche la "cimice dell'Olmo" sta infastidendo molti vercellesi perché ha preso piede specialmente nella zona di Viale Garibaldi, tanta preoccupazione, tanto che il Comune di Vercelli sente il bisogno di intervenire con una serie di raccomandazioni, sconsigliano interventi fai da te. Ecco il testo della comunicazione.

Le segnalazioni dei cittadini

In questi giorni sono state molte le segnalazioni dei cittadini ed i sopralluoghi da parte dei tecnici
del Comune per un piccolo insetto che abita la zona di Viale Garibaldi: l’Arocatus Melanocephalus
ossia la cimice dell’olmo: un insetto lungo 6-7 mm di colore bruno con disegni rossi.

Non è pericoloso

“Non è un insetto pericoloso l’uomo e per gli animali domestici – rassicura il Sindaco Andrea
Corsaro – teniamo la situazione sotto controllo ed i nostri tecnici monitorano le zone dove l’insetto
trova rifugio e vengono prese tutte le precauzioni per limitare il fenomeno, non è di nessuna utilità
intervenire con prodotti chimici, anche perché le irrorazioni sulla chioma degli olmi in ambiente
urbano presentano una serie di risvolti negativi dal punto di vista igienico-ambientale”.
Il disagio viene avvertito in questo periodo in quanto la cimice dell’olmo svolge parte del suo ciclo
vitale all’interno delle abitazioni. Durante l’inverno gli adulti si riparano in anfratti asciutti, ed in
primavera escono all’aperto e stanziano sugli olmi, per poi tornare nelle abitazioni indicativamente
all’inizio dell’estate.

Insetto invadente

“E’ in questo periodo che si avvertono i maggiori disagi, trattandosi di un insetto particolarmente
invadente che ricopre i davanzali delle finestre – dice l’Assessore Patrizia Evangelisti - l’unico
provvedimento per contenere le invasioni dell’insetto è l’installazione di zanzariere a maglie fitte
nelle finestre molto vicine alle chiome degli olmi”.

Sconsigliabile usare prodotti chimici

“L’Amministrazione sta valutando se provvedere sulle chiome con prodotti specifici anche se è
l’ultima ratio – dice l’Assessore Emanuele Pozzolo – ma è altamente sconsigliato l’utilizzo di
prodotti chimici negli ambienti domestici in quanto oltre ad essere pericoloso per la salute delle
persone, è di scarsa utilità in quanto non colpisce il problema nel luogo in cui si origina”.

Seguici sui nostri canali