Cronaca

Grimaldi: “Lo Stato paghi il personale Covid delle scuole”

Lo chiamiamo lavoro essenziale ma si dimentica di retribuirlo.

Cronaca 05 Febbraio 2021 ore 17:09

“Lo Stato paghi il personale Covid delle scuole. La Regione si faccia sentire con il Ministero e l’Ufficio Scolastico Regionale: è incredibile che i Ministeri dell’Istruzione e dell’Economia non abbiano ancora sbloccato gli stipendi. Lo chiamiamo lavoro essenziale, ma ci dimentichiamo di retribuirlo” – commenta il Capogruppo di Liberi Uguali Verdi, Marco Grimaldi, in merito alla protesta dei lavoratori Covid della scuola d’infanzia e primaria statale, che ieri hanno manifestato in piazza Castello contro il mancato ricevimento degli stipendi. Grimaldi già il 21 dicembre 2020 aveva depositato in Commissione un’interrogazione indifferibile e urgente sul tema, la quale tuttavia è rimasta finora inevasa.

Si tratta di docenti e personale Ata assunti in piena emergenza Covid 19, impegnati per mesi a garantire il funzionamento della scuola, che non hanno ancora ricevuto il salario e in molti casi addirittura non l’hanno mai percepito.

“Trovo inaccettabile che lavoratori dipendenti dello Stato non ricevano lo stipendio come da contratto nazionale mentre lavorano a pieno regime al fianco di personale assunto e regolarmente stipendiato. Parliamo di circa 2400 persone assunte a settembre 2020 in provincia di Torino. La metà di loro, dopo quasi cinque mesi di lavoro, non ha ancora ricevuto un euro” – prosegue Grimaldi. – “Come ha denunciato la FLC CGIL, molti sono pendolari e hanno finito i risparmi, se non saranno pagati si troveranno costretti a licenziarsi, senza il diritto al sussidio di disoccupazione. Una situazione inaccettabile che va sbloccata immediatamente”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli