Cronaca
Un caso cronico

Corso Gastaldi: rischio crolli dal rudere

Nel 2016 segnalammo lo stato dello stabile, una situazione che esisteva già da anni.

Cronaca Vercelli e dintorni, 19 Gennaio 2021 ore 16:15

Poco prima delle ore 15 di oggi, martedì 19 gennaio 2021, mezzi dei Vigili del Fuoco con l'autogru sono intervenuti al civico 49 di Corso Gastaldi  per effettuare rilievi in quello che tecnicamente è chiamato "Disseto di elementi statici".

In sé l'intervento non ha una grossa rilevanza, ne avvengono diversi che non sono sempre segnalati.

L'ispezione della struttura è terminata, le foto e il video si riferiscono alle verifiche effettuate dal personale del Comando di Vercelli dei Vigili del Fuoco.

Se ci sono stati crolli si tratta di poca cosa e non ci sono state conseguenze. Apprendiamo però che il marciapiedi sarà transennato. Sul posto anche la Polizia Locale.

Uno dei troppi ruderi in città

Ora non sappiamo se lo stabile fatiscente sia sottoposto a qualche tipo di vincolo, certamente in città i ruderi sono troppi e da anni. Basti pensare alla casa del "Teatro dei Nobili", quella sì vincolata e che meritava un recupero.

Perché si lasciano in piedi simili costruzioni? Possibile che non ci sia modo di espropriare e abbattere oppure costringere i proprietari a prendersene cura?

Lo diciamo perché oltre quattro anni fa, in seguito alla segnalazione di un lettore, ce ne eravamo già occupati, sia della "casetta" che del palazzone a lato.

Riproponiamo quel reportage, diventato evidentemente di nuovo d'attualità.

«Si aspetta che succeda una disgrazia?» (luglio 2016)

Tutto nasce dalla foto inviataci da un nostro lettore che mostra uno stabile all'inizio di corso Gastaldi un po' male in arnese.

E’ la casa che fa parte del complesso della ex rimessa autobus su cui si affianca l'ex mobilificio Setti, un mostro di cemento assai più voluminoso. I due edifici andarono parzialmente a fuoco 2-3 anni fa, probabilmente per le attività di senza tetto che avevano messo lì la loro dimora.

La "casetta", come si vede, è ancora piena di materiale potenzialmente infiammabile, mentre alcuni tetti dell'area rimesse dei bus si sono spezzati da tempo.

Ma quel che sembra più preoccupante sono le condizioni del casermone di cemento, le foto parlano da sole, guardate per esempio l'insegna in cima, è un miracolo che il vento dei giorni scorsi non l'abbia fatta crollare sulla strada...

A proposito di questo dettaglio un paio di anni dopo l'insegna venne infatti rimossa (ndr)

Chiudiamo con le parole del nostro lettore-segnalatore (sempre luglio 2016, ndr).

«Si aspetta forse che succeda una disgrazia? Il Comune non può intervenire in merito? Grazie!».

Vale anche oggi.

Gallery

Le foto odierne sono state scattate da Edoardo Cottini.

6 foto Sfoglia la gallery