Menu
Cerca
Vercelli

Addio a Gilberto Valeri, storico presidente della provincia

Si è spento a 86 anni.

Addio a Gilberto Valeri, storico presidente della provincia
Cronaca Vercelli e dintorni, 07 Giugno 2021 ore 12:22

Si è spento a 86 anni un esponente storico della sinistra vercellese: Gilberto Valeri è stato presidente della Provincia e consigliere regionale nelle file del Pci. E' mancato nella notte all'ospedale di Novara dove era ricoverato dopo una caduta. Grande cordoglio in tutto il mondo politico vercellese.

Addio a Gilberto Valeri

La provincia di Vercelli dà l’addio a uno storico presidente: Gilberto Valeri, già consigliere regionale per il Pci, guidò la provincia nei primi anni Novanta. Considerato un uomo di grande cultura oltre che un fine politico, lascia un grande vuoto nella comunità.

Aveva preso le redini della Provincia nei primi anni 90, aveva poi ottenuto la riconferma nel 1999 superando Luca Pedrale, rimase in carica fino al 1999 quando gli succedette Baltaro. E' stato l'ultimo presidente di sinistra dell'Ente.

Uomo stimato anche dagli avversari per la sua dirittura morale, anche dopo la fine della carriera politica si è sempre interessato della cosa pubblica e dei diritti delle persone.

Il ricordo di Fabrizio Finocchi

"E' stato un protagonista assoluto della vita politica Vercellese per quasi cinquant'anni.

Era nato il 10 febbraio 1935 a Varallo e risiedeva a Vercelli da sempre.

La sua carriera politica nel PCI lo aveva portato alla metà degli anni ‘70 ad essere Presidente del Comprensorio di Vercelli (si deve a lui la nascita dell’area attrezzata di Vercelli oggi conosciuta come PIP).

Eletto Consigliere Regionale del PCI nella Terza Legislatura dal 1980 al 1985 era stato rieletto nella Quarta Legislatura dal 1985 al 1990.

Ligio alle regole di partito, che prevedevano la possibilità di fare due soli mandati in Consiglio Regionale, nel 1990 era approdato in Sala delle Tarsie come semplice Consigliere Provinciale.

Da politico di razza aveva colto in pieno l’opportunità scatenata della crisi scaturita dalla vicenda della discarica di Alice Castello ed era riuscito nel 1991 a scalzare il Presidente democristiano Antonino Filiberti per farsi eleggere Presidente della Provincia (fu l’ultimo mandato in cui il Presidente era deciso dal voto dei Consiglieri).

Ricandidato alla Presidenza della Provincia nel 1995 (prima elezione diretta del Presidente) con un colpo di reni straordinario in un’Italia dominata dall’onda azzurra di Berlusconi, riuscì a sorpresa a battere Luca Pedrale al ballottaggio.

Fu lui a gestire la difficile partita amministrativa della separazione tra Biella e Vercelli.

Indomabile, nel 1999 si era candidato per la Sinistra a Sindaco di Vercelli contro Lorenzo Piccioni e Gabriele Bagnasco, sfiorando per un soffio (0,7% dei voti utili) il ballottaggio con Lorenzo Piccioni.

Valeri non ha mai smesso di occuparsi di politica e aveva coltivato il suo impegno sociale nel gruppo Iniziativa di Base. Era un attento lettore di Notizia Oggi Vercelli".

Le nostre condoglianze

La redazione di Notizia Oggi Vercelli e Prima Vercelli e in particolare il direttore Daniele Gandolfi, per il quale Valeri era anche un caro amico di famiglia, si uniscono al cordoglio. Era una persona all'antica, di saldi principi, coerente e sempre combattivo.