Attualità
Attualità

Vercelli orgoglio alpino: partita la decima tappa della staffetta

Attualità Vercelli e dintorni, 18 Giugno 2022 ore 09:45

"Vercelli città degli Alpini, non poteva mancare questa staffetta per i 150 anni per un Corpo sempre giovane a cui auguriamo altri 150 anni di vita" queste le parole del Presidente Provinciale Piero Medri alla partenza della decima tappa Vercelli-Novara.

Il gruppo dei tedofori, tutti componenti del Reggimento Nizza Cavalleria Brigata Taurinense, è partito da piazza Cavour, via dei Mercati, piazza Palazzo Vecchio, piazza M. D’Azeglio, via C. Castelnuovo delle Lanze, via Foa, C.so Libertà fino a piazza Cugnolio dove la staffetta è stata caricata sui pulmini e portata al Torrione (NO) per proseguire per Vinzaglio, Confienza, Robbio, Nicorvo con destinazione Borgo Lavezzaro. Trasferimento con mezzi a Bellinzago Novarese (caserma Babini). Successivamente Badia di Dulzago, Sologno, Caltignaga, Veveri, Novara.

Un percorso lungo un anno

Un percorso lungo un anno, che porterà, il 15 ottobre 2022, a Napoli, a festeggiare il 1500 anniversario di fondazione del Corpo degli Alpini. Una serie di iniziative culturali e sportive che, unite alle attività addestrative svolte dalle Truppe Alpine dell’Esercito, (Le 150 cime) contribuiranno a costruire un ritratto di questa straordinaria specialità creata dal Regio Decreto firmato il 15 ottobre 1872 da Vittorio Emanuele lI a Napoli.

I luoghi di origine del Corpo

La Staffetta Alpina toccherà i luoghi delle origini del Corpo e attraverserà città alpine come Torino, Cuneo, Ivrea, Biella, Aosta, Lecco, Como, Brescia, L’Aquila, Trento, Belluno e Udine, passerà per le sedi di reparti delle Truppe Alpine dell’Esercito, raggiungendo montagne, monumenti e memoriali cari a tutte le penne nere. Il lungo viaggio che unirà sport e storia si snoderà anche attraverso posti particolari come Sagliano Micca, nel biellese, dove è situata la fabbrica degli inconfondibili cappelli con la penna, e Cassano d’Adda, in provincia di Milano, dove nacque l’ideatore del Corpo, Domenico Perrucchetti. Anche Vercelli sarà interessata da questo evento, quale città di partenza della decima tappa (Vercelli-Novara).

La fiaccola con le ali della pace

Gli atleti porteranno in staffetta una fiaccola la cui fiamma sarà protetta dalle ali di una colomba, simbolo di pace, riproduzione di quella che l’li maggio 2018— in occasione della 91a Adunata di Trento. La fiaccola, passando come testimone da città a città, rappresenterà un segno di speranza e un simbolo di coesione e solidarietà, all’insegna dei valori alpini e dell’impegno per la comunità espresso dall’Associazione Nazionale Alpini, le cui migliaia di volontari ogni anno donano migliaia di ore di lavoro, operando al fianco delle istituzioni locali nel campo della protezione civile e a sostegno di numerose iniziative in favore dei più bisognosi.

19 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter