Attualità
Reportage

Tombini intasati dalla spazzatura a Vercelli

Cicche di sigarette e anche piantine, in caso di forti piogge rischio strade allagate.

Tombini intasati dalla spazzatura a Vercelli
Attualità Vercelli e dintorni, 20 Ottobre 2021 ore 14:02

Basta guardare ogni tanto per terra per vedere i tombini cittadini più o meno intasati da cicche di sigarette, il rifiuto più ricorrente, cartacce o con crescita di veri e propri cespuglietti di erba.

Potrebbe creare dei problemi

Con l’approssimarsi delle piogge ormai alle porte, quella dei tombini sporchi non è affatto una buona notizia. Non sono rari neppure i tombini che, per motivi di sicurezza, sono stati saldati con il piombo: era il lontano 2016 quando si decise di sigillarli per garantire l’incolumità del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in visita a Vercelli in occasione del 150° anniversario dalla costruzione del Canale Cavour e da allora non sono mai stati riaperti. Chissà che cosa si è accumulato là sotto in questi anni!

Serve la manutenzione

Un’attenta manutenzione ordinaria dovrebbe prevedere spurghi a scadenze regolari che liberino i condotti sotterranei da tutto ciò che costituisce un ostacolo al normale flusso delle acque e a Vercelli non si può dire che ciò sia stato fatto. La situazione attuale, anzi, sembra essere tutt’altro che ideale per poter affrontare serenamente le piogge che dovrebbero arrivare già entro la fine di questa settimana. Possibile che per alcuni sia già svanito il ricordo dell’alluvione che, solo nell’ottobre dello scorso anno, ha colpito tanto duramente i paesi limitrofi?