Attualità
La protesta

Sciopero degli avvocati penalisti il 24 e 25 giugno

Decisione nazionale in seguito alle vicende giudiziarie di Verbania, legate all'inchiesta sulla strage della funivia.

Sciopero degli avvocati penalisti il 24 e 25 giugno
Attualità Vercelli e dintorni, 23 Giugno 2021 ore 18:29

La Camera Penale di Vercelli ha deliberato di aderire all'astensione dalle udienze e da ogni attività giudiziaria del settore penale proclamata dalla Giunta dell'Unione Camere Penali Italiane fissata per i giorni 24 e 25 giugno 2021.

Le ragioni dello sciopero

Le ragioni di quest'astensione a livello nazionale, con date differenti per i vari periodi risiede in quanto è avvenuto durante le indagini sul disastro del Mottarone nel Tribunale di Verbania.

Dalla delibera della Giunta delle Camere Penali Italiane si motiva la decisione come una reazione ad una decisione della Magistratura di Verbania ritenuta gravemente lesiva dei diritti degli indagati. Si legge infatti; “L’Ufficio del Pubblico Ministero procedeva al fermo di alcune persone ritenute indiziate di reato ed a tali provvedimenti veniva dato un enorme risalto mediatico. Il Giudice incaricato della convalida assumeva provvedimenti di diniego, scarcerando gli arrestati.

Gravissima la revoca del giudice garantista

Il Presidente del Tribunale di Verbania revocava l’assegnazione del fascicolo al giudice Dottoressa Banci Buonamici; - la decisione assunta è fatto gravissimo, che non trova certo giustificazione in implausibili formalismi burocratici; - nonostante l’immediata denunzia di tali fatti da parte della Camera Penale di Verbania e dell’Unione, la Magistratura associata e gli Uffici giudiziari piemontesi hanno inteso reagire rivendicando la correttezza formale di quel provvedimento ed anzi attribuendo all’Avvocatura la formulazione di accuse infondate; - la Camera Penale di Verbania, per denunziare la gravità della situazione all’opinione pubblica e manifestare la propria protesta, ha indetto una astensione dalle udienze in quel circondario per il giorno 22 giugno 2021, con convocazione di una pubblica assemblea, alla quale parteciperà il Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane".