storie

La bellissima favola di «Pullo»

Trovato vicino all’ospedale di Vercelli da Andrea Cominetti, oggi è amico inseparabile della cagnolina «Neve».

Attualità Vercelli e dintorni, 15 Giugno 2021 ore 08:47

Neve e Pullo, storia di un'amicizia. E' passato circa un mese da quando Andrea Cominetti ha trovato un piccolo di corvo. Sicuramente caduto da un nido, stava tutto solo in un parcheggio vicino all'ospedale Sant'Andrea di Vercelli, rischiando la vita ogni secondo tra automobili e predatori in agguato di una così facile preda, ma la sua fortuna è stata incontrare Andrea, il suo salvatore che lo ha accolto in casa.

Il piccolo Pullo, chiamato così in quanto non si sa se maschio o femmina, è entrato a far parte di questa famiglia e ha subito fatto amicizia con Neve, la cagnolina di casa, diventati quasi inseparabili finché Pullo non esagera con i baci, piccole beccatine alle orecchie che infastidiscono un po' Neve, ma niente paura, tutto passa e amici come prima.
«Era ancora implume quando l'ho trovato e ora che ha un mese e mezzo non vola ancora - racconta Andrea Cominetti, non è nuovo a questo tipo di esperienza, perché lo scorso anno si era preso cura di un rondone che ha poi liberato appena pronto a spiccare il volo - Pullo vive sul nostro terrazzo ed è esattamente come un cagnolino, a livello cognitivo forse anche di più, gioca con i legnetti e soprattutto con la palla ed è molto pulito. Fortunatamente in questo periodo di pandemia siamo in smart-working mia moglie ed io, quindi ci possiamo prendere cura di lui, soprattutto per il cibo perché i primi giorni andava imboccato ogni ora, con carne cruda, cibo per cani o vermi, ma più semplice che col rondone, eravamo obbligati a dargli grilli vivi, sono una specie particolare oltre che protetta. Pullo deve avere il becco sempre pulito dopo mangiato e la sera si ritira in un grosso vaso di menta fino alle 6 del mattino quando chiede da mangiare. E' estremamente socievole, dorme col cane, fanno molte cose insieme, ma questo non gli impedisce di spiccare il volo».
Pullo ha trovato una splendida famiglia che lo ha accolto, ma quando sarà ora sarà libero di andarsene, infatti non è in una gabbia, ma libero, sicuramente non dimenticherà mai la sua famiglia e tornerà a far visita.

4 foto Sfoglia la gallery