Menu
Cerca
Vercelli

Fronde "invadenti": urge una potatura

Segnalazioni in diverse zone della città.

Fronde "invadenti": urge una potatura
Attualità Vercelli e dintorni, 07 Giugno 2021 ore 10:24

In alcune zone di Vercelli gli alberi rischiano di diventare pericolosi.

Gli alberi

Quando non si potano in modo opportuno gli alberi può capitare che crescano un po’ troppo... Dopo il caso di Corso Rigola, con la metà potata in ordine e quella non potata in stile “Nel mezzo del cammin di nostra vita”, ecco altre tre situazioni, fra le tante, attualmente presenti. Partiamo da piazza Roma, lato Parco Kennedy, vicino alla stazione ferroviaria, i rami più bassi scendono abbondantemente sui parabrezza delle auto in sosta. Sono invece ad altezza d’uomo le fronde che danno sul marciapiedi in fondo a via Galileo Ferraris, primadi sfociare sempre in piazza Roma.

Le segnalazioni

C’è chi ce lo ha segnalato perché ci è finito dentro. Se questa situazione viene lasciata ulteriormente degenerare come saranno le piante fra un mese? La vegetazione guadagna ulteriore terreno anche in Via Francesco del Pozzo. Nella strada che da via Duomo porta al tribunale di Vercelli sono infatti presenti numerosi ciuffi di erbacce lungo i bordi della carreggiata; peccato che l’ingente manutenzione anti-gramigna effettuata la settimana scorsa nel fossato del castello visconteo, precedentemente pieno di altissime erbacce, non abbia riguardato anche le vie limitrofe...

I veicoli

A inquietare maggiormente i passanti, però, sono sicuramente le fronde degli alberi che sconfinano dal sito archeologico della domus romana di Santo Stefano de Civitate. Questi possenti rami, infatti, si sono da tempo sviluppati... Quelli più a rischio sono certamente i passanti, su cui potrebbero cadere tralci importanti di piante, ma anche chi guida veicoli un po’ alti come furgoncini o camion non è fuori pericolo perché potrebbe finire contro i rami più bassi che occupano ben più della metà della strada. Forse sarebbe opportuno intervenire, cercando di potare almeno le piante più pericolose.