Attualità
Attualità

Da San Germano a New York: Elena Basso, ospite al Soroptimist

Ricopre la posizione di Research Scientist al Metropolitan Museum of Arts.

Da San Germano a New York: Elena Basso, ospite al Soroptimist
Attualità Vercelli e dintorni, 20 Marzo 2022 ore 12:08

Ancora una volta il Soroptimist Club di Vercelli presieduto dalla professoressa Rita Manuela Chiappa ha valorizzato una donna straordinaria, per di più vercellese, invitandola a parlare, via zoom, in un’avvincente conferenza.

Research Scientist al Metropolitan Museum of Arts di New York

Si tratta della professoressa Elena Basso, che da San Germano ha spiccato il grande salto fino a raggiungere la posizione di Research Scientist al Metropolitan Museum of Arts di New York.
Grazie a una laurea in scienze geologiche e a un dottorato in Scienze della Terra è stata in grado di effettuare ricerche sulle applicazioni di tali discipline all’ambito dei beni culturali, all’archeologia e alla conservazione museale.

L'intervento della Basso

La professoressa ha spiegato in cosa esattamente consiste il suo lavoro, le strumentazioni sofisticate di cui lei ed il suo team si avvalgono, i vari progetti curati anche in altri musei newyorchesi (ben 11 che richiedono la loro diagnosi periodicamente).

Per esemplificare i quesiti ai quali è chiamata a rispondere ha portato le schede di un lavoro effettuato su un soggetto molto originale, un vaso di zucca colombiano del 17° secolo. Del prezioso manufatto, grazie a metodi rigorosamente scientifici, si è potuti risalire a esatta datazione, identificazione di pigmenti e coloranti, stratigrafia delle decorazioni, zona esatta di produzione e precisa identificazione dei materiali.

Trovando il modo di applicare, in un intrigante connubio, i suoi studi nel mondo dell’arte , la scienziata ha dedicato il suo talento e le sue fatiche al raggiungimento di una posizione apicale in uno dei più grandi e prestigiosi musei del mondo.

La conferenza ha suscitato grande interesse e ha sollecitato diverse domande finali. Le risposte della professoressa Basso hanno evidenziato la differenza tra il mondo della ricerca negli Stati Uniti rispetto all’Europa e segnatamente al nostro paese.

Le resta, pur nel successo, un piccolo rammarico per lontananza dai propri affetti e dalle proprie origini, ma la cultura e l’amore per il bello ci fanno cittadini del mondo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter