Menu
Cerca
Inviato al Festival

Un vercellese a Sanremo: Cinque ore di show all'Ariston

Più show televisivo che kermesse musicale. Queste le impressioni confermate al termine della seconda serata

Un vercellese a Sanremo: Cinque ore di show all'Ariston
Spettacoli Vercelli e dintorni, 06 Febbraio 2020 ore 16:03

Nella foto Ottavio Pisani con Giorgia Cardinaletti, giornalista e conduttrice televisiva di Rai Play.

Più show televisivo che kermesse musicale

Queste le impressioni confermate al termine della seconda serata del Festival, che ha visto completarsi le esibizioni di tutti e 24 cantanti in competizione, molti dei quali sul palcoscenico dell'Ariston a notte veramente fonda, in nome del (nemmeno tanto) bello della diretta....

Seconda serata con qualcosa in meno dell'esordio, ancorché benedetta dal record di ascolti (9 milioni e 693 mila i telespettatori di media con un picco intorno ai 16 milioni alle 21,48) e da uno share del 53,3 per cento che in soldoni significa che un televisore acceso su due era proprio sintonizzato su Rai 1.
Tutti insomma guardano Sanremo.

Anche se nelle dichiarazioni quotidiane, chi si sintonizza sul Festival lo fa sempre per caso, distrattamente o svogliatamente, facendo zapping, usando insomma uno snobismo di fondo parecchio italico.

Seconda serata peggio della prima

A partire dal monologo di Fiorello.
Don Matteo batte Maria De Filippi 1-0, nonostante l'ìndubbio effetto sorpresa e le grasse risate del presentatore.
Il trio femminile sul palco (Emma d'Aquino, Laura Chimenti e Sabrina Salerno) è stato a livello emozionale meno impattante rispetto alla coppia di martedì, Rula Jebreal e Diletta Leotta.
E se proprio la vogliamo dire tutta, anche nello spazio karaoke dedicato agli evergreen, gole spiegate più alte all'Ariston per Albano e Romina nei confronti dei Ricchi e Poveri, comunque in grandissima forma, non solo a livello canoro, grazie ad un importante ed evidente lavoro chirurgico alle spalle....

Per tutti i brani in gara, doveroso un secondo ascolto, anche se la prima classifica demoscopica generale (un campione di trecento votanti non rappresenta comunque di per se una grande massa critica.. quindi occhio agli abbagli!), impone di fatto i primi pronostici....

Pronostici 1 (donne)

Innanzitutto c'è il partito che pensa ad un settantesimo festival declinato - anche nell'albo d'oro - al femminile.
E qui la scelta appare più semplice essendo tutto sommato poche le donne in gara.
Pensiamo allora ad Elodie come favorita e nel ruolo di outsiders ad Irene Grandi (premio alla carriera), a Levante (quota radical chic) o a Giordana Angi (in rappresentanza del talent)

Un gradino sotto Elettra Lamborghini, che ha dalla sua il movimento di twerking esibito sotto i riflettori ed un tormentone reggaeton come ritornello che potrebbe diventare presto virale.
Quindi occhio anche a lei, che detiene tra l'altro già un piccolo record: la bombastica ereditiera è l'artista in gara (mi perdonino i veri artisti) che può contare il maggior affollamento di fans - soprattutto giovani e giovanissimi - accampato davanti al proprio hotel... mica bruscolini!
Difficile ipotizzare Rita Pavone al traguardo, così come Tosca.
Questo, naturalmente, solo e sempre sul mio personalissimo taccuino, parafrasando il mitico Rino Tommasi.

Pronostici 2 (uomini)

In un mix di preferenze personali, rumors e umori della sala stampa, su tutti Achille Lauro (in trend positivo), Marco Masini (buono per tutte le stagioni), i Pinguini Tattici Nucleari (musica indie con effetto Stato Sociale), Le Vibrazioni (sorpresa di questa edizione), Anastasio (per il mix rap+talent), Diodato, Alberto Urso e naturalmente Francesco Gabbani anche se ipotizzare un Gabbani-ter (intendendo tre affermazioni su tre in occasione delle sue partecipazioni sanremesi), è al momento ancora ardito.

Oggi è il giorno di Ronaldo

Con Georgina Rodriguez stasera sul palco, le notizie riguardo ad un presunto arrivo di CR7 nella città dei fiori si susseguono freneticamente. tra verità oggettiva e leggenda metropolitana.
Si favoleggia di ristoranti interamente prenotati dall'asso portoghese. Ce ne sono almeno tre diversi. Qualcuno ci rimarrà presumibilmente male....
Di un red carpet attraversato palleggiando come una foca. ammaestrata tra due ali di folla festante...
Di un campione in grado di fare alzare lo share della serata stando comodamente e silenziosamente seduto in poltrona a teatro.
Cosa capiterà nella realtà, come si dice in questi casi, lo scopriremo solo vivendo, anche se l'attesa è davvero febbrile.

Tenzone a colpo di duetti

Sul palco tutti i 24 artisti in gara eseguiranno cover festivaliere con effetto sulla classifica finale, in compagnia di un cast variegato di partners.
Se a questo aggiungiamo il monologo di Roberto Benigni (si parla di quaranta minuti...), le ospitate di Mika e di Lewis Capaldi, la presenza fissa di Tiziano Ferro... prepariamoci ad ore molto molto piccole.
La diretta tv dalle ore 20,45.

Ad affiancare Amadeus nella conduzione, oltre a Georgina Rodriguez in CR7, anche Alketa Vejsiù, conduttrice della tv albanese, autentica star televisiva nella sua patria.

Gallery

7 foto Sfoglia la gallery

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE