Eventi
Una scuola in cammino

Voglia di ricominciare per le Scuole Cristiane

Martedì 16 giugno, simbolicamente, alunni, genitori, insegnanti percorreranno a piedi i viali cittadini uniti da un desiderio comune: la voglia di ricominciare!! Sarà l’occasione per “accompagnare” gli alunni delle classi quinte verso il loro futuro, aiutandoli a spiccare il volo.

Voglia di ricominciare per le Scuole Cristiane
Eventi Vercelli e dintorni, 14 Giugno 2020 ore 11:10

"Per alcuni dei nostri alunni si conclude infatti un lungo percorso, iniziato ben nove anni fa, quando avevano due anni, alla Sezione Primavera delle Scuole Cristiane. L’emozione di salutarli è tanta e non poteva bastare incrociare i loro sguardi attraverso uno schermo!".
Ecco allora l’invito rivolto a tutti gli alunni della scuola primaria di Via Frova e i loro genitori, nel pieno rispetto di tutte le prescrizione per la sicurezza sanitaria, a partecipare alla prima Camminata di fine anno scolastico. L’appuntamento è fissato alle ore 17 presso il Parco Kennedy dove la direttrice con tutte le maestre e il personale scolastico rivedranno dopo il lungo periodo di lockdown i loro alunni. Il percorso prevede il giro dei viali da Corso Italia, Corso Palestro, Via De Gregori, Viale Garibaldi per concludersi al punto di partenza in Parco Kennedy. L’iniziativa nasce dal desiderio di rivedersi “realmente” dopo oltre tre mesi di scuola virtuale, periodo in cui l’istituto paritario, a partire dal 27 febbraio, ha proposto attività su piattaforme digitali, lezioni on line; offerto supporto pedagogico e psicologico per le famiglie dal nido fino alla classe 5^ della scuola primaria.
È stato un periodo impegnativo ma insieme creativo e molto dinamico quello della DaD in cui certamente molte cose sono state apprese e consolidate grazie alla costante presenza delle insegnanti che hanno seguito i propri alunni con grande professionalità e passione. Siamo fieri del percorso didattico di questi mesi e il consenso e la soddisfazione delle famiglie, oltre alla preparazione finale degli allievi, ci è di grande conforto ma, nonostante la soddisfazione delle DAD, non è certo questa la modalità di fare scuola che più ci sta a cuore, tutti noi infatti non vediamo l’ora di poter riprendere le attività quotidiane in presenza. Non è stato per nulla facile però affrontare questo periodo didattico dell’emergenza sanitaria, non tanto per lo stravolgimento delle attività scolastiche, poiché fortunatamente il nostro istituto era già ben organizzato con classi virtuali e strumenti tecnologici, anche a servizio degli alunni di famiglie in difficoltà, così da non lasciare nessuno indietro, ma è stato impegnativo affrontare e superare i pregiudizi e certi errati concetti ideologici che vogliono troppo spesso etichettare la scuola paritaria italiana come una scuola selettiva, di élite, per soli “ricchi” quando la realtà è davanti agli occhi di tutti, basta documentarsi, e non è assolutamente questa. Nella nostra Scuola infatti numerose sono le famiglie che frequentano grazie al bonus nido, al buono scuola regionale o a borse di studio e molti sono gli alunni in difficoltà o certificati, di lingua straniera o con disagi socio economici. La nostra utenza è quindi la stessa di tutte le altre scuole italiane. Siamo un servizio sociale aperto a tutti. Purtroppo in qualche ambiente politico fa ancora comodo strumentalizzare e diffondere false dichiarazioni che danneggiano tutto il sistema di istruzione nazionale. La nostra scuola paritaria è gestita da una Fondazione che può garantire la sua funzionalità solo grazie alla collaborazione delle famiglie che con il loro contributo economico annuale consentono di sostenere le spese di gestione. Sembra assurdo ma in Italia purtroppo è ancora così, insieme alla Grecia siamo l’unico paese europeo che non ha ancora un sistema di istruzione libero e paritario, nonostante la Legge N.62 del 10 marzo 2000 sia ormai più che maggiorenne! Usciamo da questo lockdawn feriti e provati ma certamente rafforzati e più convinti di prima della validità della nostra missione educativa in Italia e nel mondo. L’emergenza COVID ci ha insegnato molto, in primis abbiamo avuto l’opportunità di riconoscere con chiarezza chi sceglie una scuola paritaria per i suoi valori e ne condivide la mission, pronti a sostenerci anche nelle difficoltà. È per loro e con loro che continueremo ad essere un punto di riferimento nel panorama educativo vercellese. Siamo una scuola per tutti...Tutti quelli che convinti delle loro scelte condividono, comprendono e collaborano con sacrificio alla continuità di questa storica realtà educativa presente a Vercelli dal 1841 e che oggi intende percorrere ancora molta strada.
Il cammino continua....MARTEDÌ 16 GIUGNO

Il pensiero delle insegnanti

Questi i pensieri delle maestre che hanno accompagnato il percorso degli alunni finalisti di classe 5^.
Terminare un anno scolastico "eccezionale" con una bella camminata in sicurezza, ma in compagnia di alunni e insegnanti, è il miglior modo per salutarsi, per darsi un arrivederci a settembre oppure per dare un grande in bocca al lupo a chi spicca il volo. Proprio i miei alunni della “quinta verde”, spiccheranno in volo verso le scuole medie e il bisogno di vedersi e di guardarsi direttamente negli occhi è grande, le video lezioni non sono bastate a sopperire alla mancanza fisica, anche se sono state di grande supporto. Maestra Carolina Ferraris

Ragazzi, avete fatto un cammino stupendo seguendo la nostra guida, ora siamo qui ad abbracciarvi uno ad uno, per poi vedervi affrontare un nuovo viaggio insieme a nuovi insegnanti, nuovi compagni e nuovi insegnamenti... vi lasciamo nel vostro zaino tanti ricordi, lezioni e tutto l’Amore che abbiamo messo in questi anni alle scuole Cristiane... siete importanti per noi, e negli anni che verranno ci rincontreremo per strada e i vostri occhi per noi resteranno quelli del primo giorno di scuola, quelli dell’ultimo e quelli di ogni giorno passato al vostro fianco! Grazie di essere stati parte di noi.
La vostra maestra di musica Francesca Borsetti

La passeggiata che ci porterà per le vie cittadine è per noi di quinta simbolo del cammino percorso insieme in questi anni e in questi mesi di didattica a distanza durante i quali le Scuole Cristiane sono sempre rimaste salde al fianco degli alunni. Per me è inoltre l'augurio di poter proseguire con serenità il cammino di studi che attende i miei ragazzi, che ho accompagnato fino al termine della primaria.
Maestra Chiara Carletta

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter