Eventi
Verso Natale

Cosa fare a Vercelli e dintorni: gli eventi dal 10 al 12 dicembre

Una nutrita serie di appuntamenti in città e nei suoi dintorni.

Cosa fare a Vercelli e dintorni: gli eventi dal 10 al 12 dicembre
Eventi Vercellese, 09 Dicembre 2021 ore 14:13

Nella foto il "Trio Chagall" atteso al Civico di Vercelli per il Viotti Festival.

La retrospettiva di Francesco Leale

Resterà allestita fino al 12 dicembre la retrospettiva di Francesco Leale, promossa, nel nel contesto della «Biennale di Vercelli» al 256 di Corso Libertà, nella galleria di Ezio Balliano. Visite da giovedì a domenica, 16,30 - 19,30.
La mostra nasce dall’amicizia profonda di Balliano con il “Cecco” e dalla volontà della figlia Serena Leale di perpetuare il ricordo del papà. In mostra anche un catalogo che è prezioso in quanto riassume in modo chiaro ed esaustivo l’immenso curriculum di Leale. Il “Cecco” avrebbe potuto fare una grande carriera se solo avesse lasciato Vercelli per altri lidi. Nato come caricaturista prima della seconda guerra mondiale, è considerato uno dei maestri di questa particolare scuola che ha un suo comandamento ferreo, nei tratti distorti dei personaggi si deve rispecchiare la loro personalità. Non è un esercizio banale. Ma la vera scoperta da fare è il Leale Artista a tutto tondo, poetico, surreale, del quale la mostra attuale dà un assaggio limitato ma esaustivo.
Dalla grande mostra curata da Marco Rosci all’indomani della scomparsa di Leale non ci sono state più esposizioni di grande respiro. Come ebbe a scrivere il noto critico: «È evidente che vi è un intreccio profondo e creativamente vitalissimo in quel settore basilare della sua arte per cui ho escogitato la definizione di “elzeviri pittorici”, con il significato dell’annotazione sintetica ma pregnante, nello stesso tempo specifica e generale, di una situazione umana congiuntamente quotidiana e universale, di cronaca e di storia».

Una conferenza su Cesare Pavese

Venerdì 10 dicembre alle ore 16,30 presso la Sala Conferenze del Rettorato UPO in via Duomo 6 a Vercelli,  conferenza dal tema: "Cesare Pavese tra etica e mito". Relatore sarà il Professor Giovanni Tesio, già ordinario di Letteratura italiana all’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”.
L’evento è organizzato dall’Associazione ex allievi del Liceo Ginnasio “Lagrangia” di Vercelli con il patrocinio della Fondazione Cesare Pavese per commemorare e promuovere la conoscenza dell’illustre scrittore piemontese, che nell’anno scolastico 1933/34 fu supplente nella cattedra di Italiano e Latino presso lo storico Liceo Classico vercellese.
L’ingresso è gratuito e libero esibendo il Green Pass e indossando la mascherina. La prenotazione non è obbligatoria ma consigliata, inviando un’e-mail a exallievi.classico@iislagrangia.it con l’indicazione del proprio nominativo e del numero di posti da riservare.

Programma natalizio a Trino

Venerdì 10, al Cine Or.Sa., andrà in scena “Danza e Musica per Natale”, lo spettacolo organizzato da Atrap con “Il Sogno di Giò” e l’illusionista Manuel Guarnori. Sabato 11, in piazza Audisio alle 15, i Babbi Natale dei “Three Towers”, saliranno in moto per la sfilata, che terminerà con la distribuzione di vin brulè. A Robella, in piazza Montagnini, ci sarà la Castagnata Natalizia organizzata dal Circolo Amici Robellesi. All’Ipab, alle 16, è in programma il “Concerto di Natale per i nonni”, con la partecipazione di Roberto Amadè e del coro “Three Towers”. In serata, alle 20.30 al Teatro Civico, è in programma il “Premio Talento Vercellese” (vedi servizio a pag. 39). Domenica 12 dicembre, l’A.A.A. di Trino festeggerà, a partire dalle 10, la patrona degli Aviatori. Sotto l’atrio municipale, dalle 10 alle 15.30, avrà luogo l’iniziativa “La casa del Giocattolaio”, gioco itinerante per bambini per ritrovare lo spirito natalizio. Nel pomeriggio, alle 15.30 la “Marcia della Solidarietà”, un corteo in onore delle Associazioni di Pubblica Assistenza e alle 17 al Civico c’è il “Babbo Natale e Befana” talent show.

Extra: 2021 Odissea nello spazio

Da venerdì 10 dicembre torna la mostra di arte contemporanea e design "Extra" che si ripete ormai dal 2017. Per quest'edizione verrà adottata una formula del tutto nuova, infatti le opere saranno esposte in avveniristiche teche di vetro piazzate lungo la passeggiata di Viale Garibaldi. Si terrà dal 10 al 19 dicembre.
EXTRA – geometrie in bilico tra Arte e Design, per l’edizione 2021 stupisce il pubblico e sfida i confini andando letteralmente OLTRE LO SPAZIO. A cura di Serena Mormino.
Consapevole di aver contribuito a far rinascere una delle vie più belle del centro storico vercellese, rinnova il concetto di esposizione come un acquario nella città e va oltre i confini naturali ed architettonici, generando nuovi spazi temporanei in un’altra passeggiata storica,
rivalutandone la visibilità e le potenzialità, anche in vista degli importanti progetti di riqualificazione ambientale comunali.
Il nuovo gruppo Extra sempre più “maturo” e pronto a nuove sfide, rinnova il concetto di mostra a cielo aperto, percorribile in ogni istante della giornata per cercare nuovi spunti di arredo, Design, Arte e Fashion.
Con una citazione alla celebre pellicola di Stanley Kubrick del 1968, “2001: Odissea nello Spazio” (scritta con Arthur C. Clarke), EXTRA 2021 crea scenari atemporali seppur costantemente proiettati al futuro, sognando di approdare in spazi incontaminati ove generare nuova vita, portando energia, luce, focolai domestici e natura.
I rimandi alla trama sono straordinariamente contemporanei, anche nelle criticità di pandemie e difficoltà, di sviluppo tecnologico e scientifico al confine tra opportunità e criticità.
Per la parte del DESIGN partecipano: AD di Antonio Ardizzone, Arredamenti Prella & C srl, Borgo Divisione Luce, Giovannini Arredamenti, Piero Raimondo, SGA Arredamenti, ANDREANA Fashion Gallery.
Per quanto riguarda la parte artistica  Lello Ardizzone aka Tony Wetfloor
Mostra organizzata, con il Patrocinio e sostegno di: Città di Vercelli, Ascom, Comtur, Associazione Culturale AMARTE, Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, Atena Iren, Claas, Gruppo Nuova Sacar – Volvo Autovar, Alba Tetti.

Il concerto di Natale di VercelliViva

Appuntamento sabato 11 dicembre, chiesa di San Cristoforo, ore 21, un concerto vocale e strumentale a cura della Cappella Musicale della Cattedrale, diretta da mons. Denis Silano dal titolo: «Se’ di speranza fontana vivace», citazione del Canto XXXIII del Paradiso Dantesco, riferito alla Madonna. Maria è una delle due figure a cui è dedicato il concerto, l’altra è Sant’Eusebio, di cui quest’anno ricorrevano i 1650 anni dalla morte. Un altro titolo recita «nova et vetera. Sta a significare l’accostamento tra i classici del XVII Secolo e compositori moderni che caratterizzerà il programma di sala.
Monsignor Denis Silano, direttore della Cappella Musicale della Cattedrale sottolinea l’aspetto musicale.
«Come suggerisce il sottotitolo sarà un dialogo fra le musiche del ‘600 del Centorio, che sono incise sul cd, e il ‘900, con autori moderni e anche viventi. A queste composizioni è affidata la prima e l’ultima parte, segnalo le due composizioni di Lorenzo Perosi (1872-1956) del quale, nel 2022 si festeggerà il 150° della nascita e che è stato un importante autore di musica sacra». Si tratterà essenzialmente di brani che ricorrono nella liturgia, tranne due composizioni “profane” strumentali di Centorio: «La Leggiadra» e «la vezzosa» di scuola francese. Il programma di sala prevede, nella prima parte brani di Luigi Guida (1883-1951), Perosi, Maurice Duruflé (1902-1986), del vivente Morten Lauritsen (classe 1943). La parte centrale sarà dedicata a Centorio, con l’esecuzione di cinque composizioni, sia strumentali che per diverse combinazioni vocali. Tutti risalenti ai primi decenni del 1.600.
Chiusura di concerto con quattro brani moderni, si aprirà con Ola Gjeilo (autore contemporaneo nato nel 1978, Benjiamin Britten (1913-1976), Gabriel Faurè (1845-1924) e, a chiudere il glorioso «Magnificat» di Perosi.
Questi i solisti che saranno impegnati: Gianluca Pisa (voce bianca), i soprani Giulia Musuruane, Teresa Nesci, Serena Romano, il contralto Maria Cristina Tomasoni, il controtenore Gianluigi Ghiringhelli, il tenore Gianluca Ferrarini e il basso Davide Benetti. La parte strumentale è assicurata da: Alessandro Conrado e Paola Nervi (violino barocco), Gualtiero Marangoni (violone), Alessandro Pisa (liuto), Carlo Montalenti (organo). Direttore monsignor Denis Silano. Evento sostenuto dal Comune di Vercelli e dalla Fondazione Crv. Ingresso libero ma ovviamente con green-pass.

Raccolti e Mondadori promuovono un incontro con Paolo Cognetti

Raccolti Festival, in collaborazione con il Comune di Vercelli e la Libreria Mondadori, organizza un incontro con lo scrittore Paolo Cognetti in programma per venerdì 10 dicembre alle ore 18, presso il Piccolo Studio della Basilica di Sant’Andrea. L’autore, Premio Strega nel 2017 con «Le otto montagne», presenterà il suo nuovo romanzo "La felicità del lupo", da poco in libreria e già in testa alle classifiche dei libri più venduti. Cognetti torna a parlare del suo rapporto con le terre alte attraverso la storia di Fausto, un cittadino che ha scelto di rifugiarsi in una borgata di poche anime per lasciarsi alle spalle un matrimonio finito e trovare una nuova libertà. Dialogherà con l’autore Lara Giorcelli di Bottega Miller.

Il talento dell'anno sportivo Coni a Trino

Una vera e propria festa dello sport vercellese si terrà a Trino sabato 11 dicembre alle ore 17 al Teatro Civico, dove è in programma la cerimonia di consegna delle Benemerenze Coni e del premio «Talento dell’Anno Sportivo Piemontese», che rende onore e celebra gli atleti vercellesi che si sono particolarmente distinti.
Questo appuntamento annuale, diventato un caposaldo del CONI di Vercelli viene organizzato dalla delegata di Vercelli Laura Musazzo. «Si vuole celebrare e ringraziare il lavoro svolto dai dirigenti, dai tecnici, dagli atleti, dai professionisti del mondo sportivo - riferisce la delegata - e dai moltissimi volontari che ogni giorno si dedicano alle associazioni sportive territoriali. Rendendo loro omaggio, incentiviamo e promuoviamo il nostro sistema sportivo organizzato e le moltissime associazioni del territorio, l’adozione di buone pratiche che contribuiscono al benessere della società tutta e diamo forza ai grandi ed indissolubili valori dello Sport , perché lo sport è un elemento essenziale per lo sviluppo economico del territorio, è educazione per i giovani, è mezzo di riconquista sociale e di autonomia, è strumento di tutela della salute individuale e collettiva, è inclusione sociale».

Il trio Chagall al Viotti Festival

Imprevisto per il Viotti Festival, l’11 dicembre avrebbe dovuto esibirsi il «Quartetto Adorno», ma uno dei componenti della nota formazione non sta bene e così, a tempo di record, la Camerata Ducale ha trovato la maniera di salvare la data, invitando una formazione cameristica di giovani talenti in ascesa nel panorama internazionale.
Si tratta del «Trio Chagall», composto da Edoardo Grieco, violino; Francesco Massimino, violoncello; Lorenzo Nguyen, pianoforte.
Il programma si aprirà con lo splendido «Trio op. 1 n. 3 di Beethoven», sul valore del quale basti ricordare un aneddoto. Haydn, alla cui garbata cantabilità il giovane Beethoven si ispirò molto, espresse qualche riserva perché probabilmente un po’ lontano dal suo modo di sentire. Come avranno occasione di raccontare i protagonisti del concerto nell’incontro con il pubblico (mezz’ora prima del concerto, nel ridotto del teatro) il «Trio op. 1 n. 3» è oggi considerato, invece, il più geniale ed innovativo.
Un’altra curiosità è legata alla seconda composizione in programma, ossia il «Trio n. 2 in einem Satz» dell'argentino d'origine russa Mauricio Kagel. Il Trio fu infatti terminato l’11 settembre 2001, appena qualche ora prima che Kagel sapesse dell'attentato alle Torri Gemelle. L’autore, che dedicò l'opera ai tragici fatti di New York, disse poi di aver vissuto quasi un triste presagio dell'evento, sensazione che si percepisce con evidenza nel clima teso e drammatico dell'opera. Concluderà il concerto il «Trio op. 8 n. 1» di Shostakovich, composto quando l'autore aveva appena 17 anni. Un'opera più che giovanile, ma già così profonda, incantata, a tratti ossessiva e sapientemente dissonante da riuscire a racchiudere, come in uno scrigno prezioso, tutti i tratti salienti dello Shostakovich successivo.
Da non dimenticare inoltre che giovedì 9 dicembre alle ore 17, per la rassegna «Viotti Tea» dedicata ai giovani, Umberto Beccaria, pianoforte, su musiche di Haydn, Schubert, Beethoven. Viotti Club, via G. Ferraris 14, Vercelli. Ingresso 5 Euro.

Presentazione de "La Parola di Dio ogni giorno - 2022"

Sabato 11 dicembre alle ore 16 , nella chiesa di San Lorenzo a Vercelli (corso Libertà 188, all’angolo con via Cagna), sarà presentato dalla Comunità di Sant’Egidio il libro di mons. Vincenzo Paglia “La Parola di Dio ogni giorno - 2022” (edizioni San Paolo). Interverranno mons. Marco Arnolfo, arcivescovo di Vercelli e Daniela Sironi, responsabile di Sant’Egidio in Piemonte. L’accesso alla chiesa sarà libero, con le consuete misure di prevenzione del contagio da Covid-19.

Da 20 anni mons. Paglia offre questo strumento per accompagnare i lettori ogni giorno dell’anno nella meditazione spirituale e nella preghiera, a partire dal commento a un brano della Bibbia fra quelli proposti dal calendario liturgico. L'autore, consigliere spirituale della Comunità di Sant’Egidio, è presidente della Pontificia Accademia per la Vita e presidente della Commissione creata dall’attuale governo per la riforma dell'assistenza sanitaria e sociosanitaria della popolazione anziana
Il libro è uno strumento prezioso per i credenti, ma anche per chi voglia affacciarsi con curiosità al grande mondo della Bibbia: le meditazioni quotidiane sono scritte con un linguaggio semplice e accessibile anche a chi non ha dimestichezza con la teologia, e l’autore le lega strettamente all’orizzonte del nostro mondo contemporaneo. Secondo l’autore, infatti, la Bibbia non è un libro vecchio e ormai inservibile ma, al contrario, racchiude uno straordinario tesoro di umanità e di sapienza, che ha molto da dire e da dare all’uomo di oggi e alle sue domande esistenziali.
Papa Francesco ha voluto istituire nella vita della Chiesa la “Festa della Parola di Dio”, proprio per mettere al centro questa dimensione della vita cristiana , che non è sempre valorizzata nelle stesse comunità cristiane. E’ la medesima sensibilità che spinge spesso papa Francesco a esortare i cristiani (e chiunque ) perché portino con sé un Vangelo, anche piccolo, in tasca o nella propria borsa, e ne leggano qualche versetto ogni giorno, fermandosi a meditarlo. La rinnovata attenzione alla Parola di Dio, del resto, è uno dei frutti del Concilio Vaticano II , particolarmente della “Dei Verbum”, che esortava “tutti i fedeli ad apprendere la sublime scienza di Cristo con la frequente lettura delle Divine Scritture”. E citando san Gerolamo, ammoniva :“L’ignoranza delle Scritture è ignoranza di Cristo”
Siamo ancora in un tempo segnato dalla pandemia, percorso da tante incertezze e inquietudini . Abbiamo ancora davanti agli occhi la scena della preghiera di Papa Francesco, la sera del 27 marzo 2020. Nel cuore di un mondo spaventato, in una piazza San Pietro vuota e flagellata dalla pioggia, si è alzato, solo, davanti a Dio, come un grande intercessore per la liberazione dalla pandemia. In tempo di forzato isolamento e di dispersione, la Parola di Dio ha unito e consolato.  Il libro che verrà presentato a San Lorenzo vuole essere un aiuto a proseguire nell’ascolto di Dio che ci parla ,  e a tenere le braccia alzate nella preghiera perché il Signore continui a proteggere il mondo dalle forze oscure del male.

Il calendario delle "Acacie"

In arrivo appuntamenti davvero imperdibili al dancing Le Acacie di Corso Rigola. Per il ponte dell’Immacolata due eventi di grande richiamo. Il 7 di dicembre una grande serata revival con la band «I Divina», si replica all’ora di pranzo l’8 dicembre con il ritorno di una delle orchestre di Liscio più gettonate d’Italia, quella di Maurizio Medeo. L’11 di dicembre Anna AR Group, sabato 18 dicembre Orchestra Lucienne, domenica 19, a pranzo, Francesco e i Blue Dream. E già sulla pagina social del ristorante-dancing si annuncia un gran veglione di Capodanno.
Classica formula che abbina alla cena/pranzo il ballo. Info e prenotazione tavoli: 0161-213824.

Spettacolo di Natale per Dance Team

Domenica prossima, 12 dicembre, si terrà lo spettacolo natalizio di Dance Team, la scuola di ballo di Federica Rosso.
Titolo dell’evento, “Natale con Dance Team, di nuovo insieme!” , dopo la precedente edizione svoltasi online direttamente dalle case dei giovani danzatori, quest'anno il pubblico potrà tornare ad ammirare il grande lavoro che gli allievi portano avanti con passione e grande dedizione. Lo spettacolo si terrà al “Sacro Cuore” a partire dalle ore 17,30: danzeranno tutti gli allievi, a partire dalle più piccole del corso di propedeutica sino ai grandi della formazione professionale, passando dalla danza classica al
modern, danza contemporanea...
Chi fosse interessato ad assistere può contattare la segreteria della scuola al 347/0112147.

Torna «Nataleone»

La tradizionale kermesse natalizia del Museo Leone è in corso dall’8 dicembre, anche alla sede del Museo Archeologico fino al giorno 23 e poi ancora dal 6 al 9 gennaio. I beni che si possono conferire sono omogenizzati, pastina, creme di riso, biscotti e altri prodotti a lunga conservazione. Verranno poi distribuiti a cura dei Gruppi di Volontariato Vincenziano alle famiglie bisognose.
In occasione dello spettacolo «Il Natale di Dino Buzzati» di domenica 12 dicembre una parte dell’incasso sarà devoluto a sostenere il progetto «Mangia con noi», un contributo che potrà essere incrementato utilizzando le cassette di offerte poste nei due musei. Con solo un euro si regala un pasto scolastico a un bimbo bisognoso.
«Lo spettacolo “Il Natale di Dino Buzzati” - ha sottolineato Cinzia Ordine de “Il Porto” - si lega idealmente a quanto avevamo fatto per il libro “Cuore”. Buzzati è noto al grande pubblico per opere come “Il deserto dei Tartari”, non è facile trovare racconti allegri nella sua produzione, ma questa raccolta è molto varia e interessante, forse il Natale di Buzzati non è magico, ma certamente stimolante».
Maggiori dettagli sono stati dati da chi darà voce a questi racconti, l’attore Roberto Sbaratto: «E’ una lettura che avevamo già proposto, ma per pochi intimi, qualche anno fa. Buzzati scrisse dal 1934 al 1972 il racconto di Natale per il “Corriere della Sera”, per cui vediamo la società italiana che cambia attraverso i suoi racconti».
L’appuntamento è per il 12 dicembre, ore 17. Ingresso 10 euro, prenotazione obbligatoria allo 0161-253204 (fino alle 12,30 del venerdì), 379-2834818 (da venerdì pomeriggio a domenica), informazioni: info@museoleone.it. Partecipazione con green pass e norme anti covid.

Evento per famiglie al Museo del Duomo

In attesa del Natale, il Museo del Tesoro del Duomo di Vercelli sabato 11 dicembre alle ore 15,30 propone il consueto appuntamento per famiglie. Una speciale visita, legata alle festività e alle storie e leggende celate dalle opere del percorso, seguita dal laboratorio creativo per bambini tra i 5 e i 12 anni. Quest’anno i partecipanti si avvicineranno alla figura di Babbo Natale, ripercorrendo la storia della tradizionale favola. Un viaggio che inizia con San Nicola vescovo di Myra nel III secolo e arriva fino ad oggi, con un laboratorio volto alla realizzazione di decorazioni natalizie. Per partecipare a Alle porte del Natale. Decorazioni in Museo è obbligatoria la prenotazione entro il 10 dicembre chiamando lo 016151650 oppure scrivendo una mail a info@tesorodelduomovc.it. Il costo a famiglia sarà di 8 euro e l’appuntamento è stato organizzato in collaborazione con i volontari del Servizio Civile progetto “Forma Mentis”.
In ottemperanza alle attuali disposizioni per contenere l’emergenza sanitaria gli adulti accompagnatori dovranno essere muniti di green pass vaccinale.

Domenica di polentate ad Asigliano e Costanzana

Una domenica dedicata alla polenta quella che si svolgerà il 12 dicembre ad Asigliano e a Costanzana.
In onore a questo antico piatto della tradizione italiana che si abbina a diverse pietanze, le associazioni folkloristiche dei due paesi limitrofi hanno voluto proporre il pranzo domenicale. Nel primo centro della bassa sarà il Comitato folkloristico asiglianese a organizzare la “Polentata al Polifunzionale” che prevede la possibilità di un pranzo da asporto oppure da consumarsi presso il centro polivalente del paese.
L’asporto si terrà dalle 11,30 alle 12,30 e a seguire inizierà il pranzo, per il quale è richiesto il green pass e la prenotazione obbligatoria sulla pagina Facebook del Comitato oppure chiamando il numero 340 8347527. La polenta verrà proposta in molti modi con il menù alla carta: concia, con merluzzo, con stufato d’asino, con cinghiale, con lumache in umido, con salsiccia e funghi, con alborelle fritte e con gorgonzola. Come dolci saranno disponibili: Asianot con zabaglione e tartufo affogato al caffè.
A Costanzana, sempre nella stessa data, l’Associazione Famija Custansaneisa organizza un pranzo da asporto intitolato “Polenta mari e monti” con il seguente menù: carpione di trota; insalata di sgombro, sedano e cannellini; crema di formaggio morbido con crostini dorati; merluzzo in umido con cipolle; spezzatino di cinghiale; polenta; dolce. Prenotazioni entro giovedì 9 chiamando Milena ai numeri 0161 312410 e 345 1714160. La distribuzione avverrà presso il salone polivalente del paese.

Mercatino di Natale di Binario 3

Il cortile dell’ex monastero di San Pietro Martire il 12 dicembre ospiterà un ricco mercatino organizzato dall’Associazione di volontariato Binario3.
Dalle ore 10 alle 18, tantissimi artigiani vi aspetteranno per proporre regali originali fatti rigorosamente a mano.
Il mercatino sarà anche arricchito da tante iniziative.
Alcuni degli artigiani presenti faranno dimostrazioni dal vivo dei loro lavori e di varie tecniche creative.
All’interno della Sala delle Unghie, attigua alla corte, sarà, inoltre, allestita una mostra con l’installazione di Salvatore Gió Gagliano dal titolo “Hope”.
Dalle ore 10 alle 11.30, infine, sarà realizzato un laboratorio, in collaborazione con il negozio di fiori “Frida’s”, per creare e decorare centri tavola natalizi.
Per avere maggiori informazioni e per partecipare al workshop contattare Binario3 su Facebook, Instagram o all’indirizzo mail binario3@yahoo.com