Pro Vercelli, 20 giorni di inibizione e multa per Massimo Secondo

Una decisione assurda legata alla disponibilità del "Silvio Piola"

Pro Vercelli, 20 giorni di inibizione e multa per Massimo Secondo
Sport 08 Aprile 2016 ore 12:53

Una decisione assurda legata alla disponibilità del "Silvio Piola"

 

Venti giorni di inibizione e 13.334 euro di ammenda. E' questo il provvedimento adottato dalla FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) nei confronti del presidente della Pro Vercelli, Massimo Secondo. Il comunicato ufficiale, il numero 334/A del 6 aprile, motiva il provvedimento con la seguente causale che riportiamo testualmente: “per aver depositato oltre il termine del 20.06.2015, previsto dalla normativa federale, l’istanza per ottenere la deroga a svolgere l’attività per la stagione 2015/2016 in un impianto non ubicato nel proprio comune, lo Stadio “D. Manuzzi” di Cesena, nonché la documentazione a corredo della stessa, ovvero la disponibilità dell’impianto predetto, la licenza di cui all’art. 68 del TULPS e il nulla osta del Prefetto di Forlì-Cesena”. Una decisione assurda, cioè 4 giorni di ritardo rispetto al termine indicato dalle leggi federali nei giorni vicini alle iscrizioni al campionato. La classifica della Pro Vercelli non subirà alcuna modifica.