Pro Vercelli, 20 giorni di inibizione e multa per Massimo Secondo

Una decisione assurda legata alla disponibilità del "Silvio Piola"

Pro Vercelli, 20 giorni di inibizione e multa per Massimo Secondo
08 Aprile 2016 ore 12:53

Una decisione assurda legata alla disponibilità del “Silvio Piola”

 

Venti giorni di inibizione e 13.334 euro di ammenda. E’ questo il provvedimento adottato dalla FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) nei confronti del presidente della Pro Vercelli, Massimo Secondo. Il comunicato ufficiale, il numero 334/A del 6 aprile, motiva il provvedimento con la seguente causale che riportiamo testualmente: “per aver depositato oltre il termine del 20.06.2015, previsto dalla normativa federale, l’istanza per ottenere la deroga a svolgere l’attività per la stagione 2015/2016 in un impianto non ubicato nel proprio comune, lo Stadio “D. Manuzzi” di Cesena, nonché la documentazione a corredo della stessa, ovvero la disponibilità dell’impianto predetto, la licenza di cui all’art. 68 del TULPS e il nulla osta del Prefetto di Forlì-Cesena”. Una decisione assurda, cioè 4 giorni di ritardo rispetto al termine indicato dalle leggi federali nei giorni vicini alle iscrizioni al campionato. La classifica della Pro Vercelli non subirà alcuna modifica.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità