Scuola
Mobilitazione

Sciopero dei precari nella scuola il 17 marzo

Impiegati nelle scuole della provincia 737 docenti non stabilizzati,

Sciopero dei precari nella scuola il 17 marzo
Scuola Vercelli e dintorni, 05 Febbraio 2020 ore 09:57

Cambiano i Governi (Renzi, Gentiloni, Conte 1, Conte 2) e i Ministri dell'Istruzione (Giannini, Fedeli, Bussetti, Fioramonti e ora Lucia Azzolina), ma solo tante parole e la ormai consueta tattica del rinvio. Intanto chi è ancora precario nella scuola resta tale e nessun provvedimento serio, fra quelli annunciati, è stato attuato.

Lo rilevano in una nota congiunta Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola della provincia di Vercelli, fornendo i dati dei precari impiegati nelle scuole della provincia: sono 737 a si deve aggiungere il popolo delle "Messe a Disposizione", ovvero coloro che non sono rientrati nelle nomine ma che vengono chiamati a sopperire per le emergenze.

Lo sciopero di tutto il personale precario è stato indetto per il 17 marzo 2020. Più di un quarto del corpo docente resterà a casa quel giorno.

La nota dei sindacati

"Gli impegni presi dal Governo in diverse intese, a partire da quella del 24 aprile scorso a Palazzo Chigi e successivamente quelle con il ministro dell’Istruzione e Ricerca del dicembre scorso., oggi, in presenza di un rinnovato assetto del ministero, vengono totalmente disattesi.

È stato di totale chiusura rispetto alle proposte dei sindacati l’atteggiamento assunto dall’Amministrazione a conclusione del confronto sui provvedimenti attuativi del decreto su reclutamento e abilitazioni, che si è tenuto alla fine di gennaio.

Dopo due giorni di serrato confronto, non è stato possibile sciogliere alcuno dei nodi della questione legata ai concorsi ( ordinario e straordinario) che i nostri precari aspettano ormai da troppo tempo.

I precari nella provincia di Vercelli

Qualche dato sulla situazione del precariato nella nostra provincia; le nomine di settembre hanno incaricato:
65 docenti per la scuola dell’infanzia (di cui 49 sul sostegno)
130 docenti per la primaria (di cui 111 sul sostegno)
203 per la scuola secondaria di I grado (di cui 97 sul sostegno)
239 per il II grado (di cui 154 sul sostegno).

Un totale quindi di 737 docenti, pari al 25% circa dell’intero organico.
La percentuale dei precari è però sicuramente maggiore, perché a questi numeri bisogna aggiungere quelli dei contratti stipulati sulle Messe a Disposizione (le cosiddette”MaD”), cioè di quei docenti al di fuori delle graduatorie di istituto.
Una messe di lavoratrici e di lavoratori che a pieno titolo siedono in cattedra e che contribuiscono in maniera importante al funzionamento delle nostre scuole.

Riconoscere l'esperienza dei docenti

Le richieste delle OO.SS., finalizzate ad un doveroso riconoscimento dell’esperienza di questi colleghi, nonché a pronte e chiare procedure concorsuali, sono state disattese o dilazionate dietro a imprecise dichiarazioni di provvedere entro tempi brevi, che non sono stati quantificati. Analogamente è stata bocciata la richiesta di un concorso riservato per gli Assistenti Amministrativi che da anni svolgono la funzione di Direttori dei Servizi Generali, permettendo l’apertura delle segreterie scolastiche.

Le ragioni per cui erano state a suo tempo sospese le iniziative di mobilitazione vengono oggi
definitivamente a cadere e per questo motivo le OO.SS. firmatarie del contratto hanno proclamato lo sciopero di tutto il personale precario della scuola per il prossimo 17 marzo

Assemblee dall'11 febbraio

Le OO.SS. provinciali di Flc CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola presenteranno il quadro completo della mobilitazione a favore dei lavoratori precari, docenti e non docenti, in una serie di assemblee che si svolgeranno, dalle 8,30 alle 10 :
A Vercelli, presso la Scuola Media Verga, martedì 11 febbraio
A Borgosesia, presso la Scuola Media, mercoledì’ 12
A Santhià, presso lì’Istituto Comprensivo, lunedì 17 febbraio.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter