Scuola
Doppia bontà...

L'arte gastronomica made in Ciofs all'asta pro Ucraina

Un'occasione per apprezzare l'eccellenza del corso per Operatore di trasformazione agroalimentare dell'Istituto Sacro Cuore.

L'arte gastronomica made in Ciofs all'asta pro Ucraina
Scuola Vercelli e dintorni, 06 Aprile 2022 ore 15:11

Gli allievi del corso di Operatore di trasformazione agroalimentare del Ciofs, Istituto Sacro Cuore in corso Italia a Vercelli, hanno voluto dare il loro aiuto in questo drammatico periodo che il mondo sta attraversando e lo hanno fatto preparando uova di cioccolato, biscotti, confetture e molto altro. Il ricavato sarà devoluto alle donne e ai bambini dell'Ucraina, il tutto reso anche possibile grazie alle aziende che hanno donato la materia prima per realizzare queste vere e proprie opere d'arte: Nestlè, Riso Gli Aironi, Gallo Arti Grafiche, Boggio Carta, Osver, Onlus, Ergi Ortofrutta, AP Sapori, Argilla. I “pezzi” più preziosi sono stati poi messi all'asta e aggiudicati al miglior offerente.

Cinquanta uova di Pasqua fatte a mano

«Cinquanta uova di Pasqua temperate e decorate tutte a mano una per una - commenta Massimo Garofalo - oltre a biscotti e grissini di riso, confetture dolci e salate, la storica “Agrumela” a base di arance, mele e zenzero, realizzati con i macchinari che abbiamo in sede, tutto in sicurezza, inoltre la farina di riso l'abbiamo preparata noi, con la materia prima donataci, abbiamo azionato il nostro mulino a pietra, siamo l'unico centro in Piemonte di formazione ad avere anche una guida sensoriale, ovvero i ragazzi che frequentano il quarto anno sanno analizzare i prodotti».

ciofs uova pasqua foto gruppo
Foto 1 di 5
ciofs agrumela e bagnetto verde
Foto 2 di 5
ciofs torte
Foto 3 di 5
ciofs uova asta2
Foto 4 di 5
ciofs uova semplici
Foto 5 di 5

Un corso d'alto profilo

Tutti i ragazzi dei sette corsi di cucina e pasticceria, hanno anche formazione bar e sala con tantissime ore di pratica, formati a 360°, sanno seguire tutto il processo produttivo dalla chimica alla nutrizione al confezionamento, insomma tutto il mondo della ristorazione, il cento per cento di loro al termine del loro percorso di studi è impiegato nel settore. Una realtà ancora poco conosciuta, ma che sicuramente ha lasciato e lascerà in futuro la sua impronta indelebile nel mondo della scuola e del lavoro.

Seguici sui nostri canali