Menu
Cerca

I migliori chef stellati del territorio piemontese

I migliori chef stellati del territorio piemontese
Idee & Consigli 26 Gennaio 2021 ore 07:02

Il territorio piemontese si conferma nel 2021 al secondo posto per numero di ristoranti stellati e sono dunque diversi gli chef ad aver ottenuto questo prestigioso riconoscimento della Guida Michelin. Alcuni, a dire il vero, sono piemontesi solo d’adozione ma hanno trovato in questa regione un terreno fertile per esprimere le proprie doti culinarie, grazie anche alle eccellenze gastronomiche di cui il Piemonte è ricco. 

Vediamo più da vicino quali sono i cuochi stellati Michelin italiani che hanno un ristorante in questa straordinaria regione, dalle colline delle Langhe al distretto dei laghi. 

# Enrico Crippa: 3 stelle Michelin

L’unico chef del territorio piemontese ad aver ottenuto ben 3 stelle Michelin fino ad ora è Enrico Crippa, con il suo ristorante Piazza Duomo ad Alba. Parliamo in realtà di un piemontese d’azione perché lo chef è nato a Carate Brianza ed è stato all’interno della brigata di Gualtiero Marchesi che ha appreso i segreti della cucina gourmet. Enrico Crippa merita però di essere inserito nella lista dei migliori chef stellati del territorio piemontese perché è stato proprio il suo ristorante Piazza Duomo, che si trova ad Alba, ad avergli permesso di ottenere 3 stelle: la prima nel 2006, la seconda del 2009 e l’ultima nel 2012. 

# Antonino Cannavacciuolo: 2 stelle Michelin

Altro piemontese d’adozione, Antonino Cannavacciuolo è uno degli chef stellati più famosi d’Italia e nonostante sia originario della Campania ha costruito il suo impero culinario nel distretto dei laghi piemontesi. Il suo meraviglioso ristorante infatti, Villa Crespi, si trova ad Orta San Giulio in provincia di Novara, in una location davvero unica. Questo ha ottenuto 2 stelle Michelin nel 2006, ma va detto che Cannavacciuolo ha ottenuto poi altre due stelle sempre in Piemonte: una per il Cannavacciuolo Cafè & Bistrot a Novara ed un’altra per il Bistrot Cannavacciuolo di Torino. 

# Marco Sacco: 2 stelle Michelin

Sempre nei distretti dei laghi piemontesi troviamo un altro ristorante di altissimo livello: il Piccolo Lago dello chef Marco Sacco, che ha ottenuto 2 stelle Michelin. Il primo riconoscimento è arrivato nel 2004 mentre la seconda stella nel 2007: per oltre 10 anni dunque questo cuoco è riuscito a mantenere gli standard sempre elevati e non perdere i riconoscimenti conquistati. Il Piccolo Lago si trova a Verbania ed è affacciato sul Lago Maggiore: una location romantica e ricercata, che continua a conquistare grazie anche alla cucina gourmet di questo chef d’eccezione. 

# Gian Piero Vivalda: 2 stelle Michelin

Nel cuneese, e più precisamente nel comune di Cervere, troviamo invece il ristorante Antica Corona Reale, grazie al quale lo chef Gian Piero Vivalda è riuscito a conquistare 2 stelle Michelin: la prima nel 2003 e la seconda del 2010. Lo chef, vero e proprio figlio d’arte, propone piatti legati alla tradizione ma rivisitati in chiave moderna grazie alle esperienze vissute all’estero e in particolare nelle migliori cucine francesi. Anche questo è un cuoco che merita di essere inserito nella nostra lista e non solo perché ha conquistato i 2 importanti riconoscimenti dalla Guida Michelin ma anche perché si distingue nel panorama piemontese.