Idee & Consigli

Melatonina e Magnesio amici del buon sonno anche in estate

Melatonina e Magnesio amici del buon sonno anche in estate
Idee & Consigli 19 Agosto 2022 ore 07:00

Temperatura e luce sono strettamente correlate al sonno. Per questo motivo, l'insonnia trova terreno fertile d'estate. Per dormire bene, infatti, abbiamo bisogno di una temperatura compresa tra i 16 e i 19 gradi e di massima oscurità. Sì, perché a temperature superiori, il corpo, durante la fase REM, è alla continua ricerca dell'abbassamento della temperatura, tramite la sudorazione, la riduzione del processo metabolico e il rilassamento muscolare. Contemporaneamente, la luce, più abbondante in estate, interferisce con il rilascio di Melatonina che induce l'addormentamento. Un'alimentazione ricca di vitamine, e cibi contenenti il Triptofano, precursore della Serotonina, è l'ideale, ma anche l'apporto di Magnesio, che favorisce il rilassamento muscolare, è prioritario. Proprio melatonina e magnesio sono tra gli ingredienti principali di V/Dream, l'integratore che la start  up italiana sempre più stimata, VitaVi, ha studiato per facilitare l'addormentamento e per migliorare la qualità del sonno. Oltre a questi due ingredienti, importantissimi per combattere l'insonnia estiva, V/Dream può contare anche sull' Estratto secco di radice di Ashwagandha, sulla Vitamina B6, sull'Escolzia e sul Triptofano, andando ad agire sui principali processi fisici e mentali che influiscono sul sonno.

Un integratore alimentare, infatti, non sostituisce uno stile di vita sano, ma può aiutare a riposare meglio, specialmente in alcuni periodi in cui sembra un'impresa impossibile: l'estate è uno di questi. In particolare integrare la Melatonina è davvero importante, in quanto il suo ruolo regolatore del ritmo sonno veglia è largamente noto. In presenza di luce, infatti, questo ormone, che induce l'addormentamento, non viene secreto in quantità adeguate, mentre i suoi livelli salgono con l'oscurità. Sappiamo bene come, in estate le ore di luce (non solo naturale) siano molto più numerose che in inverno e questo può creare confusione nel ritmo circadiano, un po' come avviene quando si viaggia attraversando diversi fusi orari. 

Come anticipato i principali triggers dell'insonnia estiva sono la luce e le alte temperature, per questo, oltre ad aumentare l'attenzione verso uno stile di vita sano e regolare e a ricorrere ad integratori alimentari specifici, occorre lavorare su questi due aspetti con piccoli accorgimenti pratici. La temperatura della camera da letto va mantenuta bassa, chiudendo finestre e imposte di giorno e spalancandole di sera, oltre che aiutandosi con un deumidificatore, da spegnere, però, prima di coricarsi.Anche la luce va regolata, per evitare di inviare messaggi contraddittori al cervello. No ad uscite sregolate fino a notte fonda e sì ad orari di risveglio e addormentamento regolari, evitando di esporsi a luci troppo forti o alla sollecitazione di schermi, a partire da almeno mezz'ora prima di coricarsi.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter