estetica e design

È il momento di rifare il bagno e ti chiedi quanto ti costerà? Facciamo due conti

Nelle abitazioni un po’ datate, quando si decide di rinnovare e ristrutturare di solito il primo ambiente da cui si parte è il bagno.

È il momento di rifare il bagno e ti chiedi quanto ti costerà? Facciamo due conti
24 Agosto 2020 ore 10:10

Questa stanza infatti è fra quelle che maggiormente subisce il tempo e negli ultimi decenni in particolare è forse l’ambiente per cui ci sono state più innovazioni.

Il grande salto nel mondo del design, dell’estetica, della tecnologia per la stanza da bagno si è, forse, sentito molto per via del fatto che fino a qualche tempo fa il bagno era un locale secondario, strutturato e pensato a fini pratici, a discapito dell’estetica. I modelli di sanitari, gli arredi, le rubinetterie erano poche in commercio e la scelta, quindi, piuttosto ristretta. Oggi come oggi però, come detto, c’è stato un grande salto in avanti e in commercio, nei negozi reali ed online, ci sono una gamma di prodotti innumerevoli e si utilizzano materiali diversi.

Un bagno moderno, quindi, si distingue rispetto ad uno un po’ datato in maniera decisa e anche a fini pratici la differenza si percepisce. Il costo del rinnovo del bagno dipende da molteplici fattori, vediamo quali sono e quanto costa rifare un bagno di medie dimensioni.

Ristrutturare il bagno, cosa vuol dire

Ristrutturare il bagno può voler significare diverse cose, non solo in base alla condizione iniziale, ma anche a seconda di che cosa si vuole mettere nel nuovo bagno. Quando si fanno comunque delle modifiche alla casa, sebbene interne, è necessario rispettare le normative vigenti, per non incorrere in sanzioni. A meno che comunque non si sconvolga la disposizione, non sarà difficile rispettarle. Se quindi si hanno capacità manuali e dimestichezza con opere edilizie ed idrauliche si può anche ottimizzare i costi pensando di far da sé.

Il primo passo in ogni caso sarà quello di demolire quanto andrà sostituito. Se si tratterà dei sanitari si smonteranno solo quelli, se si sceglie di cambiare i rivestimenti il lavoro sarà più strutturato perché andranno tolte le piastrelle da terra e anche quelle alle pareti. Si dovrà poi procedere col livellare il tutto per mettere le nuove piastrelle. Questo lavoro è delicato quindi se non si conosce il lavoro, meglio rivolgersi ad un piastrellista.

Andranno poi acquistati i sanitari nuovi, il piatto doccia o la vasca, gli arredi nuovi. Attenzione a prendere bene le misure e a controllare la posizione degli scarichi e le prese della corrente. Quando si pensa ai vari elementi e a dove posizionarli è opportuno valutare sì l’estetica, ma senza mai perdere d’occhio la praticità.

Listino alla mano: i costi

Per l’acquisto dei vari elementi per il bagno: gli arredi e i sanitari, il consiglio per risparmiare pur scegliendo la qualità è quello di rifare il bagno con Import For Me. Vuol dire, infatti, scegliere i migliori prodotti acquistandoli direttamente dal fornitore, senza intermediari, risparmiando così molto denaro. Su questo portale si possono prendere i sanitari, gli arredi come il lavabo, la colonna, lo specchio, la doccia o la vasca, compresi modelli innovativi come la multifunzionale e l’idromassaggio. In generale si dice che i rifacimenti costino mediamente fra gli 800 e i 1.200 euro al metro quadro, ma dipende da materiali, complementi ed arredi scelti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità