Politica
Il caso

Santhià: "Trenitalia ripristini il treno delle 6,28"

Lo spostamento alle 7,21 chiesto dai biellesi penalizza i pendolari locali

Santhià: "Trenitalia ripristini il treno delle 6,28"
Politica Santhià, 25 Gennaio 2023 ore 09:36

La consigliera regionale del Pd Monica Canalis e Mattia Beccaro, vice sindaco di Santhià e consigliere della Provincia di Vercelli, chiedono a gran voce a Trenitalia di ripristinare la corsa per Torino delle 6,28, molto importante per i pendolari di Santhià.

Treno spostato per favorire i biellesi

"Oggi nel rispondere al mio Question time - dichiara Monica Canalis - l’assessore Gabusi ha dichiarato che lo spostamento alle 7.21 del treno delle 6.28 da Santhià è stato la conseguenza di una pressione dei comitati di cittadini biellesi. Tutte le istanze territoriali devono essere tenute in debita considerazione, ma un assessore regionale non può sottrarsi al confronto con alcuni comuni per accontentarne altri. E’ necessario ascoltare tutti ed operare una mediazione.”

Ingiusto disagio per i pendolari di Santhià

“I pendolari di Santhià – aggiunge il vice sindaco della cittadina vercellese, Mattia Beccaro – stanno subendo un ingiusto disagio. Molti hanno dovuto ricorrere a un mezzo privato con maggiori costi finanziari ed ambientali. La Regione si faccia parte attiva con Trenitalia per ripristinare il treno del mattino delle 6.28”.

“Sin dal suo esordio - concludono i due rappresentanti del Partito Democratico - abbiamo capito che il trasporto ferroviario non è la priorità di questa Giunta regionale, ma incolpare i cittadini biellesi per la riduzione dei trasporti in provincia di Vercelli ci pare francamente un po’ troppo”.

Seguici sui nostri canali