Politica
Querelle

Pezzana: 2 giugno con sit-in contro la cittadinanza a Mussolini

Verrà esposta vicino al municipio una gigantografia della "carta d'identità" del duce.

Pezzana: 2 giugno con sit-in contro la cittadinanza a Mussolini
Politica Vercellese, 01 Giugno 2022 ore 14:33

Roswitha Flaibani e Igor Boni al municipio di Pezzana il giorno della conferma della cittadinanza a Mussolini.

I Radicali non mollano la "presa" sul Comune di Pezzana dove, dopo la richiesta degli stessi, non solo non è stata cancellata la cittadinanza onoraria concessa nel "Ventennio" a Benito Mussolini, ma di fatto rinnovata. Una querelle nata nello scorso autunno e ancora al calor bianco, tanto che è stato organizzato un clamoroso "sit-in" per la Festa della Repubblica. Ecco il testo della nuova presa di posizione radicale.

La carta d'identità di Mussolini

Domani, 2 giugno, Festa della Repubblica, i militanti di Radicali Italiani e dell’Associazione radicale Adelaide Aglietta si recheranno a Pezzana (VC), il Comune il cui Consiglio Comunale ha concesso nuovamente, il 30 settembre 2021, la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini (Deliberazione n. 23/2021, vedi primo link).

Dalle ore 11:30 alle ore 12:00, i radicali sosteranno sotto la sede del Municipio di Pezzana (Via Matteotti n. 50), esponendo una gigantografia (cm 70x100) del facsimile della carta d’identità rilasciata a Benito Mussolini, di professione “dittatore”, segni particolari “fascista”.

Saranno presenti, fra gli altri, Igor Boni (presidente Radicali Italiani), Roswitha Flaibani (+Europa Vercelli), Giulio Manfredi (Giunta RI) e Andrea Turi (coordinatore Ass. Aglietta):

“Domani si sprecheranno le commemorazioni e i discorsi sulla “Repubblica nata dalla Resistenza”.

Noi ci crediamo alla “Repubblica nata dalla Resistenza”, nata sulle macerie morali e materiali di un regime fascista responsabile di negazione della libertà, crimini di guerra in Libia ed Etiopia, leggi razziali, alleanza con Hitler, esecuzioni sommarie.di partigiani e civili. Proprio perché ci crediamo non potevamo non essere nel luogo dove lo scorso settembre è stato deciso non di confermare la cittadinanza onoraria concessa a Mussolini nel 1924 ma di concederne una nuova.

Onorificenza da eliminare come quelle ai gerarchi di Putin

La scorsa settimana, su iniziativa di Radicali Italiani, il presidente Mattarella ha revocato “per indegnità” l’onorificenza della Repubblica Italiana concessa al primo ministro russo ed altri tre uomini di Putin. Ci auguriamo che il sindaco di Pezzana, Stefano Bondesan, che ha proposto e fatto approvare a tambur battente la nuova cittadinanza onoraria al Duce, si renda conto dell’errore commesso e faccia revocare dal Consiglio Comunale una cittadinanza onoraria vergognosa ed intollerabile. Ricordiamo che sul “caso Pezzana” è stata presentata alla Camera dei Deputati un’interrogazione del deputato radicale Riccardo Magi, ancora senza risposta (vedi secondo link).”.

Link a testo deliberazione “Cittadinanza onoraria a Benito Mussolini”

Link a interrogazione parlamentare di Riccardo Magi (Gruppo Misto Azione/+Europa/Radicali Italiani)

 

Seguici sui nostri canali