Politica
Politica

La sinistra: "La Giunta Corsaro non vuole il tavolo Covid-19"

Da Pd e lista Forte la constatazione che non c'è nessun interesse per soluzioni condivise.

Politica Vercelli e dintorni, 07 Maggio 2020 ore 12:52

I consiglieri comunali del PD: Alberto Fragapane, Maura Forte, Michele Cressano, Manuela Naso, Carlo Nulli Rosso e Alfonso Giorgio (Vercelli per Maura Forte), intervengono nuovamente in merito all'ipoteso di un tavolo di confronto per concertare una strategia per l'emergenza coronavirus. Ipotesi avanzante da loro e da altri gruppi di minoranza. Concludendo che dall'attuale maggioranza non c'è il minimo segnale di voler considerare la proposta di un ampio coinvolgimento riguardo le misure da adottare per ridurre l'enorme impatto sociale dell'epidemia.

Appelli inascoltati

“(..)nell’ottica di una partecipazione collaborativa di tutte le forze politiche, al fine di giungere al miglior risultato possibile per la Città ed i concittadini, proponiamo di realizzare un TAVOLO DI CRISI PER RISPONDERE ALL’EMERGENZA COVID 19” (7/04/2020)

“Ribadendo la volontà e la disponibilità ad esercitare la nostra funzione di consiglieri comunali con spirito collaborativo e responsabile, per superare insieme il momento drammatico legato alla diffusione del COVID-19” (8/04/2020)

“(…) riteniamo doveroso, nello svolgere la nostra attività di rappresentanza in Consiglio Comunale, dare il nostro contributo alle scelte di competenza dell’Amministrazione Comunale” (29/04/2020)

"Serve un canale di dialogo"

Queste parole hanno accompagnato alcuni documenti che nel corso di questi mesi più di tutti hanno rappresentato la volontà, come consiglieri comunali, di affrontare questa crisi sanitaria, economica e sociale senza precedenti, attraverso l’apertura di un canale di dialogo con l’Amministrazione e con i gruppi politici di maggioranza.

Il primo rappresenta la richiesta, firmata da tutti i capigruppo di minoranza, di aprire un tavolo di crisi che potesse coinvolgere tutte le forze politiche di maggioranza e di minoranza e il mondo associativo, per condividere e costruire insieme proposte e misure. Il secondo e il terzo sono due documenti propositivi, due lettere aperte condivise dai consiglieri dei gruppi del Partito Democratico, Vercelli per Maura Forte e Voltiamo Pagina. Si tratta di una proposta concreta mirata a risolvere il problema della fornitura di D.P.I alla cittadinanza e di un programma di 5 pagine, un documento aperto contenente misure specifiche per supportare le persone e categorie più esposte alla crisi, da discutere nell’ambito del tavolo sopra menzionato.

"Nessuna volontà concreta dell'amministrazione"

Con rammarico ci pare ormai evidente che non vi sia volontà concreta da parte dell’Amministrazione Comunale di accogliere questa modalità di lavoro, cui nel corso dell’ultimo consiglio comunale si sono aggiunti alcuni atteggiamenti verbali poco consoni al confronto. In merito al tavolo di crisi, in particolare, non abbiamo ancora avuto nessun tipo di risposta, dopo quasi un mese dalla richiesta. Risposta che invece è arrivata dal consigliere comunale della Lega Romano Lavarino, che con un atteggiamento di totale chiusura accolto da noi con stupore e dispiacere, ha sottolineato, a nome del gruppo, nel Consiglio Comunale del 30/04 come non ritenesse importante il coinvolgimento e il confronto con la minoranza, confronto che, anzi, rappresenterebbe un ostacolo nel fornire risposte rapide e immediate. La stessa Lega che ha lamentato più volte, a livello nazionale, la mancanza di coinvolgimento nelle scelte del Governo. Lo stesso Governo che ha istituito a partire dal 27 marzo una cabina di regia con le opposizioni sui provvedimenti economici per affrontare l'emergenza coronavirus.

Ciò detto continueremo come sempre a portare proposte mirate a risolvere i tanti problemi che la nostra Città dovrà affrontare, ma utilizzeremo gli strumenti istituzionali (mozioni, interrogazioni, emendamenti), senza aspettare quell’auspicato quanto utile momento di confronto e concertazione preliminare che abbiamo cercato invano di stabilire, ma che non pare nell’interesse dell’Amministrazione.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter