Politica
Welfare

Dalla Regione 1,5 milioni di euro al Vercellese per i bambini fragili

Metà per aiutare le famiglie e l'altra metà per prevenire l'allontanamento dei minori.

Politica Vercellese, 23 Febbraio 2022 ore 16:26

La Regione Piemonte ha approvato il riparto del Fondo nazionale per le Politiche sociali relativo al 2021, con cui vengono finanziati quattro enti gestori della Provincia di Vercelli per un totale di oltre 1,5 milioni di euro.

Aiuto alle famiglie e prevenzione dell'allontanamento dei minori

“Metà delle risorse - ha spiegato l’assessore regionale al Welfare Chiara Caucino - dovranno essere usate per azioni a favore delle famiglie e dei minori in situazione di vulnerabilità e contemporaneamente andremo a finanziare un programma per la prevenzione dell'allontanamento dei minori dalle famiglie, destinandone una parte alle dimissioni protette e alla supervisione degli operatori sociali”.

Il commento di Alessandro Stecco

“Il Fondo regionale per la gestione del sistema integrato degli interventi e servizi sociali - ha commentato il presidente leghista della commissione Sanità della Regione Piemonte, il vercellese Alessandro Stecco - finanzierà i Comuni convenzionati ex U.S.S.L. 45 a Vercelli, il Consorzio Intercomunale per la Gestione dei Servizi di Assistenza Sociale C.I.S.A.S. di Santhia’, il Consorzio per l'Attività Socio-Assistenziale C.A.S.A. di Gattinara e l’Unione Montana dei Comuni della Valsesia. Ai comuni afferenti a Vercelli arriveranno 525.687 euro, 369.667 euro saranno garantiti a quelli che gravitano su Santhia’, mentre 456.396 euro e 467.287 euro arriveranno rispettivamente a Gattinara e alla Valsesia con i loro assistiti”.

“Condivido la scelta dell’assessorato al Welfare, che ha la delega ai bambini - ha concluso il neuroradiologo della Lega Alessandro Stecco -, investire oggi su famiglie, bambini e adolescenti significa tendere una mano laddove ve ne sia bisogno: puntellando una fragilità odierna costruiamo una forza domani“.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter