Politica
Grandi Opere

Da Roma via libera a 50 milioni di euro per la superstrada Novara-Vercelli

Nella seduta preparatoria del Comitato Interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile del 2 febbraio 2022.

Da Roma via libera a 50 milioni di euro per la superstrada Novara-Vercelli
Politica Vercellese, 02 Febbraio 2022 ore 19:31

Nella foto come potrebbe essere la nuova arteria quando verrà realizzata.

Un'opera che richiederà comunque molti anni per essere realizzata ma che oggi compie un passo importante. Parliamo della superstrada Novara-Vercelli che dovrebbe collegare più rapidamente e agevolmente le due città. Dalla Regione Piemonte giunge infatti notizia che c'è stato il via libera, nella seduta preparatoria del Comitato Interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile  all'opera, con uno stanziamento da 50 milioni di euro.

A completare i fondi disponibili per grandi opere in Piemonte: la Lombardore-Front, il terzo ponte sul Tanaro di Alba e la Tangenziale Sud-Ovest di Asti, per un valore complessivo di 135 milioni di euro che saranno finanziati attraverso il Fondo Coesione e Sviluppo.

La soddisfazione di Cirio

«È uno degli stanziamenti più rilevanti nella storia delle infrastrutture piemontesi, che dà il via ad opere sognate per anni e che oggi possono diventare realtà - sottolineano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Gabusi -. Oggi è una giornata importante che premia anche il metodo di lavoro impostato sin dal primo giorno del nostro mandato, un lavoro che si basa sulla sinergia tra le Regione e il territorio. Accanto al lavoro che ci ha consentito di sbloccare le grandi infrastrutture come la Tav, l’Asti Cuneo, il Terzo Valico e la Pedemontana, abbiamo voluto individuare insieme alle Province le 30 opere strategiche per la mobilità del nostro territorio da sottoporre all’attenzione di Roma e, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, non ci siamo fermati continuando a sollecitare il Governo e i Ministeri sull’importanza di questi interventi. Il via libera di oggi inizia a premiare il lavoro di tante persone che hanno dedicato professionalità ed energia a decine di riunioni, approfondimenti e discussioni per portare a casa questo risultato, che ci permette finalmente di dare una prospettiva ai tanti cittadini ed imprenditori che per troppo tempo hanno pagato il prezzo di questo gap sulle infrastrutture. Continueremo adesso a lavorare affinché tutte le opere necessarie al nostro territorio abbiano un futuro, perché il Piemonte lo merita».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter