Politica
Situazione critica

Cimitero Vercelli: alberi pericolosi, il pd interroga il Sindaco

Quattro piante da tempo attenzionate sono cresciute oltre i limiti di sicurezza.

Cimitero Vercelli: alberi pericolosi, il pd interroga il Sindaco
Politica Vercelli e dintorni, 27 Maggio 2020 ore 16:24

Che Vercelli sia ancora una volta una giungla di erbacce è un'evidenza, che il Comune di Vercelli fino ad oggi non sia stato in grado di fare più di tanto è un fatto. Ora nel "dossier" c'è anche la situazione di alcuni grandi alberi del cimitero, oggetto di un'interrogazione del gruppo consiliare del Pd cittadino.

Nel documento inviato al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale, viene evidenziato come nella precedente amministrazione sia stato chiesto più volte l'intervento dell'agronomo perché "alcune essenze che avevano ramificato in modo ravvicinato alle lapidi ed ai loculi, determinavano, in special modo dopo bruschi eventi metereologici, situazioni di pericolo per eventuali danni alle persone come alle cose".

Dopo lo stop forzato per Covid-19 la situazione si è fatta ancor più critica.

Quattro alberi in condizioni critiche

"Da una recente visita al Cimitero di Billiemme, gli scriventi verificavano, cosi come da allegati fotografici, 3 essenze poste nelle immediate vicinanze delle lapidi, che negli anni passati erano state controllate nelle ramificazioni attraverso potature e vere e proprie strutture di contentenimento dei rami, risultavano molto folte e non contenute, con le ramificazioni vicine alle lapidi. Mentre un'essenza risultava molto piegata, probabilmente dagli eventi meteo". Quattro piante monumentali che, se non si interviene con la manutenzione "potrebbero divenire in caso di maltempo probabili elementi di pericolo per eventuali danni a cose o persone".

Lo scopo dell'interrgazione è dunque quello di sapere: " Se l’amministrazione comunale abbia contezza di quanto suesposto. Se si ritiene opportuno intervenire attraverso consulenza di agronomo ed eventualmente con operazioni di potatura e contenimento".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter